(all. 8 - art. 1)
                       ALLEGATI AL REGOLAMENTO
                             Allegato A)
  Al  punto  i)  della  Tavola  1  e'  stata  soppressa la tabella di
ripartizione territoriale dell'azionariato.
  I  punti  n ), t ) e p) delle Tavole 1, 2 e 3 vengono modificati in
modo da estendere, agli emittenti di titoli gia' negoziati al mercato
ristretto  che  richiedano l'ammissione in borsa, la possibilita', di
cui  gia'  dispongono  gli  emittenti  esteri,   di   sostituire   al
certificato  peritale  l'indicazione  dei  prezzi  e  delle quantita'
scambiate nell'ultimo  trimestre;  infatti  il  prezzo  fatto  in  un
mercato  regolamentato  e'  una  valutazione  neutrale del titolo che
garantisce  il  sottoscrittore  alla  stregua  della   certificazione
peritale.
  I  punti  m),  s) e o) delle Tavole 1, 2 e 3 vengono modificati nel
senso di fornire  una  piu'  puntuale  definizione  della  competenza
territoriale  dei  Comitati  Direttivi degli Agenti di cambio e delle
Commissioni per il Listino in materia  di  rilascio  del  certificato
peritale del valore venale di titoli da ammettere alla quotazione.
  All'ultima  parte  della  Tavola  1 sono aggiunti due punti: con il
primo si prescrive l'obbligo per gli emittenti esteri di indicare  le
modalita'   per   l'esercizio,  tramite  Monte  Titoli,  dei  diritti
spettanti ai titolari delle azioni; con il secondo si  prescrive  una
attestazione  rilasciata dalla Monte Titoli circa la possibilita' che
i titoli in  oggetto  possano  essere  inseriti  nelle  procedure  di
liquidazione  presso  le stanze di compensazione senza movimentazione
materiale dei certificati.
  La necessita' di accentrare presso la Monte Titoli i titoli ammessi
a quotazione in Italia comporta che la stessa sia posta in condizione
di  esercitare  per  conto  degli  aventi  diritto  almeno  i diritti
patrimoniali e comporta, altresi', che le modalita' di tale esercizio
siano rese note al pubblico. Dalla stessa necessita' di accentramento
discende l'esigenza della attestazione rilasciata dalla Monte  Titoli
allo  scopo  di  garantire la capacita' di intervento di quest'ultima
nelle procedure di liquidazione presso le Stanze di compensazione.
  Alla  Tavola  4  e' aggiunto il punto l) che prescrive l'obbligo di
presentazione del  certificato  peritale  tra  la  documentazione  da
allegare all'istanza di quotazione di obbligazioni convertibili o con
warrant presentata da soggetti con obbligazioni ordinarie quotate  di
diritto.  Cio'  in  considerazione del fatto che il peritale fornisce
all'acquirente la garanzia di una valutazione neutrale del titolo  in
se' considerato a prescindere dalle caratteristiche dell'emittente.
                             Allegato D)
  L'esperienza  amministrativa  di  applicazione di tali disposizioni
regolamentari, nonche' l'intervenuta emanazione  delle  "Disposizioni
generali"  in  merito  alle  offerte  pubbliche  di vendita di valori
mobiliari (delibera n.4173 del 18  luglio  1989),  in  allegato  alle
quali  sono riportati i relativi schemi di prospetto, hanno suggerito
la necessita' di una revisione dell'allegato D.
  Tale revisione si ispira fondamentalmente ai seguenti criteri:
   una  semplificazione  degli  schemi di prospetto nell'ambito delle
opportunita' offerte dalla direttiva comunitaria n. 80/390;
   un'allineamento  degli  schemi  di  prospetto informativo relativi
all'ammissione alla  quotazione  con  quelli  relativi  alle  offerte
pubbliche dei medesimi titoli.
  Inoltre sono state apportate alcune modifiche tendenti a coordinare
gli schemi di prospetto sia con le recenti modifiche  apportate  alla
disciplina   codicistica   in  materia  di  operazioni  straordinarie
(scissioni), sia, nei limiti di  compatibilita'  dell'attuale  quadro
normativo,  con lo schema di decreto legislativo recante norme per il
recepimento delle direttive CEE IV e VII in materia di conti  annuali
delle societa'.
 In   relazione   a   tali  obbiettivi  sono  stati  rielaborati  sia
l'articolato dell'allegato D, sia gli schemi di prospetto.
                             Allegato F)
  Il  testo e' stato modificato per inserire l'annuncio degli estremi
di deposito della nota informativa, da pubblicare ai sensi  dell'art.
18,  primo  comma  del  Regolamento,  avente lo scopo di integrare ed
aggiornare un prospetto informativo gia' depositato.
                             Allegato G)
  In   conseguenza   dell'introduzione  dell'art.  19  bis  e'  stato
predisposto con il presente Allegato un fac-simile di  avviso  stampa
di inizio delle negoziazioni conforme alla procedura indicata in tale
articolo.