IL DIRIGENTE GENERALE 
           della Direzione VI del Dipartimento del Tesoro 
 
  Vista la legge 13 luglio 1966, n. 559, recante: «Nuovo  ordinamento
dell'Istituto Poligrafico dello Stato»; 
  Visto l'art. 1 della legge 18 marzo 1968, n. 309,  che  prevede  la
cessione di monete  di  speciale  fabbricazione  o  scelta  ad  enti,
associazioni e privati italiani o stranieri; 
  Visto l'art. 1  della  legge  20  aprile  1978,  n.  154,  recante:
«Costituzione   della   sezione   Zecca   nell'ambito   dell'Istituto
Poligrafico dello Stato»; 
  Visto il decreto legislativo  21  aprile  1999,  n.  116,  recante:
«Riordino dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato ai fini della
sua trasformazione in societa' per azioni a norma degli articoli 11 e
14 della legge 15 marzo 1997, n. 59»; 
  Vista  la  deliberazione  CIPE  2  agosto  2002,  n.  59,  recante:
«Trasformazione in societa' per azioni  dell'Istituto  Poligrafico  e
Zecca dello Stato»; 
  Vista la decisione della Banca  centrale  europea  dell'8  dicembre
2017, relativa all'approvazione del  volume  di  conio  delle  monete
metalliche per il 2018; 
  Visto il decreto del direttore generale del Tesoro n. 98945  del  5
dicembre 2017, pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  n.  287  del  9
dicembre 2017, con il quale si  autorizza  l'emissione  della  moneta
d'argento da euro 5, della Serie «Italia delle arti - Veneto -  Ville
Venete», in versione proof, millesimo 2018; 
  Visto l'art. 2 del decreto del direttore  generale  del  Tesoro  n.
75148 del 12 settembre 2018, pubblicato nella Gazzetta  Ufficiale  n.
225 del 27 settembre 2018, che stabilisce il  contingente  in  valore
nominale delle suddette monete in euro 20.000,00, pari a 4.000 unita'
nella versione proof; 
  Vista la nota n. 40855 del 26 giugno 2019, con la quale  l'Istituto
Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.a., tenuto  conto  delle  vendite
effettuate entro i termini stabiliti all'art. 3  del  citato  decreto
del direttore generale del Tesoro n. 75148 del 12 settembre 2018,  ha
proposto di ridurre da n. 4.000  a  n.  2.100  il  contingente  delle
monete d'argento da euro 5, della Serie «Italia delle arti - Veneto -
Ville Venete», in versione proof, millesimo 2018; 
  Considerata  l'opportunita'  di  ridefinire  il  contingente  delle
monete medesime; 
 
                              Decreta: 
 
  Il contingente in valore nominale della moneta d'argento di 5  euro
della Serie «Italia delle arti - Veneto - Ville Venete», in  versione
proof, millesimo 2018, di cui al decreto del direttore  generale  del
Tesoro n. 75148 del 12 settembre 2018, indicato  nelle  premesse,  e'
rideterminato in euro 10.500,00, pari a n. 2.100 monete. 
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana. 
 
    Roma, 4 settembre 2019 
 
                                       Il dirigente generale: Maresca