IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
  Visto  l'art. 70 del decreto del Presidente della Repubblica del 24
luglio  1977, n. 616, concernente il trasferimento alle regioni delle
funzioni   amministrative  relative  agli  interventi  conseguenti  a
calamita'   naturali   o   avversita'   atmosferiche   di   carattere
eccezionale;
  Visto  l'art.  14  della legge 15 ottobre 1981, n. 590, che estende
alle  regioni a statuto speciale e alle province autonome di Trento e
Bolzano  l'applicazione dell'art. 70 del decreto del Presidente della
Repubblica  24 luglio  1977,  n.  616,  nonche' le disposizioni della
stessa legge n. 590/1981;
  Vista  la  legge  14  febbraio  1992,  n. 185, concernente la nuova
disciplina del Fondo di solidarieta' nazionale;
  Visto  l'art.  2 della legge 18 luglio 1996, n. 380, di conversione
del  decreto-legge 17 maggio 1996, n. 273, che estende gli interventi
compensativi  del  Fondo  alle  produzioni  non  assicurate ancorche'
assicurabili;
  Visto  l'art.  2, comma 2 della legge 14 febbraio 1992, n. 185, che
demanda   al   Ministro  delle  politiche  agricole  e  forestali  la
dichiarazione  dell'esistenza  di  eccezionale calamita' o avversita'
atmosferica, attraverso la individuazione dei territori danneggiati e
le  provvidenze da concedere sulla base delle specifiche richieste da
parte delle regioni e province autonome;
  Vista  la  richiesta  di  declaratoria  della regione Sicilia degli
eventi   calamitosi  di  seguito  indicati,  per  l'applicazione  nei
territori  danneggiati  delle  provvidenze  del Fondo di solidarieta'
nazionale:
    siccita' dal 1 aprile 2001 al 30 novembre 2001 nella provincia di
Palermo;
    siccita'  dal  1 settembre 2001 al 30 aprile 2002 nella provincia
di Enna;
    gelate  dal  24 marzo  2002  al  31 marzo 2002 nella provincia di
Catania;
  Accertata   l'esistenza  del  carattere  eccezionale  degli  eventi
calamitosi segnalati, per effetto dei danni alle produzioni;
                              Decreta:
  E'  dichiarata  l'esistenza  del carattere eccezionale degli eventi
calamitosi elencati a fianco delle sottoindicate province per effetto
dei  danni  alle  produzioni nei sottoelencati territori agricoli, in
cui  possono  trovare  applicazione  le specificate provvidenze della
legge 14 febbraio 1992, n. 185:
    Catania:   gelate  del  24  marzo  2002,  del  31  marzo  2002  -
provvidenze  di  cui  all'art.  3,  comma  2, lettere b), c), d), nel
territorio dei comuni di Adrano, Biancavilla, Maniace, Ragalna, Santa
Maria di Licodia, Trecastagni, Viagrande, Zafferana Etnea;
    Enna:  siccita'  dal  1  settembre  2001  al  30  aprile  2002  -
provvidenze  di  cui  all'art.  3,  comma  2, lettere b), c), d), nel
territorio   dei   comuni  di  Agira,  Aidone,  Assoro,  Barrafranca,
Calascibetta,   Catenanuova,   Centuripe,   Cerami,   Enna,  Gagliano
Castelferrato,   Leonforte,   Nicosia,   Nissoria,  Piazza  Armerina,
Pietraperzia,  Regalbuto,  Sperlinga,  Troina,  Valguarnera Caropepe,
Villarosa,  limitatamente  alle  colture  di  cereali,  leguminose da
granella, prati e pascoli;
    Palermo:  siccita'  dal  1  aprile  2001  al  30  novembre 2001 -
provvidenze  di  cui all'art. 3, comma 2, lettere b), c), d), f), nel
territorio  dei  comuni  di  Altavilla  Milicia, Altofonte, Bagheria,
Belmonte  Mezzagno,  Bisacquino,  Bolognetta,  Caccamo,  Caltavuturo,
Castelbuono,   Casteldaccia,   Cefalu',   Cerda,   Chiusa   Sclafani,
Collesano, Giuliana, Lascari, Mezzojuso, Misilmeri, Monreale, Polizzi
Generosa,  Pollina,  Prizzi,  San  Mauro  Castelverde,  Santa Flavia,
Sciara,  Scillato, Sclafani Bagni, Termini Imerese, Torretta, Trabia,
Ventimiglia di Sicilia, limitatamente alla coltura dell'olivo.
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
    Roma, 6 settembre 2002
                                                Il Ministro: Alemanno