IL MINISTRO DELLA SANITA'
  Visti  i  commi  6  e  7 dell'art. 1 del decreto-legge 25 settembre
1989, n. 329, i quali affidano al Ministero della sanita' il  compito
di  adottare  entro  il  30 ottobre 1989, su parere della Commissione
consultiva  unica  del  farmaco,  un   provvedimento   di   revisione
anticipata   del   prontuario   terapeutico  del  Servizio  sanitario
nazionale, anche in accordo con la  direttiva  n.  75/319/CEE,  ferma
restando  la  scadenza stabilita dall'art. 1, comma 3, della legge 1›
febbraio 1989, n. 37, per  la  revisione  definitiva  del  prontuario
medesimo;
  Visto  il  parere  espresso  dalla Commissione consultiva unica del
farmaco nella seduta del 26 ottobre 1989;
  Rilevato   che   la   Commissione  consultiva  unica  del  farmaco,
nell'indicare i prodotti da escludersi dal prontuario terapeutico del
Servizio  sanitario  nazionale con decorrenza 31 dicembre 1989, si e'
riservata di approfondire, entro il 30 giugno 1990, la  posizione  di
altre categorie di farmaci al fine di proporne l'eventuale esclusione
dallo stesso prontuario ed ha suggerito di portare tali  categorie  a
conoscenza  della  classe  medica,  anche  per  favorire  un corretto
comportamento prescrittivo;
  Ritenuto  d'adottare  il  provvedimento di revisione anticipata del
prontuario  terapeutico  in  conformita'  all'avviso  espresso  dalla
citata commissione;
  Ravvisata  altresi' l'opportunita' di fornire l'elenco completo dei
prodotti galenici  officinali  inclusi  nel  prontuario  terapeutico,
fermo  restando  che quelli per i quali il Comitato interministeriale
dei prezzi non si e' ancora pronunciato, diventeranno  effettivamente
prescrivibili a carico del Servizio sanitario nazionale, con le quote
di partecipazione da parte dell'assistito previste dalla normativa in
vigore,  a  partire  dalla  data  di  applicazione  dei  primi prezzi
determinati dal predetto comitato, come previsto dall'art. 11,  comma
6,  del  decreto-legge  12  settembre  1983,  n. 463, convertito, con
modificazioni, nella legge 11 novembre 1983, n. 638;
                               Decreta:
                               Art. 1.
  1.  Fra i farmaci del prontuario terapeutico del Servizio sanitario
nazionale, per i quali non e' dovuta alcuna quota  di  partecipazione
da  parte  dell'assistito,  sono  inserite  le specialita' medicinali
indicate nell'allegato 1, in precedenza assoggettate  alla  quota  di
partecipazione del 30 per cento.