Il Ministero dello sviluppo economico (MISE) - Direzione generale
per la lotta alla contraffazione - Ufficio italiano brevetti e marchi
(DGLC-UIBM), con l'avviso pubblicato nella Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica  italiana  n.  183  dell'8  agosto  2014  ha  dato   avvio
all'attuazione del Bando per  la  concessione  di  agevolazioni  alle
imprese per la valorizzazione dei disegni e modelli («Disegni+2»). 
    Tenuto conto del rilevante numero  di  domande  presentate  dalle
imprese e in considerazione dell'esaurimento delle risorse stanziate,
il MISE,  ha  provveduto,  con  l'avviso  pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n.  9  del  13  gennaio  2015,  a
sospendere lo sportello per il predetto bando. 
    La direttiva del Ministro dello sviluppo economico del 1°  aprile
2015, registrata alla Corte dei conti il 21 maggio 2015, Reg.ne prov.
n. 1831, con la quale sono individuati gli interventi  da  realizzare
con le risorse previste sul capitolo di bilancio 7476,  ha  previsto,
tra l'altro, la srealizzazione di azioni finalizzate a supportare  le
imprese, in particolare le PMI,  per  la  valorizzazione  dei  titoli
della proprieta' industriale  con  il  rifinanziamento  della  misura
«Disegni+2». 
    Si ritiene pertanto opportuno fornire alle imprese interessate le
indicazioni di seguito riportate al  fine  di  rendere  operative  le
disposizioni  previste  dal  predetto  Bando  a  seguito  del  citato
rifinanziamento: 
      1. per le domande di agevolazione presentate a valere sul Bando
per la concessione di agevolazioni alle imprese per la valorizzazione
dei disegni e modelli («Disegni+2») per le quali  alla  data  del  13
gennaio 2015, data di pubblicazione nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana dell'avviso di sospensione del  bando,  e'  stato
attribuito il numero di protocollo on line e che  non  hanno  trovato
copertura finanziaria con le risorse originariamente stanziate per il
suddetto bando, viene avviata l'attivita' istruttoria di cui al punto
10 del bando medesimo; 
      2. l'attivita' istruttoria di cui  al  precedente  punto  1  e'
conclusa entro novanta giorni dalla data pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del presente avviso; 
      3.  le  risorse  a  disposizione  per  la   concessione   delle
agevolazioni relative alle domande  di  cui  al  precedente  punto  1
ammontano a 20.000.000,00 di euro. Tali risorse sono assegnate con le
medesime modalita' previste al punto 10 del suddetto bando e fino  ad
esaurimento delle stesse; 
      4.  ai   fini   della   corrispondenza   e   dell'invio   della
documentazione resta valida la casella PEC disegnipiu2@legalamil.it; 
      5. per tutto quanto non previsto dal presente avviso si  rinvia
alle disposizioni contenute nel citato Bando per  la  concessione  di
agevolazioni alle imprese per la valorizzazione dei disegni e modelli
(«Disegni+2»).