IL DIRETTORE GENERALE
               dell'emigrazione e degli affari sociali
                           di concerto con
                  IL DIRETTORE GENERALE DEI SERVIZI
                  CIVILI DEL MINISTERO DELL'INTERNO
                                  e
                  IL DIRETTORE GENERALE DEL TESORO
                      DEL MINISTERO DEL TESORO
  Visto il decreto  ministeriale del 30 giugno 1997 con  cui e' stato
dichiarato lo stato  di necessita' al rimpatrio  dalla Repubblica del
Congo a partire dal 5 giugno 1997;
  Ritenuto che, a seguito del perdurare dello stato di tensione nella
Repubblica del Congo, permanga la situazione di carattere eccezionale
che ha costretto i cittadini  italiani ivi residenti a rimpatriare, a
decorrere dal 5 giugno 1997;
  Considerate   le   comunicazioni    a   tale   riguardo   pervenute
dall'Ambasciata d'Italia in Brazzaville;
  Visto l'art. 2, commi 4 e 7 della legge 26 dicembre 1981, n. 763;
  Visto il decreto legislativo del 3 febbraio 1993, n. 29, articoli 3
e 16;
  Ritenuto che tale  stato di necessita' va dichiarato  anche ai fini
della  disposizione sul  reinsediamento contenuta  nell'art. 8  della
legge 15 ottobre 1991, n. 344;
                              Decreta:
  E'  prorogata l'esistenza  dello stato  di necessita'  al rimpatrio
dalla Repubblica  del Congo dei  cittadini italiani ivi  residenti, a
decorrere dal 5 giugno 1999.
   Roma, 14 giugno 1999
                        Il direttore generale
               dell'emigrazione e degli affari sociali
                              Ferrarin
               Il direttore generale dei servizi civili
                              del Mese
                   Il direttore generale del tesoro
                               Draghi