IL MINISTRO DELL'INTERNO
    Visto  l'art.  25, comma 7, della legge 28 dicembre 2001, n. 448,
che  ha istituito, presso il Ministero dell'interno, il Ā«Fondo per la
tutela  e  lo  sviluppo  economico-sociale  delle  isole  minoriĀ»  da
destinare all'adozione di interventi per la salvaguardia ambientale e
lo  sviluppo economico-sociale delle isole minori individuate tra gli
ambiti territoriali indicati nell'allegato A della predetta legge;
    Visto  l'art. 25, comma 8, della citata legge n. 448 del 2001 che
quantifica,  per l'anno 2002, le risorse del Fondo per la tutela e lo
sviluppo  economico-sociale  delle  isole  minori in 51.645.689,90 di
euro  ridotti  a  46.395.390 di euro in conseguenza dell'adozione dei
provvedimenti  previsti  dal  decreto-legge 6 settembre 2002, n. 194,
convertito, con modificazioni, dalla legge 31 ottobre 2002, n. 246;
    Visto  il  decreto  del Presidente del Consiglio dei Ministri del
7 marzo  2003, emanato ai sensi dell'art. 25, comma 9, della legge n.
448  del  2001,  che  ha  individuato la tipologia ed i settori degli
interventi  che  possono  essere  ammessi ad accedere al Fondo per la
tutela e lo sviluppo economico-sociale delle isole minori;
    Visto  il decreto del Ministro dell'interno del 15 marzo 2004, n.
163, con il quale, ai sensi dell'art. 25, comma 9, della legge n. 448
del  2001  sono stati definiti i criteri e le modalita' di accesso al
Fondo  per  la  tutela  e  lo  sviluppo economico-sociale delle isole
minori;
    Visto,  in  particolare,  l'art.  8 del citato decreto n. 163 del
2004  che  demanda  ad apposito decreto del Ministro dell'interno, da
pubblicare   nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  italiana,
l'individuazione  dei progetti ammessi al finanziamento del Fondo per
la tutela e lo sviluppo economico-sociale delle isole minori, secondo
i criteri e le modalita' previsti dallo stesso provvedimento;
    Visto,   inoltre,   l'art.  6,  comma  2,  dello  stesso  decreto
regolamentare  che  affida  ad  apposita Commissione, da nominare con
decreto del Ministro dell'interno, le funzioni di:
      -- verificare   la   ricevibilita'  formale  delle  domande  di
finanziamento;
      -- verificare  i  requisiti  soggettivi  di  cui all'art. 3 del
decreto del Ministro dell'interno n. 163 del 2004;
      -- valutare  se  le domande di finanziamento siano coerenti con
le  previsioni di cui all'art. 25, commi 7, 8 e 9, della legge n. 448
del  2001  e con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
del 7 marzo 2003;
      -- verificare   che,   unitamente   alle   domande,  sia  stata
presentata  la  documentazione  richiesta dall'art. 4 del decreto del
Ministro dell'interno n. 163 del 2004;
      -- valutare  la sostenibilita' tecnica, ambientale, economica e
finanziaria  dei progetti oggetto delle domande di finanziamento ed i
tempi di avviamento dei lavori;
      -- accertare la capacita' dei progetti oggetto delle domande di
finanziamento  di  offrire  uno  sviluppo  stabile  e qualificato, la
compatibilita'  dei  progetti  con  gli  strumenti  di programmazione
sovraordinati  relativi  al  bacino  territoriale di riferimento e la
coerenza   con   la   specifica  normativa  e  disciplina  di  tutela
ambientale;
      -- redigere  l'elenco  delle  domande risultate in possesso dei
prescritti  requisiti  formali  e  sostanziali, con l'indicazione per
ciascuna  di  esse del relativo punteggio alla stregua dei criteri di
cui all'art. 7 del decreto del Ministro dell'interno n. 163 del 2004;
      -- avanzare  specifica  proposta  al  Ministro dell'interno per
l'assegnazione  delle  risorse  del Fondo per la tutela e lo sviluppo
economico sociale delle isole minori;
    Tenuto  conto che la Commissione, a conclusione dei lavori svolti
in  esecuzione  delle  funzioni  sopra  richiamate,  ha  escluso  dal
finanziamento   i   progetti   presentati   dagli   enti   ricompresi
nell'allegato  1,  per  i motivi a fianco di ciascuno indicati ed, in
linea generale, riconducibili:
      -- alla mancanza dei requisiti soggettivi di cui all'art. 3 del
decreto del Ministro dell'interno n. 163 del 2004;
      -- alla mancata presentazione della documentazione richiesta ai
sensi dell'art. 4 del predetto decreto;
      -- all'insussistenza  dei requisiti sostanziali di cui all'art.
6, comma 2, sempre del medesimo decreto ministeriale;
    Tenuto  conto  del  riparto del Fondo per la tutela e lo sviluppo
economico  sociale delle isole minori effettuato ai sensi dell'art. 5
del  decreto  del  Ministro dell'interno 15 marzo 2004, n. 163, quale
risultante   dal  prospetto  all'uopo  rassegnato  dalla  Commissione
(allegato 2);
    Tenuto  conto  della  graduatoria  delle domande di finanziamento
formata  dalla  Commissione  ai  sensi  dell'art.  7  del decreto del
Ministro dell'interno 15 marzo 2004, n. 163 (allegato 3);
    Tenuto   conto  della  proposta  con  la  quale  la  Commissione,
richiamando   anche   le   prescrizioni   formulate   dal   Ministero
dell'ambiente nei pareri espressi sui progetti oggetto delle predette
domande  ai  sensi  dell'art. 4, comma 1, lettera g), del decreto del
Ministro  dell'interno  n.  163  del  2004, ha individuato i progetti
ammessi  a  partecipare all'assegnazione del Fondo per la tutela e lo
sviluppo  economico  sociale delle isole minori (allegato 4) e quelli
nei  confronti  dei quali, a causa dell'insufficienza delle quote del
Fondo,  assegnate  ai  sensi dell'art. 5 del predetto decreto, non e'
stato  concesso  alcun  finanziamento  o  e' stato concesso in misura
inferiore rispetto a quanto richiesto (allegato 5);
    Considerato che le proposte della Commissione sono coerenti con i
criteri  dettati  dal  decreto  del  Ministro dell'interno n. 163 del
2004;
                              Decreta:
                               Art. 1.
Progetti  ammessi  al  finanziamento  del  Fondo  per  la tutela e lo
            sviluppo economico sociale delle isole minori
    Sono  ammessi al finanziamento a carico del Fondo per la tutela e
lo  sviluppo economico sociale delle isole minori, nel rispetto anche
di quanto previsto dall'art. 6, comma 3, primo e secondo periodo, del
decreto del Ministro dell'interno n. 163 del 2004, gli enti locali ed
i  progetti  indicati  negli  elenchi di cui agli allegati 4 e 5, che
formano   parte   integrante   del   presente  decreto,  e  relativi,
rispettivamente,  alla  assegnazione  della  quota  del  fondo di cui
all'art.  5  del decreto n. 163 del 2004 e della quota residua di cui
all'art. 6, comma 3, ultimo periodo, dello stesso decreto.
    Il  presente  decreto  sara'  pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
      Roma, 13 dicembre 2004
                                              p.  Il Ministro: d'Ali'