IL PRESIDENTE
                     DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
                           di concerto con
                      IL MINISTRO DELL'INTERNO
  Vista la legge 23 agosto 1998, n. 400;
  Visto il decreto del Presidente  del Consiglio dei Ministri in data
22 ottobre  1998, con il quale  e' stato conferito al  Ministro Livia
Turco l'incarico di Ministro per la solidarieta' sociale;
  Visto il decreto del Presidente  del Consiglio dei Ministri in data
10 novembre 1998,  concernente delega di funzioni al  Ministro per la
solidarieta' sociale;
  Visto  l'art. 45  del decreto  legislativo 25  luglio 1998,  n. 286
"Testo   unico   delle   disposizioni   concernenti   la   disciplina
dell'immigrazione e norme sulla  condizione dello straniero" d'ora in
avanti denominato testo unico, che  istituisce il Fondo nazionale per
le politiche migratorie;
  Visto  il decreto  del Ministro  del tesoro,  del bilancio  e della
programmazione  economica   in  data  18  maggio   1998,  n.  135974,
registrato alla Corte dei conti in data 3 agosto 1998, registro n. 4,
foglio  n. 149,  con  il quale  e' stata  disposta  la variazione  in
aumento per l'importo di L.  70.500.000.000, in termini di competenza
e  cassa,  sul  capitolo  2964  "Fondo  nazionale  per  le  politiche
migratorie" iscritto  nello stato di previsione  della Presidenza del
Consiglio dei Ministri - tabella 2-12 Famiglia e solidarieta' sociale
- U.P.B.12.1.2.8 per l'anno finanziario 1998;
  Visto il  decreto del  Presidente della  Repubblica 5  agosto 1998,
recante  approvazione  del   documento  programmatico  relativo  alla
politica  dell'immigrazione e  degli stranieri  nel territorio  dello
Stato, a norma dell'art. 3 della legge 6 marzo 1998, n. 40;
  Visto  il decreto  del Presidente  del Consiglio  dei Ministri,  di
concerto  col  Ministro  dell'interno,   datato  28  settembre  1998,
registrato alla Corte dei conti in  data 3 novembre 1998, registro n.
3,  foglio  n. 67,  col  quale  si  e'  provveduto a  programmare  la
ripartizione dell'80% del Fondo nazionale delle politiche migratorie;
  Considerato  che  la  ripartizione   del  Fondo  per  le  politiche
migratorie   costituisce   un   atto   di   programmazione   generale
indispensabile affinche' lo Stato, le regioni, le province e i comuni
possano  adottare  nelle  materie di  propria  competenza,  programmi
annuali  o  pluriennali relativi  a  proprie  iniziative e  attivita'
concernenti l'immigrazione;
  Considerata   la  necessita'   e  l'urgenza   di  provvedere   alla
ripartizione del  residuo stanziamento  disponibile sul Fondo  per le
politiche migratorie;
  Vista la nota del Ministero dell'interno - Ufficio centrale per gli
affari  legislativi e  le relazioni  internazionali -  Serv. III,  n.
27-25/A-2 del  2 ottobre  1998, con  la quale  e' stato  trasmesso al
Consiglio di Stato per il  prescritto parere lo schema di regolamento
di attuazione del suddetto testo unico;
  Vista  la nota  n. 208/98  del  16 ottobre  1998, con  la quale  il
segretario generale  del Consiglio di  Stato ha comunicato  il parere
espresso nell'adunanza  del 12 ottobre 1998  dalla sezione consultiva
per gli atti normativi circa la necessita' di acquisire il preventivo
parere della conferenza Stato regioni;
  Considerato che  col suddetto decreto del  Presidente del Consiglio
dei Ministri  del 28 settembre 1998,  come previsto al punto  4 della
parte  terza  - politiche  di  integrazione,  del predetto  documento
programmatico, l'80% dei finanziamenti  ripartiti, pari a lire 45.120
milioni, sono  stati destinati  alle regioni  e il  20%, pari  a lire
11.280  milioni,  sono  stati  destinati a  interventi  di  carattere
statale;
  Considerato che  anche nella  ripartizione del residuo  20% vengono
utilizzate  le  stesse  percentuali,   per  cui  agli  interventi  di
carattere  regionale  possono   essere  assegnati  finanziamenti  per
ulteriori  11.280  milioni  e  per interventi  di  carattere  statale
possono essere assegnati finanziamenti per ulteriori 2.820 milioni;
  Considerato che non si sono verificate le condizioni per utilizzare
i  2.400 milioni  gia'  destinati al  Ministero  dell'interno per  le
esigenze previste  dall'art. 20 del  testo unico e che  pertanto tale
somma puo' essere destinata ad altre utilizzazioni;
  Considerato  che nella  ripartizione tra  le regioni  si e'  tenuto
conto dei seguenti parametri:
   presenza degli immigrati sul territorio (peso 60%);
   rapporto tra immigrati e popolazione locale (peso 10%);
  condizione  socioeconomica delle  aree di  riferimento -  indice di
disoccupazione (peso 30%);
  Visto che  su tali parametri  e' stata sentita la  conferenza Stato
citta' e autonomie  locali unificata con la  conferenza Stato regioni
nella seduta congiunta del 24 settembre 1998;
  Vista la nota dell'ISTAT n. SP/1146.98 del 16 settembre 1998 con la
quale  sono stati  comunicati  i  dati -  a  livello  regionale e  di
province  autonome  -  relativi  alla  popolazione  residente  al  31
dicembre 1997 e le medie per l'anno 1997 del tasso di disoccupazione;
  Vista     la     nota     del     Ministero     dell'interno     n.
50/7/3/2/Sett.Rel.Int.li  del 16  settembre 1998,  con la  quale sono
stati  comunicati  i dati  relativi  agli  immigrati soggiornanti  in
Italia al 31 dicembre 1997 suddivisi per regioni e province autonome;
                              Decreta:
  A  modifica di  quanto  stabilito dal  decreto  del Presidente  del
Consiglio dei Ministri del 28 settembre  1998, la somma di lire 2.400
milioni  gia' destinata  al  Ministero dell'interno  per le  esigenze
previste  dall'art. 20  del  testo unico  e'  destinata al  Ministero
dell'interno   per   gli   interventi   da   attivare   a   cura   di
quell'amministrazione a favore delle regioni  che devono far fronte a
esigenze  di  prima  accoglienza  a  causa  di  rilevanti  flussi  di
stranieri immigrati in aggiunta alla somma di lire 4.000 milioni gia'
assegnata  col  suddetto decreto  del  Presidente  del Consiglio  dei
Ministri del 28 settembre 1998.
  Il  residuo  20% dello  stanziamento  del  Fondo nazionale  per  le
politiche  migratorie pari  a  lire 14.100  milioni, viene  ripartito
nella seguente misura:
  la ulteriore somma di lire 160 milioni e' destinata alla Presidenza
del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per gli affari sociali, per
le  necessita' della  commissione per  le politiche  di integrazione,
art. 46 del  testo unico, in aggiunta alla somma  di lire 240 milioni
gia' assegnata col suddetto decreto  del Presidente del Consiglio dei
Ministri del 28 settembre 1998;
  la  ulteriore  somma  di  lire  2.660  milioni  e'  destinata  alla
Presidenza del Consiglio  dei Ministri - Dipartimento  per gli affari
sociali per gli  interventi da attivare a cura  di quel dipartimento,
in  aggiunta alla  somma di  lire  4.640 milioni  gia' assegnata  col
suddetto decreto  del Presidente  del Consiglio  dei Ministri  del 28
settembre 1998;
  la  ulteriore  somma  di  lire 11.280  milioni  e'  destinata  agli
interventi da  attivare dalle  regioni e  dalle province  autonome di
Trento e Bolzano  nel misura sottoindicata in aggiunta  alla somma di
lire  45.120  milioni,  gia'   assegnata  col  suddetto  decreto  del
Presidente del Consiglio dei Ministri del 28 settembre 1998:
                                                      Lire
                                                       __
Piemonte ........................................    694.525.000
Valle d'Aosta ...................................     19.238.000
Lombardia .......................................  2.077.128.000
Provincia autonoma di Trento ....................     74.721.000
Provincia autonoma di Bolzano ...................     75.354.000
Veneto ..........................................    771.692.000
Friuli-Venezia Giulia ...........................    316.875.000
Liguria .........................................    280.836.000
Emilia-Romagna ..................................    757.018.000
Toscana .........................................    688.984.000
Umbria ..........................................    198.012.000
Marche ..........................................    210.591.000
Lazio ...........................................  2.503.655.000
Abruzzo .........................................    149.174.000
Molise ..........................................     16.642.000
Campania ........................................    920.158.000
Puglia ..........................................    377.670.000
Basilicata ......................................     32.319.000
Calabria ........................................    206.223.000
Sicilia .........................................    773.504.000
Sardegna ........................................    135.681.000
  Il presente decreto sara' trasmesso agli organi di controllo per la
registrazione.
  Il  presente decreto  verra'  pubblicato  nella Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana.
   Roma, 17 dicembre 1998
                                             p. Il Presidente
                                        del Consiglio dei Ministri
                                                 Turco
Il Ministro dell'interno
   Russo Jervolino
Registrato alla Corte dei conti il 28 gennaio 1999
Registro n. 1 Presidenza del Consiglio dei Ministri, foglio n. 36