Art. 7 
 
Archivio telematico dei veicoli a motore e rimorchi che non risultano
  coperti dall'assicurazione  per  la  responsabilita'  civile  verso
  terzi. Applicazioni ITS per la sicurezza del trasporto  (eCall)  -.
  (Settore d'intervento 1.c) 
 
  1. Alla stregua delle disposizioni di cui all'art. 31, comma 2, del
decreto legge 24 gennaio 2012 n. 1,  convertito,  con  modificazioni,
dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, recante: ┬źDisposizioni urgenti  per
la   concorrenza,   lo   sviluppo   delle   infrastrutture    e    la
competitivita'┬╗,   e'   istituito   presso   il    Ministero    delle
infrastrutture e dei trasporti,  Dipartimento  per  i  trasporti,  la
navigazione ed i sistemi informativi e statistici, Direzione generale
per la motorizzazione, l'archivio telematico dei veicoli a  motore  e
rimorchi  immatricolati  in  Italia   che   non   risultano   coperti
dall'assicurazione  per  la  responsabilita'  civile  verso  i  terzi
prevista dall'art. 122, del decreto legislativo 7 settembre 2005,  n.
209. 
  2.  L'archivio  e'  alimentato  dalle  compagnie  di  assicurazione
autorizzate   all'espletamento   dell'attivita'   in   Italia,    che
trasmettono, entro il termine di diciotto mesi dalla data di adozione
del presente decreto, per  via  telematica  tutti  i  dati  necessari
contestualmente alla stipula, alla sospensione ed alla  riattivazione
di ciascun contratto di assicurazione per la  responsabilita'  civile
verso terzi di veicoli a motore e rimorchi immatricolati in Italia. 
  3.  Le   informazioni   trasmesse   devono   comprendere   i   dati
identificativi del veicolo (targa, marca  e  tipo,  presenza  scatola
telematica installata, gestore scatola telematica) e  dell'assicurato
(nome, cognome, data di nascita e  codice  fiscale),  ed  il  periodo
(data  inizio,  data  fine)  per  il  quale  il  veicolo  e'  coperto
dall'assicurazione per responsabilita' civile verso terzi. 
  4. Ai fini dell'attivazione e dell'implementazione  sul  territorio
nazionale del servizio  Pan  Europeo  eCall  per  la  gestione  delle
chiamate di emergenza,  anche  allo  scopo  di  ridurre  i  tempi  di
intervento ed ottimizzare i soccorsi in caso di  incidente  stradale,
entro 120 giorni  dalla  data  di  entrata  in  vigore  del  presente
decreto, e' istituito, con provvedimento del  Capo  del  Dipartimento
per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici
del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti,  apposito  Tavolo
istituzionale con i rappresentanti dei Ministeri dell'interno,  delle
infrastrutture  e  dei  trasporti,  e  degli  affari  regionali,  per
l'analisi, in linea con il progetto  europeo  di  riferimento  HeERO,
delle seguenti tematiche: 
    definizione del sistema di governance  nazionale  e  architettura
ICT complessiva del servizio; 
    attivazione dei PSAP  (Public  Safety  Answering  Point)  per  la
gestione delle chiamate di emergenza sul territorio nazionale; 
    implementazione dell'infrastruttura del numero unico europeo  112
ed estensione a tale infrastruttura  delle  funzionalita'  aggiuntive
necessarie per eCall.