(Allegato)
                                                             Allegato 
 
                          Capitolo XII bis 
                   MISURE MACROPRUDENZIALI BASATE 
                  SULLE CARATTERISTICHE DEI CLIENTI 
                         O DEI FINANZIAMENTI 
 
 
                             Sezione I. 
                        Disposizioni generali 
 
1. Premessa. 
 
    Il presente Capitolo disciplina  gli  strumenti  macroprudenziali
basati sulle caratteristiche dei clienti o  dei  finanziamenti  (c.d.
misure borrower-based). Si tratta di misure non armonizzate a livello
europeo che vengono utilizzate  tipicamente  per  contrastare  rischi
sistemici derivanti dagli andamenti del  mercato  immobiliare  e  dai
livelli elevati o  crescenti  del  debito  delle  persone  fisiche  o
persone giuridiche che svolgono attivita' non finanziarie. L'utilizzo
di questi strumenti serve a controllare il flusso e  la  rischiosita'
dei  nuovi  prestiti.  Cio'  permette  di  contenere  i  livelli   di
indebitamento di chi riceve i  finanziamenti,  riducendone  cosi'  la
probabilita'  di  insolvenza  e  di  limitare  le  perdite  per   gli
intermediari in caso di mancata restituzione dei prestiti. 
2. Destinatari della disciplina. 
    Il Capitolo si applica alle misure basate  sulle  caratteristiche
dei clienti o dei finanziamenti rivolte agli istituti  che  concedono
finanziamenti relativi ai servizi di pagamento conformemente a quanto
previsto dal Capitolo IV, Sezione I, paragrafo 3. 
 
                             Sezione II. 
Disciplina delle misure macroprudenziali basate sulle caratteristiche
                   dei clienti o dei finanziamenti 
 
1. Rinvio. 
 
    Per l'applicazione delle  misure  macroprudenziali  basate  sulle
caratteristiche dei clienti o dei finanziamenti rivolte agli istituti
di pagamento e agli istituti di moneta elettronica  si  applicano  le
disposizioni previste dalla circolare n. 285  del  17  dicembre  2013
┬źDisposizioni di vigilanza per le banche┬╗, Parte Terza, Capitolo  12,
Sezione II.