IL COMITATO INTERMINISTERIALE 
                   PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA 
 
  Vista la legge 26 febbraio 1992, n. 211, e viste le leggi 30 maggio
1995, n. 204; 4 dicembre 1996, n. 611; 27 febbraio 1998,  n.  30;  18
giugno 1998, n. 194; 23 dicembre 1998, n. 448; 7  dicembre  1999,  n.
472; 23 dicembre 1999, n.  488;  23  dicembre  2000,  n.  388,  e  il
decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto
2008, n.  133,  con  le  quali  tra  l'altro  e'  stato  rifinanziato
l'articolo 9 della citata legge n. 211/1992 e/o  sono  state  dettate
norme integrative o modificative; 
  Vista la legge 21 dicembre  2001,  n.  443,  che,  all'art.  1,  ha
stabilito  che  le  infrastrutture  pubbliche   e   private   e   gli
insediamenti strategici  e  di  preminente  interesse  nazionale,  da
realizzare per la modernizzazione e lo sviluppo  del  Paese,  vengano
individuati dal Governo attraverso un programma formulato  secondo  i
criteri e le indicazioni procedurali contenuti nello stesso articolo,
demandando  a  questo  Comitato  di  approvare,  in  sede  di   prima
applicazione della legge, il suddetto programma entro il 31  dicembre
2001; 
  Vista la legge 1° agosto 2002, n. 166, che all'articolo 13 -  oltre
ad autorizzare limiti d'impegno quindicennali per la progettazione  e
la realizzazione delle  opere  incluse  nel  Programma  approvato  da
questo Comitato - reca modifiche al menzionato articolo 1 della legge
n. 443/2001; 
  Visto l'articolo 11 della legge 16  gennaio  2003,  n.  3,  recante
"Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica  amministrazione",
secondo il quale, a decorrere dal 1° gennaio 2003, ogni  progetto  di
investimento pubblico deve  essere  dotato  di  un  codice  unico  di
progetto (CUP); 
  Visto il decreto  legislativo  12  aprile  2006,  n.  163,  recante
"Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture
in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE", e  s.m.i.,  e
visti in particolare: 
  - la parte II, titolo III, capo IV, concernente "Lavori relativi  a
infrastrutture   strategiche    e    insediamenti    produttivi"    e
specificamente  l'articolo  163,  che  conferma  la   responsabilita'
dell'istruttoria e la funzione di supporto alle attivita'  di  questo
Comitato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che  puo'
in proposito avvalersi di apposita "Struttura tecnica  di  missione",
alla quale e' demandata la responsabilita' di assicurare la  coerenza
tra  i  contenuti  della  relazione   istruttoria   e   la   relativa
documentazione a supporto; 
  - l'articolo 256, che ha abrogato il decreto legislativo 20  agosto
2002, n. 190, concernente l'"Attuazione della legge n.  443/2001  per
la realizzazione delle infrastrutture e degli insediamenti produttivi
strategici e di interesse nazionale", come integrato e modificato dal
decreto legislativo 17 agosto 2005, n. 189; 
  Vista la  legge  13  agosto  2010,  n.  136,  come  modificata  dal
decreto-legge 12 novembre 2010, n. 187,  convertito  dalla  legge  17
dicembre 2010, n. 217, concernente  "Piano  straordinario  contro  le
mafie, nonche' delega al Governo in materia di normativa  antimafia",
che, tra l'altro,  definisce  le  sanzioni  applicabili  in  caso  di
inosservanza degli obblighi previsti dalla legge stessa, tra  cui  la
mancata apposizione del CUP sugli strumenti di pagamento; 
  Visto il decreto-legge  6  luglio  2011,  n.  98,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 15  luglio  2011,  n.  111,  e  s.m.i  che
all'articolo 32, comma 1, e s.m.i., che  istituisce  nello  stato  di
previsione del Ministero delle  infrastrutture  e  dei  trasporti  il
"Fondo infrastrutture ferroviarie, stradali e  relativo  a  opere  di
interesse strategico", con una dotazione di 930  milioni  per  l'anno
2012 e 1.000 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2013 al 2016
e che stabilisce che le risorse del Fondo sono assegnate dal CIPE, su
proposta del  Ministro  delle  infrastrutture  e  dei  trasporti,  di
concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze; 
  Visto  il  decreto-legge  22  dicembre  2011,   n.   211,   recante
"Interventi  urgenti  per  il  contrasto  della  tensione   detentiva
determinata dal sovraffollamento delle carceri", convertito in legge,
con modificazioni, dall'articolo 1, comma 1, della legge 17  febbraio
2012, n. 9, che all'articolo 3-ter,  comma  6,  assegna  risorse  per
disposizioni  volte  al   definitivo   superamento   degli   ospedali
psichiatrici giudiziari, tra cui 60 milioni di euro, per l'anno 2013,
mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui  al  sopra  citato
decreto-legge n. 98/2011, articolo 32, comma 1; 
  Vista la delibera 21 dicembre 2001, n. 121, (G.U. n. 51/2002 S.O.),
con la quale questo Comitato, ai sensi del piu' volte richiamato art.
1 della legge  n.  443/2001,  ha  approvato  il  1°  Programma  delle
infrastrutture strategiche, che include -  nell'ambito  dei  "Sistemi
urbani" - la voce "Brescia metropolitana"; 
  Vista la delibera 27 dicembre 2002, n. 143 (G.U. n. 87/2003, errata
corrige in G.U.  n.  140/2003),  con  la  quale  questo  Comitato  ha
definito il sistema per  l'attribuzione  del  CUP,  che  deve  essere
richiesto dai  soggetti  responsabili  di  cui  al  punto  1.4  della
delibera stessa; 
  Vista la delibera 25 luglio 2003, n. 63 (G.U. n. 248/2003), con  la
quale questo Comitato  ha  formulato,  tra  l'altro,  indicazioni  di
ordine  procedurale  riguardo  alle  attivita'  di  supporto  che  il
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e' chiamato a svolgere
ai fini dalla vigilanza sull'esecuzione degli interventi inclusi  nel
Programma delle infrastrutture strategiche; 
  Vista la delibera 29 settembre 2004, n. 24 (G.U. n. 276/2004),  con
la quale  questo  Comitato  ha  stabilito  che  il  CUP  deve  essere
riportato su tutti i documenti amministrativi e  contabili,  cartacei
ed informatici, relativi a progetti d'investimento pubblico,  e  deve
essere utilizzato nelle banche dati  dei  vari  sistemi  informativi,
comunque interessati ai suddetti progetti; 
  Vista la delibera 29 marzo 2006, n. 104 (G.U.  n.  273/2006  S.O.),
con la quale questo Comitato ha: 
  -  concesso  in  via   programmatica,   all'intervento   denominato
"Metropolitana leggera  automatica  metrobus  di  Brescia:  modifiche
migliorative  del  1°  lotto  funzionale  Prealpino-S.  Eufemia",  un
contributo di 3,6 milioni di euro per  quindici  anni,  imputato  sui
fondi di cui all'art. 1, comma 78, della legge 23 dicembre  2005,  n.
266 (legge finanziaria 2006), e suscettibile di sviluppare, al  tasso
all'epoca praticato dalla Cassa depositi e  prestiti,  un  volume  di
investimenti di 40 milioni di euro; 
  - subordinato l'assegnazione definitiva del suddetto contributo  ad
adempimenti posti a carico del soggetto aggiudicatore; 
  Vista la delibera 6 aprile 2006, n. 130 (G.U. n. 199/2006), con  la
quale  questo  Comitato  -  nel  rivisitare  il  1°  Programma  delle
infrastrutture strategiche come ampliato con delibera 18 marzo  2005,
n. 3 (G.U. n.  207/2005)  -  all'allegato  2  ha  confermato,  fra  i
"Sistemi urbani", l'opera "Brescia  metropolitana",  individuando  in
particolare  l'intervento  "Metropolitana  leggera   di   Brescia   -
Metrobus: modifiche migliorative del 1° lotto funzionale Prealpino-S.
Eufemia"; 
  Vista la delibera 23 novembre 2007, n. 126 (G.U. n. 216/2008),  con
la quale questo Comitato ha: 
  - assegnato definitivamente il contributo di 3,6 milioni  di  euro,
di cui alla predetta delibera n. 104/2006, suscettibile di sviluppare
il volume d'investimenti aggiornato di 38,2 milioni di euro; 
  -  assegnato  l'ulteriore  contributo  di  0,2  milioni  di   euro,
suscettibile di sviluppare un volume d'investimenti di 1,8 milioni di
euro, si' da assicurare l'integrale finanziamento dei 40  milioni  di
euro di cui alla stessa delibera n. 104/2006; 
  Viste le delibere adottate da questo Comitato in applicazione della
succitata  legge  n.  211/1992   e   successivi   rifinanziamenti   e
concernenti la "Metropolitana leggera automatica di Brescia" e vista,
in particolare, la delibera 31 luglio 2009, n. 53 (G.U. n.  14/2010),
con la quale: 
  - e' stato approvato il piano di riparto  delle  risorse  stanziate
dall'articolo 63, commi 12 e 13, del citato decreto-legge  25  giugno
2008, n. 112, individuando tra l'altro  6,7  milioni  di  euro  quale
quota massima di partecipazione statale  ai  maggiori  oneri  per  il
finanziamento di opere di completamento relative  alla  Metropolitana
leggera di Brescia, 1°  lotto  funzionale  Prealpino  -  S.  Eufemia,
resesi  necessarie,  in  particolare,   a   seguito   di   situazioni
imprevedibili conseguenti a ritrovamenti archeologici e  a  richieste
formulate dai Vigili del fuoco; 
  - e' stato previsto che, per gli interventi inseriti  nel  suddetto
piano di riparto, il Ministero delle infrastrutture e  dei  trasporti
avrebbe  quantificato  gli  importi  definitivi  dei  contributi   da
riconoscere in base al costo accertato dal Ministero stesso, entro il
tetto massimo costituito dai contributi sopra individuati e  comunque
nei limiti della percentuale di contribuzione  statale  riconoscibile
agli interventi del settore (60 per cento del costo delle opere); 
  Vista la delibera 18 novembre 2010, n. 81 (GU n. 95/2011),  con  la
quale questo Comitato ha espresso parere favorevole sull'8°  Allegato
infrastrutture alla Decisione di finanza pubblica (DFP) per gli  anni
2011-2013, che include, nella  tabella  1  "Programma  infrastrutture
strategiche  aggiornamento  2010",  l'intervento  "Metropolitana   di
Brescia,  tratta  Prealpino-S.  Eufemia  -   opere   migliorative   e
interventi correlati - ulteriori adeguamenti"; 
  Vista la delibera 23 marzo 2012, n. 26 (G.U. n. 208/2012),  con  la
quale questo Comitato, per il finanziamento di  "ulteriori  opere  di
completamento" relative all'intervento sopra richiamato, ha: 
  - assegnato 41,6 milioni di euro, a  valere  sulle  risorse  recate
dall'articolo 32, comma 1, del citato decreto-legge n.  98/2011,  per
il finanziamento di una prima tranche delle opere in questione; 
  - assegnato programmaticamente 30 milioni di euro, sempre a  valere
sulle risorse recate dall'articolo 32, comma 1, del decreto-legge  n.
98/2011, per il finanziamento di una seconda tranche  delle  medesime
opere; 
  Vista la delibera 26 ottobre 2012, n. 97, adottata  nella  presente
seduta, con la quale il Comitato ha approvato  la  rimodulazione  del
citato "Fondo infrastrutture ferroviarie, stradali e relativo a opere
di interesse  strategico"  di  cui  all'articolo  32,  comma  1,  del
decreto-legge n. 98/2011, confermando, tra l'altro,  le  assegnazioni
di cui alla suddetta delibera n. 26/2012 e individuandone la seguente
nuova articolazione temporale: 
    

---------------------------------------------------------------------
                                                    (milioni di euro)
---------------------------------------------------------------------
                            2012   2013   2014   2015   2016   Totale
---------------------------------------------------------------------
Ulteriori opere di
completam.to - 1^ tranche   15,0    ---    9,0    3,5   14,1    41,6
---------------------------------------------------------------------
ulteriori opere di           2,7    ---    1,0    2,3   16,7    22,7
completam.to                -----------------------------------------
- 2^ tranche                 0,3    1,0    ---    1,5    4,5     7,3
---------------------------------------------------------------------
Totale                      18,0    1,0   10,0    7,3   35,3    71,6
---------------------------------------------------------------------

    
  Vista la nota 2 ottobre 2012, n. 34616, con la quale  il  Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti ha trasmesso  la  documentazione
istruttoria  concernente,  tra  l'altro,  la  "Metropolitana  leggera
automatica Metrobus di Brescia, 1° lotto funzionale  Prealpino  -  S.
Eufemia  -  opere  di  completamento  2^   tranche   -   assegnazione
finanziamento"; 
  Vista la nota 23 ottobre 2012, n. 37257, con  la  quale  il  citato
Ministero ha  proposto,  tra  l'altro,  l'iscrizione  all'ordine  del
giorno del suddetto argomento; 
  Tenuto conto dell'esame della proposta svolto ai sensi del  vigente
regolamento di questo Comitato (articolo 3 della delibera  30  aprile
2012, n. 62); 
  Vista la nota 25 ottobre 2012, n. 4353, predisposta  congiuntamente
dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri  -  Dipartimento  per  la
programmazione e il coordinamento della politica economica  (DIPE)  e
dal  Ministero  dell'economia  e  delle  finanze  e  posta   a   base
dell'odierna seduta del Comitato,  contenente  le  valutazioni  e  le
prescrizioni da riportare nella presente delibera; 
  Su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti; 
  Acquisita in seduta l'intesa del  Ministro  dell'economia  e  delle
finanze; 
 
                             Prende atto 
 
  1. delle risultanze dell'istruttoria  svolta  dal  Ministero  delle
infrastrutture e dei trasporti e in particolare: 
  - che, con voto n. 487/211  del  22  maggio  2012,  la  Commissione
interministeriale ex lege 29 dicembre 1969, n. 1042,  integrata  come
previsto dall'articolo 5 della legge  n.  211/1992,  ha  valutato  la
seconda tranche delle "ulteriori opere di completamento", per il  cui
finanziamento la citata delibera di questo Comitato n. 26/2012  aveva
disposto l'assegnazione programmatica di 30 milioni di euro; 
  -  che,  relativamente  alle  opere  sopra  citate,   la   predetta
Commissione non  ha  ritenuto  di  sottoporre  a  valutazione  alcuni
interventi, in quanto non strettamente  connessi  alla  metropolitana
anche se ad essa funzionali (i terminali d'interscambio),  mentre  ha
valutato in  22,739  milioni  di  euro  il  costo  ammissibile  della
rimanente parte delle opere connesse alla metropolitana in questione; 
  - che  il  quadro  economico  generale  dell'intervento  in  esame,
comprensivo del  costo  aggiornato  delle  opere,  incluse  tutte  le
ulteriori opere di completamento, del maggior costo dei materiali  da
costruzione e degli ulteriori oneri  per  la  gestione  dell'appalto,
conferma il costo totale di 777,1 milioni di euro, al netto  di  IVA,
con la seguente articolazione: 
    

---------------------------------------------------------------------
                                                    (milioni di euro)
---------------------------------------------------------------------
                     VOCE                                IMPORTO
---------------------------------------------------------------------
Opere civili (compreso adeguamento antisismico)            370,3
---------------------------------------------------------------------
Opere di sistema                                           250,2
---------------------------------------------------------------------
Materiale rotabile                                          51,8
---------------------------------------------------------------------
Incremento costi materiali                                   6,8
---------------------------------------------------------------------
Parcheggio d'interscambio Lamarmora                          8,8
---------------------------------------------------------------------
Imprevisti                                                   5,6
---------------------------------------------------------------------
Ulteriori oneri per la gestione dell'appalto
(espropri, spese di progettazione, VIA, atti
di transazione, ecc.)                                       83,6
---------------------------------------------------------------------
TOTALE                                                     777,1
---------------------------------------------------------------------

    
  - che il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti  propone  a
questo Comitato di assegnare definitivamente,  per  la  realizzazione
della quota parte della seconda  tranche  delle  ulteriori  opere  di
completamento della "Metropolitana  leggera  automatica  Metrobus  di
Brescia, 1° lotto funzionale Prealpino  -  S.  Eufemia",  oggetto  di
valutazione positiva della citata  Commissione  interministeriale  ex
lege n. 1042/1969, 22,7 milioni di euro a valere sui  30  milioni  di
euro assegnati  programmaticamente  con  la  richiamata  delibera  n.
26/2012, e imputati sulle risorse di cui all'articolo  32,  comma  1,
del decreto-legge n. 98/2011; 
  - che la copertura finanziaria del 1° lotto in  esame,  comprensiva
del  finanziamento  da  assegnare  definitivamente  con  la  presente
delibera, e' cosi' articolata: 
    

---------------------------------------------------------------------
                                                    (milioni di euro)
---------------------------------------------------------------------
              TIPOLOGIA FINANZIAMENTO                    IMPORTO
---------------------------------------------------------------------
- Stato
---------------------------------------------------------------------
  legge n. 211/1992 e rifinanziamenti                      244,4
---------------------------------------------------------------------
  legge obiettivo (delibera n. 126/2007)                    40,0
---------------------------------------------------------------------
  decreto-legge n. 112/2008, art. 63 (delibera n.
  53/2009)                                                   6,4
---------------------------------------------------------------------
  decreto-legge n. 162 /2008                                 6,8
---------------------------------------------------------------------
  decreto-legge n. 98/2011, art. 32, c. 1 (delibera
  n. 26/2012, punto 1.1)                                    41,6
---------------------------------------------------------------------
  decreto-legge n. 98/2011, art. 32, c. 1 (delibera
  n. 26/2012, punto 1.2)                                    22,7
---------------------------------------------------------------------
- Regione Lombardia (delib. Giunta regionale
  30.6.2003, n. 7/13486)                                    72,3
---------------------------------------------------------------------
- Comune di Brescia (delib. Consiglio comunale
  8.10.2004, n. 205)                                        67,0
---------------------------------------------------------------------
- Brescia Mobilita' S.p.A.: capitale proprio (delib.
  C.d.A. 15.5.2007, n. 14)                                  67,1
---------------------------------------------------------------------
- Mutuo Cassa DD.PP                                        208,8
---------------------------------------------------------------------
TOTALE                                                     777,1
---------------------------------------------------------------------

    
  - che i suddetti finanziamenti risultano a carico dello  Stato  per
complessivi  361,9  milioni  di  euro  (46,6  per  cento  del   costo
dell'intervento), a carico della Regione per  72,3  milioni  di  euro
(9,3 per cento del costo dell'intervento) e a carico  del  Comune  di
Brescia e di Brescia Mobilita' S.p.A. per complessivi  342,9  milioni
di euro (pari al 44,1 per cento del costo dell'intervento); 
 
                              Delibera: 
 
  1. Assegnazione finanziamento 
  1.1 Per la realizzazione dell'intervento denominato  "Metropolitana
leggera  automatica  Metrobus  di  Brescia  -  1°  lotto   funzionale
Prealpino - S. Eufemia, ulteriori opere di  completamento  -  seconda
tranche"  e'  definitivamente  assegnato  il  finanziamento  di  22,7
milioni di euro,  quota  parte  dei  30  milioni  di  euro  assegnati
programmaticamente con la delibera  di  questo  Comitato  n.  26/2012
citata in premessa, a valere sulle risorse recate  dall'articolo  32,
comma 1, del decreto-legge n. 98/2011. 
  1.2  L'assegnazione  del  suddetto  finanziamento  sara'   disposta
secondo l'articolazione temporale riportata nella seguente tabella: 
    

-----------------------------------------------------------
                                          (milioni di euro)
-----------------------------------------------------------
     Anni         2012   2013   2014   2015   2016   Totale
-----------------------------------------------------------
Importo annuo      2,7    ---    1,0    2,3   16,7    22,7
-----------------------------------------------------------

    
  1.3 L'efficacia dell'assegnazione di cui al precedente punto 1.1 e'
subordinata alla trasmissione al Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti, entro trenta giorni  dalla  data  di  pubblicazione  della
presente delibera, del  piano  economico  finanziario  relativo  allo
stralcio in esame, nonche' alla verifica da parte  del  sopra  citato
Ministero circa la sostenibilita' del piano stesso, gli  esiti  della
quale saranno trasmessi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri  -
Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della  politica
economica. 
  1.4 Ai sensi della  delibera  n.  26/2012,  punti  1.2  e  1.3,  in
occasione della presentazione a questo Comitato  della  proposta  per
l'assegnazione definitiva del  residuo  finanziamento  programmatico,
pari a 7,3 milioni di euro, il Ministero delle infrastrutture  e  dei
trasporti dovra' trasmettere il parere dell'Unita' tecnica finanza di
progetto  sul  piano  economico  finanziario  aggiornato  dell'intero
intervento "Metropolitana leggera automatica Metrobus di Brescia - 1°
lotto funzionale Prealpino - S. Eufemia". 
  2. Clausole finali 
  2.1 Il Ministero delle infrastrutture e dei  trasporti  provvedera'
ad assicurare, per conto di questo  Comitato,  la  conservazione  dei
documenti  relativi  all'intervento  finanziato   con   la   presente
delibera. 
  2.3 Il medesimo Ministero provvedera' a svolgere  le  attivita'  di
supporto intese a consentire a questo Comitato di espletare i compiti
di vigilanza sulla realizzazione delle opere ad esso assegnati  dalla
normativa citata in premessa, tenendo conto delle indicazioni di  cui
alla delibera n. 63/2003 sopra richiamata. 
  2.4 Ai sensi della richiamata delibera n. 24/2004, il CUP assegnato
al progetto in  argomento  dovra'  essere  evidenziato  in  tutta  la
documentazione amministrativa e  contabile  riguardante  il  progetto
stesso. 
    Roma 26 ottobre 2012 
 
                                                 Il Presidente: Monti 
 
 
Il segretario: Barca 

Registrato alla Corte dei conti il 9 maggio 2013 
Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dell'economia  e  delle
finanze, registro n. 4, Economia e finanze, foglio n. 69