IL DIRETTORE GENERALE 
                             DEL TESORO 
 
  Visto il decreto n. 1315 del 12 gennaio 2021, che ha  disposto  per
il  14  gennaio  2021  l'emissione  dei  buoni  ordinari  del  Tesoro
a trecentosessantacinque giorni; 
  Visto l'art. 4 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; 
  Ravvisata l'esigenza di svolgere le aste  dei  buoni  ordinari  del
Tesoro  con  richieste  degli  operatori  espresse  in   termini   di
rendimento, anziche' di prezzo,  secondo  la  prassi  prevalente  sui
mercati monetari dell'area euro; 
  Ritenuto che in applicazione dell'art. 4 del menzionato decreto  n.
1315 del 12 gennaio 2021 occorre  indicare  con  apposito  decreto  i
rendimenti e i prezzi di cui al citato articolo, risultanti dall'asta
relativa alla suddetta emissione di buoni ordinari del Tesoro; 
 
                              Decreta: 
 
  Per l'emissione dei buoni ordinari del Tesoro del 14 gennaio  2021,
emessi con decreto n. 1315 del 12 gennaio 2021, il  rendimento  medio
ponderato dei B.O.T. a  trecentosessantacinque  giorni  e'  risultato
pari a -0,478%. Il corrispondente prezzo medio ponderato e' risultato
pari a 100,487. 
  Il prezzo medio ponderato determinato ai  fini  fiscali,  ai  sensi
dell'art. 17 del decreto citato e' pari a 100,000. 
  Il  rendimento  minimo  accoglibile   e   il   rendimento   massimo
accoglibile sono risultati pari rispettivamente a -0,973% e a 0,517%. 
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana. 
 
    Roma, 9 marzo 2021 
 
                                             p. Il direttore generale 
                                                    del Tesoro        
                                                     Iacovoni