Il Ministro dei Trasporti e della navigazione

  Visto  l'art.  229  del  nuovo  codice  della  strada approvato con
decreto   legislativo   30   aprile  1992,  n.  285,  pubblicato  nel
supplemento  ordinario  alla  Gazzetta Ufficiale n. 114 del 18 maggio
1992  che  delega  i Ministri della Repubblica a recepire, secondo le
competenze  loro  attribuite,  le  direttive  comunitarie afferenti a
materie disciplinate dallo stesso codice;
  Visto l'art. 71 del nuovo codice della strada che ai commi 2, 3 e 4
stabilisce   la   competenza  del  Ministro  dei  trasporti  e  della
navigazione  a decretare in materia di norme costruttive e funzionali
dei  veicoli  a  motore  e  dei  loro rimorchi ispirandosi al diritto
comunitario;   Visto  il  decreto  ministeriale  8  maggio  1995,  di
recepimento  delle  direttive  92/53/CEE  e  93/81/CEE concernenti il
ravvicinamento   delle   legislazioni  degli  Stati  membri  relative
all'omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, pubblicato
nel  supplemento  ordinario  alla  Gazzetta  Ufficiale  n. 148 del 27
giugno   1995,  che  costituisce  l'ultimo  testo  consolidato  della
direttiva   70/156/CEE,   come   da  ultimo  modificato  dal  decreto
ministeriale 13 maggio 1999, di recepimento della direttiva 98/91/CE,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 133 del 9 giugno 1999;
  Visto  il  decreto  ministeriale  5  agosto  1974,  pubblicato  nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 251 del 26 settembre
1974,  di attuazione della direttiva 74/60/CEE relativa alle finiture
interne  dei  veicoli  a motore (parti interne dell'abitacolo diverse
dal  o dai retrovisori interni, disposizioni degli organi di comando,
tetto, anche se apribile, schienale e parte posteriore dei sedili);
  Visto  il  decreto  ministeriale  15  ottobre  1978, pubblicato nel
supplemento  ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 345 del 12 dicembre
1978,  di  attuazione  della  direttiva 78/632/CEE, con il quale sono
state  modificate  ed  integrate le disposizioni del predetto decreto
ministeriale  5 agosto 1974 pubblicato nel supplemento ordinario alla
Gazzetta Ufficiale n. 251 del 26 settembre 1974;
  Visto  il  decreto  ministeriale  28  dicembre 1982, pubblicato nel
supplemento  ordinario  alla  Gazzetta  Ufficiale  n. 86 del 29 marzo
1983,  con  il quale e' stato sostituito il secondo comma dell'art. 3
del  decreto ministeriale 15 ottobre 1978, pubblicato nel supplemento
ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 345 del 12 dicembre 1978;
  Vista la direttiva 2000/4/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio
del  28  febbraio  2000,  pubblicata  nella  Gazzetta Ufficiale delle
Comunita'  europee  n.  L  87  dell'8  aprile  2000,  che modifica la
direttiva 74/60/CEE del Consiglio, relativa alle finiture interne dei
veicoli   a   motore   (parti   interne  dell'abitacolo  diverse  dai
retrovisori  interni,  disposizione  degli organi di comando, tetto o
tetto apribile, schienale e parte posteriore dei sedili);

                               Adotta

                        il seguente decreto:

                               Art. 1.

  1. Il titolo del decreto ministeriale 5 agosto 1974, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 251 del 26 settembre
1974,  di  recepimento  della  direttiva  74/60/CEE,  come  da ultimo
modificato dal presente decreto, e' sostituito dal seguente:
"Norme relative alle finiture interne dei veicoli a motore".