IL DIRETTORE GENERALE
             per il coordinamento incentivi alle imprese
  Vista  la legge 17 febbraio 1982, n. 46, e successive modificazioni
che  ha  istituito  il  fondo  speciale  rotativo  per  l'innovazione
tecnologica (FIT);
  Vista  la  direttiva  del  Ministro dell'industria, del commercio e
dell'artigianato  del  16 gennaio  2001  recante  le direttive per la
gestione degli interventi del FIT;
  Visto  in  particolare  l'art.  11  della  precitata  direttiva del
16 gennaio  2001  che destina una quota non superiore al 30 per cento
delle  risorse  del  FIT all'incentivazione di programmi di rilevante
interesse  per  lo sviluppo tecnologico e produttivo del Paese ovvero
riferiti   a   sistemi  produttivi  locali  omogenei  o  a  distretti
industriali;
  Vista  la  circolare  del Ministero dell'industria, del commercio e
dell'artigianato,  11 maggio  2001,  n.  1034240,  esplicativa  della
direttiva sopra richiamata;
  Vista   la   circolare  del  Ministero  delle  attivita'  poduttive
26 ottobre  2001,  contenente  l'elenco  dei  gestori  concessionari,
incaricati  di  effettuare  le  istruttorie sui programmi di sviluppo
precompetitivo;
  Visto  il decreto del Ministero delle attivita' produttive 7 agosto
2003,  riguardante  termini, criteri e modalita' di effettuazione del
bando tematico territoriale relativo alla regione Lombardia;
  Visto   il   parere   assunto  dal  comitato  tecnico  della  legge
17 febbraio  1982,  n.  46, nelle riunioni del 10 e 31 marzo 2004 sui
progetti  di  massima,  presentati  ai  sensi  del  precitato decreto
7 agosto  2003,  ¬ęBando  tematico  territoriale relativo alla regione
Lombardia¬Ľ;
                              Decreta:
                               Art. 1.
  Le  iniziative  inserite  nella  graduatoria  relativa  al  decreto
7 agosto  2003  -  Bando  tematico territoriale relativo alla regione
Lombardia, sono riportate nell'allegato 1 al presente decreto.
  Al   fine  di  facilitare  la  lettura  dei  dati  contenuti  nella
graduatoria  e  l'individuazione  di  ciascuna iniziativa ammissibile
nella  medesima  graduatoria,  si  forniscono,  nell'allegato  2,  le
opportune note esplicative.