IL CAPO DEL DIPARTIMENTO 
                       della protezione civile 
 
  Visto  il  decreto  legislativo  2  gennaio  2018,  n.  1,  ed   in
particolare l'art. 8, comma 1, lettera l), l'art. 24 e l'art. 29; 
  Vista la  decisione  n.  1313/2013/UE  e  successive  modifiche  ed
integrazioni del Parlamento europeo e del Consiglio, con la quale  e'
stato istituito il Meccanismo unionale di protezione civile; 
  Considerato che la Repubblica italiana, nell'ambito dei rapporti di
cooperazione internazionale e del Meccanismo unionale, partecipa alle
attivita' di assistenza alle popolazioni colpite da eventi calamitosi
di particolare gravita'; 
  Considerato che a partire dal giorno 14 luglio 2021 vaste parti del
territorio  europeo  e,  in  particolare,  la  parte  orientale   del
territorio belga e il territorio delle Province del  Lussemburgo,  di
Liegi, di Namur e di Limburgo sono state interessate  da  eccezionali
eventi meteorologici con conseguenti gravi inondazioni; 
  Considerato che, in conseguenza dei predetti eventi calamitosi,  e'
in atto una grave situazione di emergenza  che  ha  causato  un  gran
numero di  vittime,  diversi  feriti  e  dispersi,  l'evacuazione  di
numerose persone dalle loro  abitazioni,  ingenti  danni  ad  edifici
pubblici   e   privati,   alle   infrastrutture    viarie,    nonche'
l'interruzione dei servizi essenziali; 
  Tenuto conto che per detta situazione si ravvisa la  necessita'  di
procedere con tempestivita' all'attivazione delle risorse  necessarie
per assicurare i soccorsi alla popolazione colpita; 
  Considerato  che  con  nota  del  15  luglio  2021  il   Capo   del
Dipartimento della protezione civile ha informato il  Presidente  del
Consiglio dei  ministri,  anche  al  fine  della  comunicazione  alle
commissioni parlamentari  competenti,  sull'attivazione  delle  prime
misure urgenti di protezione civile, in attuazione del predetto  art.
29, comma 3 del decreto legislativo n. 1 del 2018; 
  Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 15 luglio 2021 con
cui e' stato dichiarato, per trenta giorni, lo stato di emergenza per
intervento  all'estero  in  conseguenza  degli   eccezionali   eventi
meteorologici che hanno colpito vasta parte del territorio europeo e,
in  particolare,  la  parte  orientale  del  territorio  belga  delle
Province del Lussemburgo, di Liegi, di Namur e di Limburgo a  partire
dal giorno 14 luglio 2021; 
  Visto il decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  22
novembre  2010  recante  ┬źDisciplina  dell'autonomia  finanziaria   e
contabile della Presidenza del Consiglio dei ministri┬╗; 
  Visto il decreto del Capo del Dipartimento della protezione  civile
repertorio n. 4499 del 12 settembre 2012 concernente l'utilizzo delle
carte di credito presso il medesimo Dipartimento; 
  Visto il decreto del Capo del Dipartimento della protezione  civile
repertorio n. 5475 del 13 dicembre 2013 concernente la variazione del
disciplinare d'uso allegata al decreto n. 4499/Rep. del 12  settembre
2011, sull'utilizzo delle carte di credito del Dipartimento; 
  Ravvisata, quindi, la necessita' di assicurare  il  concorso  dello
Stato italiano nell'adozione di tutte  le  iniziative  di  protezione
civile anche attraverso la realizzazione di interventi  di  carattere
straordinario ed urgente, ove necessario, in  deroga  all'ordinamento
giuridico vigente; 
  Ritenuta, pertanto, l'esigenza di inviare risorse  umane,  mezzi  e
attrezzature  per  fronteggiare  adeguatamente,  ed  in  termini   di
particolare urgenza, la situazione calamitosa verificatasi  nell'area
interessata, anche mediante  l'attivazione  delle  componenti,  delle
strutture operative e dei soggetti concorrenti di cui agli articoli 4
e 13 del richiamato decreto legislativo n. 1 del 2018; 
 
                              Dispone: 
 
                               Art. 1 
 
               Iniziative urgenti di protezione civile 
 
  1.  Al  fine  di  assicurare  il  concorso  dello  Stato   italiano
nell'adozione delle misure urgenti di protezione civile finalizzate a
contrastare la grave emergenza determinatasi nel Regno del  Belgio  a
seguito dell'evento calamitoso di cui in  premessa,  il  Dipartimento
della protezione civile, anche avvalendosi  delle  componenti,  delle
strutture operative e dei soggetti concorrenti di cui agli articoli 4
e 13 del codice della protezione civile interviene a  supporto  delle
autorita' competenti per garantire il soccorso e  l'assistenza  della
popolazione in raccordo con  l'Emergency  Response  and  Coordination
Center (ERCC) della Commissione europea (DG-ECHO). 
  2. Per assicurare il supporto nell'espletamento degli interventi di
assistenza e soccorso di  cui  al  comma  1,  il  Dipartimento  della
protezione civile coordina l'invio, nel territorio colpito, oltre  al
personale  del  medesimo  Dipartimento,   di   personale,   mezzi   e
attrezzature del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e del Ministero
della difesa. 
  3. L'attivita' di  cui  al  comma  2  e'  svolta  con  il  supporto
logistico del Ministero della difesa che garantisce il  trasporto  in
loco dei mezzi e delle attrezzature e  degli  uomini  necessari,  con
oneri  a  carico  delle  risorse  di  cui  all'art.  5  del  presente
provvedimento, previa rendicontazione dei costi  sostenuti  da  parte
delle amministrazioni interessate.