Art. 25 
 
Requisiti delle categorie di sementi di piante oleaginose e da fibra 
 
  1. Per le sementi di piante oleaginose e  da  fibra  le  condizioni
richieste ai fini della classificazione di cui all'articolo  20  sono
le seguenti: 
    a) sementi di base (varieta' diverse dagli ibridi): 
  1) prodotte sotto la responsabilita' del costitutore secondo metodi
di selezione per la conservazione della varieta'; 
  2) che sia prevista la destinazione di esse per la  produzione  sia
di «sementi certificate» che di  «sementi  certificate  di  1ª  e  2ª
riproduzione»,  o  all'occorrenza,  di  «sementi  certificate  di  3ª
riproduzione»; 
  3) conformi alle condizioni specificate negli allegati VI e IX  per
le sementi di base; 
  4) per  le  quali,  all'atto  di  un  esame  ufficiale  o,  qualora
ricorrano le condizioni previste dall'allegato  VI,  all'atto  di  un
esame ufficiale o di un esame eseguito sotto sorveglianza  ufficiale,
sia stata constatata la rispondenza alle condizioni di cui ai  numeri
1), 2) e 3); 
  5) appartenenti a diversi tipi di varieta' (compresi i componenti),
destinate alla certificazione alle condizioni del presente decreto, e
considerate equivalenti ai sensi dell'articolo 74; 
    b) sementi di base (ibridi): 
      1) sementi di base di linee inbred: 
  1.1) che rispondono ai requisiti di cui agli allegati VI e  IX  per
le sementi di base e, 
  1.2) per le quali,  all'atto  di  un  esame  ufficiale  o,  qualora
ricorrano le condizioni previste dall'allegato  VI,  all'atto  di  un
esame ufficiale o di un esame eseguito sotto sorveglianza  ufficiale,
sia stata constatata la rispondenza alle condizioni di cui al  numero
1.1); 
      2) sementi di base di ibridi semplici: 
  2.1) destinate alla produzione di ibridi a  tre  vie  o  di  ibridi
doppi; 
  2.2) che rispondono ai requisiti fissati agli allegati VI e IX  del
presente decreto per le sementi di base e, per le quali  all'atto  di
un esame  ufficiale  o,  qualora  ricorrano  le  condizioni  previste
dall'allegato VI, all'atto di  un  esame  ufficiale  o  di  un  esame
eseguito  sotto  sorveglianza  ufficiale,  sia  stata  constatata  la
rispondenza alle condizioni di cui al numero 2.1); 
    c) sementi certificate (canapa, colza, cotone, cumino,  girasole,
papavero domestico, ravizzone, senape bianca,  senape  bruna,  senape
nera, canapa dioica, cartamo): 
  1) che provengano direttamente da sementi di base  o,  a  richiesta
del costitutore, da sementi di una  generazione  anteriore  a  quella
delle sementi di base purche' le sementi di detta  generazione  siano
risultate  rispondenti,  a  seguito  di  un  esame  ufficiale,   alle
condizioni previste per le sementi di base agli allegati VI e IX; 
  2) che sia prevista la destinazione  di  esse  per  una  produzione
diversa da quella di sementi di piante oleaginose e da fibra; 
  3) che siano conformi alle condizioni degli allegati VI e IX per le
sementi certificate: 
  4) per le quali, all'atto di un esame  ufficiale  o,  di  un  esame
eseguito  sotto  sorveglianza  ufficiale,  sia  stata  constatata  la
rispondenza alle condizioni di cui ai numeri 1), 2) e 3); 
    d) sementi certificate di 1ª  riproduzione  di  arachide,  canapa
monoica, lino oleaginoso, lino tessile, soia e cotone: 
  1) che provengano direttamente da sementi di base  o,  a  richiesta
del costitutore, da sementi di una  generazione  anteriore  a  quella
delle sementi di base purche' le sementi di detta  generazione  siano
risultate  rispondenti,  a  seguito  di  un  esame  ufficiale,   alle
condizioni previste dagli allegati VI e IX per le sementi di base; 
  2) che sia prevista  la  destinazione  sia  per  la  produzione  di
sementi della categoria «sementi certificate di  2ª  riproduzione»  o
all'occorrenza,  della  categoria  «sementi  certificate   della   3ª
riproduzione» che per una produzione diversa da quella di sementi  di
piante oleaginose e da fibra; 
  3) che siano conformi alle condizioni degli allegati VI e IX per le
sementi certificate; 
  4) per le quali, all'atto di un esame  ufficiale  o,  di  un  esame
eseguito  sotto  sorveglianza  ufficiale,  sia  stata  constatata  la
rispondenza alle condizioni di cui ai numeri 1), 2) e 3); 
    e) sementi certificate  di  2ª  riproduzione  di  arachide,  lino
oleaginoso, lino tessile, soia e cotone: 
  1) che provengano direttamente  da  sementi  di  base,  da  sementi
certificate di 1ª riproduzione o, a  richiesta  del  costitutore,  da
sementi di una generazione anteriore a quella delle sementi di  base,
purche' le sementi di  detta  generazione,  a  seguito  di  un  esame
ufficiale, siano risultate rispondenti alle condizioni previste  agli
allegati VI e IX per le sementi di base; 
  2) che sia prevista la destinazione per una produzione  diversa  da
quella di sementi di piante oleaginose e da fibra, o  all'occorrenza,
per la produzione di sementi della categoria «sementi certificate  di
3ª riproduzione»; 
  3) che siano conformi alle condizioni degli allegati VI e IX per le
sementi certificate; 
  4) per le quali, all'atto di un esame  ufficiale  o,  di  un  esame
eseguito  sotto  sorveglianza  ufficiale,  sia  stata  constatata  la
rispondenza alle condizioni di cui ai numeri 1), 2) e 3); 
    f) sementi certificate di 2ª riproduzione di canapa monoica: 
  1)  che  provengano  direttamente  da  sementi  certificate  di  1ª
riproduzione, preparate e ufficialmente controllate  segnatamente  ai
fini della produzione di sementi certificate di 2ª riproduzione; 
  2) previste  per  la  produzione  di  canapa  destinata  ad  essere
raccolta nella fase della fioritura; 
  3) che soddisfino ai requisiti previsti negli allegati VI e IX  per
le sementi certificate; 
  4) per le quali, all'atto di un esame  ufficiale  o,  di  un  esame
eseguito  sotto  sorveglianza  ufficiale,  sia  stata  constatata  la
rispondenza alle condizioni di cui ai numeri 1, 2 e 3; 
    g) sementi certificate di 3ª riproduzione di lino oleaginoso e di
lino tessile: 
  1) che provengano direttamente  da  sementi  di  base,  da  sementi
certificate  di  1ª  e  2ª  riproduzione  ovvero,  a  richiesta   del
costitutore, da sementi di una generazione anteriore a  quella  delle
sementi di base purche' le sementi di detta generazione, a seguito di
un esame  ufficiale,  siano  risultate  rispondenti  alle  condizioni
previste agli allegati VI e IX per le sementi di base; 
  2) che sia prevista la destinazione per una produzione  diversa  da
quella di sementi di piante oleaginose e da fibra; 
  3) che siano conformi alle condizioni degli allegati VI e IX per le
sementi certificate; 
  4) per le quali, all'atto di un esame  ufficiale  o,  di  un  esame
eseguito  sotto  sorveglianza  ufficiale,  sia  stata  constatata  la
rispondenza alle condizioni di cui ai numeri 1), 2) e 3); 
    h) sementi commerciali: 
  1) che siano identificate per la specie; 
  2) che siano conformi  alle  condizioni  dell'allegato  VI  per  le
sementi commerciali; 
  3) per le quali, all'atto di un esame  ufficiale  o,  di  un  esame
eseguito  sotto  sorveglianza  ufficiale,  sia  stata  constatata  la
rispondenza alle condizioni di cui ai numeri 1) e 2). 
  2. Con decreto del Ministro  delle  politiche  agricole  alimentare
forestali, conformemente alle disposizioni dell'Unione,  e'  prevista
l'inclusione al comma 1,  lettere  a)  e  b),  di  ibridi  di  piante
oleaginose e da fibra, diverse da quelle di girasole.