Art. 33 
 
Sottoscrizione e comunicazioni di contratti finanziari e assicurativi
in modo semplificato nonche' disposizioni in materia di distribuzione
                      di prodotti assicurativi 
 
  1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 4 del decreto-legge
8 aprile 2020, n. 23, per i contratti bancari, ai fini  dell'articolo
23  del  decreto  legislativo  24  febbraio  1998,  n.  58,  e  delle
disposizioni di attuazione degli articoli 95 e 98-quater del medesimo
decreto legislativo n. 58 del 1998, fatte salve le  previsioni  sulle
tecniche di conclusione dei contratti mediante strumenti  informativi
o telematici, i contratti conclusi nel periodo compreso tra  la  data
di entrata in vigore del presente decreto ed il termine  dello  stato
di emergenza deliberato dal Consiglio dei ministri in data 31 gennaio
2020 soddisfano il requisito e hanno l'efficacia di cui  all'articolo
20, comma 1-bis, primo periodo, del decreto legislativo 7 marzo 2005,
n. 82, anche se il  cliente  esprime  il  proprio  consenso  mediante
comunicazione inviata dal proprio indirizzo di posta elettronica  non
certificata  o  con  altro  strumento  idoneo,   a   condizione   che
l'espressione del consenso sia accompagnata da copia di un  documento
di riconoscimento  in  corso  di  validita'  del  contraente,  faccia
riferimento ad un  contratto  identificabile  in  modo  certo  e  sia
conservata insieme  al  contratto  medesimo  con  modalita'  tali  da
garantirne  la  sicurezza,  l'integrita'  e  l'immodificabilita'.  Il
requisito  della  consegna   di   copia   del   contratto   e   della
documentazione informativa obbligatoria e' soddisfatto anche mediante
la messa a disposizione del cliente di copia del testo del  contratto
e della documentazione informativa obbligatoria su supporto durevole;
l'intermediario consegna al  cliente  copia  del  contratto  e  della
documentazione informativa obbligatoria alla  prima  occasione  utile
successiva al termine dello stato di emergenza. Fino al termine dello
stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei ministri in  data  31
gennaio 2020, il cliente puo' usare il medesimo  strumento  impiegato
per esprimere il consenso al contratto anche per esercitare i diritti
previsti dalla legge o dal contratto stesso. 
  2. La disciplina di cui al comma 1 si applica,  altresi',  ai  fini
dell'articolo 165 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e
dell'articolo 1888 del codice civile. 
  2-bis. Nell'ambito delle misure di cui al presente articolo volte a
semplificare gli adempimenti concernenti  i  contratti  finanziari  e
assicurativi  e  in  considerazione  dello  stato  di  emergenza  nel
territorio  nazionale  relativo   al   rischio   sanitario   connesso
all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili,
dichiarato con la delibera del Consiglio dei ministri del 31  gennaio
2020, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1° febbraio 2020,
gli  articoli  4-sexies,   4-septies,   4-decies,   193-quinquies   e
194-septies  del  testo  unico  delle  disposizioni  in  materia   di
intermediazione  finanziaria,  di  cui  al  decreto  legislativo   24
febbraio 1998, n. 58, nella formulazione vigente il giorno precedente
alla data di entrata in vigore del decreto  legislativo  25  novembre
2019,  n.  165,  e  le  disposizioni  regolamentari   emanate   dalla
Commissione nazionale per  le  societa'  e  la  borsa  ai  sensi  del
menzionato articolo 4-sexies, comma 5, continuano ad applicarsi  fino
alla data del 31 dicembre 2020.