IL MINISTRO DELL'INTERNO 
 
                           di concerto con 
 
                      IL MINISTRO DELL'ECONOMIA 
                           E DELLE FINANZE 
 
  Visto l'art. 44, comma 3, del decreto-legge  17  ottobre  2016,  n.
189, recante ┬źInterventi urgenti in favore delle popolazioni  colpite
dagli eventi sismici del 2016┬╗, convertito, con modificazioni,  dalla
legge 15 dicembre 2016, n. 229, che ha disposto, a favore dei  comuni
individuati negli allegati 1, 2 e 2-bis, una  prima  sospensione  dei
termini relativi ad adempimenti finanziari, contabili e certificativi
previsti dal Testo unico  delle  leggi  sull'ordinamento  degli  enti
locali (T.U.E.L.), approvato con decreto legislativo 18 agosto  2000,
n. 267, e da altre specifiche disposizioni; 
  Considerato che con decreto del Ministro dell'interno, di  concerto
con il Ministro dell'economia e delle finanze  puo'  essere  disposta
l'ulteriore proroga dei predetti periodi di sospensione; 
  Visto il precedente decreto del 17 novembre 2017 con  il  quale  e'
stata gia' disposta la proroga di alcuni termini relativi ai  bilanci
di previsione 2017-2019, al rendiconto 2016 ed alla restituzione  del
questionario denominato FC20U predisposto dalla SOSE - Soluzioni  per
il sistema economico s.p.a., per  la  determinazione  dei  fabbisogni
standard; 
  Visto il precedente decreto del 27 febbraio 2018 con  il  quale  e'
stata gia' disposta la proroga del termine relativo alla restituzione
del questionario denominato FC30U predisposto dalla SOSE -  Soluzioni
per il sistema economico s.p.a., per la determinazione dei fabbisogni
standard; 
  Visto il precedente decreto del 7 maggio 2018 con il quale e' stata
gia' disposta la proroga della  sospensione  dei  termini  di  alcuni
adempimenti finanziari, contabili e certificativi, ed in  particolare
la proroga al 30 settembre 2018 del termine  per  l'approvazione  del
rendiconto della gestione 2017; 
  Vista la richiesta  presentata  dall'ANCI  (Associazione  nazionale
comuni italiani) in data 5 luglio 2018, relativa  ai  comuni  colpiti
dal sisma del 2016, di proroga dal 31 luglio al 30 settembre 2018 del
termine per l'adozione della delibera da parte dell'organo consiliare
con cui si  da'  atto  del  permanere  degli  equilibri  generali  di
bilancio, previsto dall'art. 193, comma 2, del  T.U.E.L.  nonche'  di
precisare che, fermo restando  il  termine  del  30  settembre  2018,
l'approvazione del rendiconto della gestione 2017, che  comprende  il
conto del bilancio, il  conto  economico  e  lo  stato  patrimoniale,
prevista dall'art. 227 del T.U.E.L. possa avvenire anche  in  maniera
disgiunta per ciascuna delle predette tre componenti, con il rispetto
comunque dell'ulteriore termine di trenta  giorni,  decorrente  dalla
data di ciascuna deliberazione, per  l'invio  telematico  alla  banca
dati delle amministrazioni pubbliche dei documenti contabili e  degli
allegati al rendiconto della gestione; 
  Considerato che permangono per  i  comuni  coinvolti  negli  eventi
sismici del 2016 difficolta' organizzative e gestionali tali  da  non
consentire  la  predisposizione  e  l'approvazione   dei   principali
documenti contabili, alcuni dei quali  caratterizzati  da  novita'  e
complessita',  in  relazione  anche   alla   contabilita'   economico
patrimoniale; 
  Ravvisata, pertanto, l'esigenza di disporre la  proroga  richiesta,
per  i  comuni  di  cui  agli  allegati  l,  2  e  2-bis  del  citato
decreto-legge n. 189 del 2016; 
 
                              Decreta: 
 
                           Articolo unico 
 
  1.  Per  i  comuni  compresi  negli  allegati  1,  2  e  2-bis  del
decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni,
dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, e' disposta la  proroga  al  30
settembre 2018 del termine per l'adozione  della  delibera  da  parte
dell'organo consiliare con  cui  si  da'  atto  del  permanere  degli
equilibri generali di bilancio, previsto dall'art. 193, comma 2,  del
T.U.E.L. 
  2. Gli stessi enti  possono,  fermo  restando  il  termine  del  30
settembre 2018, di cui al  citato  decreto  interministeriale  del  7
maggio 2018, deliberare l'approvazione del rendiconto della  gestione
2017, che comprende il conto del bilancio, il conto  economico  e  lo
stato patrimoniale, previsto dall'art.  227  del  T.U.E.L.  anche  in
maniera disgiunta per ciascuna delle predette tre componenti, con  il
rispetto comunque dell'ulteriore termine di trenta giorni, decorrente
dalla data di ciascuna deliberazione,  per  l'invio  telematico  alla
banca dati delle amministrazioni pubbliche dei documenti contabili  e
degli allegati al rendiconto della gestione. 
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana. 
    Roma, 27 luglio 2018 
 
                                             Il Ministro dell'interno 
                                                     Salvini          
Il Ministro dell'economia 
     e delle finanze 
          Tria