Il decreto-legge 22 giugno 2021, n. 89, recante: «Misure  urgenti
in materia di agricoltura e per il settore ferroviario.»,  pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale - Serie generale n. 147 del 22 giugno  2021,
e' stato abrogato dall'art. 1, comma 2 della legge 23 luglio 2021, n.
106, riguardante la: «Conversione in legge,  con  modificazioni,  del
decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, recante misure urgenti  connesse
all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i  giovani,  la
salute e i servizi territoriali.». 
    Si comunica altresi' che, ai sensi del medesimo art. 1, comma  2,
della legge 23 luglio 2021, n. 106, «Restano  validi  gli  atti  e  i
provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e  i
rapporti giuridici sorti sulla base del medesimo decreto-legge n.  89
del 2021.».