(Allegato-art. 85)
                              Art. 85. 
 
               Prove di tipo per i vetri di sicurezza. 
 
  Le caratteristiche minime alle quali devono corrispondere  i  vetri
di sicurezza sono le seguenti: 
  il  vetro  non  deve  rompersi,  in  modo  che  se  ne  distacchino
frammenti, per la caduta sopra di esso, da altezza non inferiore a 50
cm, di una sfera di acciaio levigato  del  peso  di  760  g  lasciata
cadere liberamente, senza  accelerazione  iniziale,  nel  centro  del
vetro. Sara' da tollerarsi che il punto di urto venga a  trovarsi  in
cerchio del raggio di 2 cm con centro nel baricentro del telaio sotto
descritto; 
  in caso di rottura, per caduta della  sfera  anzidetta  da  altezze
maggiori di 50 cm, il vetro deve rispondere ai seguenti requisiti: 
  a)  se  vetro  temperato:  la  frammentazione  deve  essere  quella
caratteristica dei cristalli e vetri temperati per  i  vari  spessori
usati. 
  b) se vetro retinato: i frammenti devono  essere  trattenuti  dalla
rete sino alla perforazione di questa. La perforazione della rete non
devo avvenire per altezze di caduta minori di 1 m. 
  c) se vetro stratificato: i frammenti  non  devono  sostanzialmente
distaccarsi dallo strato interposto per altezze di caduta minori di 1
m. 
 
  La sopra indicata prova  deve  essere  effettuata  su  campioni  di
dimensioni non inferiori a 30 x 30 cm, debitamente centrati su di  un
telaio di legno avente un'apertura quadrata di 28 cm di lato  ed  uno
spessore di 9 cm. Il telaio deve essere previsto in modo  da  evitare
spostamenti del campione il quale deve appoggiare  uniformemente  sui
quattro  lati  e  risultare  con  la   superficie   orizzontale.   La
temperatura ambiente deve essere compresa fra 15 e 25 °C; 
 
  il  vetro  non  deve  rompersi  ne'  presentare   screpolature   se
sottoposto a flessione mediante un carico, concentrato  lungo  l'asse
mediano, di 200 kg al metro lineare considerando la lastra appoggiata
agli estremi sia nel senso della  maggior  lunghezza  che  in  quello
della minor lunghezza. 
 
  La sopra indicata prova  deve  essere  effettuata  su  campioni  di
dimensioni non inferiori a quelle delle lastre da porre in opera. 
 
  Tutte le prove di cui sopra si devono intendere come prove di  tipo
e come tali potranno essere eseguite su campioni una volta tanto. 
 
  Dette prove di tipo devono essere eseguite in  uno  dei  laboratori
ufficiali indicati nell'Allegato A alle presenti norme.