Art. 11 
 
        Misure urgenti di sostegno all'internazionalizzazione 
 
  1. La dotazione del fondo rotativo di  cui  all'articolo  2,  primo
comma, del decreto-legge 28 maggio  1981,  n.  251,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 29 luglio 1981, n. 394, e' incrementata di
1,2 miliardi di euro per l'anno 2021. 
  2. La dotazione del fondo di cui  all'articolo  72,  comma  1,  del
decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18,  convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e' incrementata di 400 milioni  di
euro per l'anno 2021, per le finalita' di cui  alla  lettera  d)  del
medesimo comma. Sono escluse dai cofinanziamenti a fondo  perduto  di
cui al presente comma le richieste di  sostegno  alle  operazioni  di
patrimonializzazione presentate successivamente alla data di  entrata
in vigore del presente decreto-legge. 
  3.  All'articolo  72  del  decreto-legge  17  marzo  2020,  n.  18,
convertito, con modificazioni, dalla legge 24  aprile  2020,  n.  27,
((sono apportate)) le seguenti modificazioni: 
    a)  al  comma  1,  lettera   d),   primo   periodo,   la   parola
((«cinquanta»)) e' sostituita  dalla  seguente:  «dieci»  e  dopo  le
parole «dalla legge 29 luglio 1981, ((n.  394,))»  sono  inserite  le
seguenti: «quale incentivo da  riconoscere  a  fronte  di  iniziative
caratterizzate  da  specifiche  finalita'  o  in   settori   o   aree
geografiche ritenuti prioritari,» ((e)) dopo la parola  «criteri»  e'
inserita la seguente: «selettivi»; 
    b) al comma 1,  lettera  d),  secondo  periodo,  dopo  la  parola
«concessi» sono inserite le seguenti:  «tenuto  conto  delle  risorse
disponibili e»; 
    c) al comma 1, lettera d), dopo il secondo periodo  e'  aggiunto,
in fine, il seguente: «Fino al 31 dicembre 2021 i  cofinanziamenti  a
fondo perduto sono concessi fino al limite del venticinque per  cento
dei finanziamenti concessi ai sensi dell'articolo 2, primo comma, del
decreto-legge 28 maggio1981, n. 251, convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 29 luglio  1981,  n.  394,  tenuto  conto  delle  risorse
disponibili   e   dell'ammontare   complessivo   delle   domande   di
finanziamento  presentate  nei  termini  e  secondo   le   condizioni
stabilite con una o piu' delibere del Comitato agevolazioni»; 
  4. Agli oneri derivanti dal presente articolo pari a 1.600  milioni
di euro per l'anno 2021, si provvede ai sensi dell'articolo 77. 
 
          Riferimenti normativi 
 
              - Si riporta il testo del primo comma  dell'articolo  2
          del decreto-legge 28 maggio 1981, n. 251,  convertito,  con
          modificazioni,  dalla  legge  29  luglio   1981,   n.   394
          (Provvedimenti   per   il   sostegno   delle   esportazioni
          italiane): 
                «Art.  2.  -  E'  istituito  presso  il  Mediocredito
          centrale un  fondo  a  carattere  rotativo  destinato  alla
          concessione di finanziamenti a tasso agevolato alle imprese
          esportatrici  a  fronte  di   programmi   di   penetrazione
          commerciale di cui all'articolo 15, lettera n), della legge
          24 maggio 1977, n. 227, in Paesi diversi  da  quelli  delle
          Comunita' europee nonche' a fronte  di  attivita'  relative
          alla  promozione   commerciale   all'estero   del   settore
          turistico al fine di acquisire  i  flussi  turistici  verso
          l'Italia. 
                (Omissis).». 
              - Si riporta il testo del comma 1 dell'articolo 72  del
          citato decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito,  con
          modificazioni, dalla legge 24  aprile  2020,  n.  27,  come
          modificato dalla presente legge: 
                «Art. 72  (Misure  per  l'internazionalizzazione  del
          sistema   Paese   e   potenziamento   dell'assistenza    ai
          connazionali all'estero in situazione di difficolta'). - 1.
          Nello stato di previsione del Ministero degli affari esteri
          e della cooperazione internazionale e' istituito  il  fondo
          da  ripartire   denominato   "Fondo   per   la   promozione
          integrata", con una dotazione iniziale di  400  milioni  di
          euro  per  l'anno  2020,  volto  alla  realizzazione  delle
          seguenti iniziative: 
                  a) realizzazione di una campagna  straordinaria  di
          comunicazione volta a sostenere le esportazioni italiane  e
          l'internazionalizzazione del  sistema  economico  nazionale
          nel settore agroalimentare e negli  altri  settori  colpiti
          dall'emergenza derivante  dalla  diffusione  del  Covid-19,
          anche  avvalendosi  di  ICE-Agenzia   per   la   promozione
          all'estero   e   l'internazionalizzazione   delle   imprese
          italiane; 
                  b) potenziamento delle attivita' di promozione  del
          sistema  Paese   realizzate,   anche   mediante   la   rete
          all'estero, dal  Ministero  degli  affari  esteri  e  della
          cooperazione  internazionale  e  da  ICE-Agenzia   per   la
          promozione  all'estero  e  l'internazionalizzazione   delle
          imprese italiane; 
                  c)  cofinanziamento  di  iniziative  di  promozione
          dirette   a   mercati   esteri    realizzate    da    altre
          amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1,  comma  2,
          del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, mediante  la
          stipula di apposite convenzioni; 
                  d) concessione di cofinanziamenti a  fondo  perduto
          fino al dieci per cento dei finanziamenti concessi ai sensi
          dell'articolo 2, primo comma, del decreto-legge  28  maggio
          1981, n. 251, convertito, con modificazioni, dalla legge 29
          luglio 1981, n. 394 quale incentivo da riconoscere a fronte
          di iniziative caratterizzate da specifiche finalita'  o  in
          settori o aree  geografiche  ritenuti  prioritari,  secondo
          criteri selettivi e modalita'  stabiliti  con  una  o  piu'
          delibere del Comitato agevolazioni di cui  all'articolo  1,
          comma  270,  della  legge  27  dicembre  2017,  n.  205.  I
          cofinanziamenti sono concessi tenuto  conto  delle  risorse
          disponibili e nei limiti e alle condizioni  previsti  dalla
          normativa europea in materia di aiuti di Stato. Fino al  31
          dicembre  2021  i  cofinanziamenti  a  fondo  perduto  sono
          concessi fino al  limite  del  venticinque  per  cento  dei
          finanziamenti concessi  ai  sensi  dell'articolo  2,  primo
          comma,  del  decreto-legge  28   maggio   1981,   n.   251,
          convertito, con modificazioni, dalla legge 29 luglio  1981,
          n.  394,  tenuto  conto   delle   risorse   disponibili   e
          dell'ammontare complessivo delle domande  di  finanziamento
          presentate nei termini e secondo  le  condizioni  stabilite
          con una o piu' delibere del Comitato agevolazioni. 
                (Omissis).».