IL COMITATO INTERMINISTERIALE
                   PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
  Visto  il  regolamento  CEE n. 2088/1985 del Consiglio dei Ministri
delle Comunita' europee in data 23 luglio 1985, relativo ai programmi
integrati mediterranei;
  Vista la legge 1› marzo 1986, n. 64, recante la disciplina organica
dell'intervento straordinario nel Mezzogiorno;
  Visto  il  decreto  del  Presidente  del  Consiglio dei Ministri 1›
febbraio 1986, relativo alle modalita' procedurali per la  attuazione
del regolamento n. 2088 sopra citato;
  Vista la propria delibera del 29 dicembre 1986;
  Considerata     l'opportunita'     di    agevolare    ulteriormente
l'applicazione dei programmi  integrati  mediterranei  nelle  regioni
meridionali;
  Considerate   le   conclusioni   cui  e'  pervenuta  la  conferenza
Stato-regioni nella sessione del 6 marzo 1989;
                              Delibera:
   a)  Il  contributo  speciale  di  cui  all'art.  13 della legge n.
64/1986, quantificato nella misura del 50% con la propria delibera di
variazione  del  programma  triennale  di  sviluppo  del Mezzogiorno,
adottata in data 29 dicembre 1986, e' portato all'80% della  spesa  a
carico della regione, al netto della contribuzione comunitaria.
   b)  La  regione interessata richiede il contributo all'Agenzia per
il Mezzogiorno che lo concede con propria  deliberazione,  impegnando
la  prima  quota annuale e le successive, ove ricorra, e in ogni caso
successivamente  all'assunzione  da  parte  della  Commissione  delle
Comunita'   europee   dell'impegno  di  contribuzione  per  la  parte
comunitaria.
   c)   L'erogazione   del  contributo  e'  effettuata  dall'Agenzia,
mediante anticipi,  e  con  il  saldo  a  chiusura  dei  conti;  tali
operazioni  finanziarie  sono corrispondenti agli anticipi e ai saldi
effettuati dalla commissione delle Comunita' europee.
  I  comitati  amministrativi  dei  programmi integrati mediterranei,
previsti nei contratti di programma delle  regioni  del  Mezzogiorno,
vengono   integrati   con   un  rappresentante  dell'Agenzia  per  il
Mezzogiorno; tale rappresentante e' autorizzato a partecipare a tutti
i  controlli  sulla  gestione  delle  risorse finanziarie relative ai
programmi  integrati  mediterranei  che   venissero   effettuati   da
autorita' comunitarie.
   Roma, addi' 15 marzo 1990
                              Il Presidente delegato: CIRINO POMICINO