IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE 
                       ALIMENTARI E FORESTALI 
 
  Visto il regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul  Fondo
europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo,  sul  Fondo
di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e  sul
Fondo europeo per gli affari marittimi  e  la  pesca  e  disposizioni
generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul  Fondo  sociale
europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo  europeo  per  gli  affari
marittimi e la pesca; 
  Visto il regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 17 dicembre 2013, sul sostegno allo sviluppo rurale  da
parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale  (FEASR)  ed,
in particolare, l'art. 18 riguardante il  ripristino  del  potenziale
produttivo agricolo danneggiato da calamita'  naturali  e  da  eventi
catastrofici; 
  Visto il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 17 dicembre 2013, sul finanziamento, sulla  gestione  e
sul monitoraggio della politica agricola comune; 
  Visto il regolamento (UE) n. 2220/2020 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 23 dicembre 2020, che  stabilisce  alcune  disposizioni
transitorie relative al sostegno da parte del Fondo europeo  agricolo
per lo sviluppo rurale  (FEASR)  e  del  Fondo  europeo  agricolo  di
garanzia (FEAGA) negli anni 2021 e 2022 e che modifica i  regolamenti
(UE) n. 1305/2013, (UE) n. 1306/2013 e (UE) n. 1307/2013  per  quanto
riguarda le risorse e l'applicazione negli anni  2021  e  2022  e  il
regolamento (UE) n. 1308/2013 per quanto riguarda  le  risorse  e  la
distribuzione di tale sostegno in relazione agli anni 2021 e 2022; 
  Visto il Programma di sviluppo regionale (PSR)  2014-2022  versione
10.1 della Regione Toscana, approvato dalla Commissione europea il 20
ottobre 2021, ed  in  particolare  la  sottomisura  5.2  ┬źSostegno  a
investimenti per il ripristino dei terreni agricoli e del  potenziale
produttivo danneggiati da calamita' naturali, avversita' atmosferiche
ed eventi catastrofici┬╗, di cui alla lettera b), comma 1 dell'art. 18
del citato regolamento (UE) n. 1305/2013; 
  Considerato  che,  ai  sensi  dell'art.  18,  comma  3  del  citato
regolamento  (UE)  n.  1305/2013,  l'attivazione  della   sopracitata
sottomisura  del  PSR  della  Regione  Toscana  e'   subordinata   al
riconoscimento formale,  da  parte  dell'Autorita'  competente  dello
Stato membro, del fatto che si e' verificata una calamita' naturale e
che questa ha  causato  la  distruzione  di  non  meno  del  30%  del
potenziale agricolo interessato per la sottomisura 5.2; 
  Visto il decreto legislativo 29 marzo 2004,  n.  102,  concernente,
tra l'altro, gli interventi del Fondo  di  solidarieta'  nazionale  a
sostegno delle imprese agricole danneggiate da calamita'  naturali  e
da eventi climatici avversi; 
  Considerato che il Ministero delle politiche agricole alimentari  e
forestali, in quanto autorita' competente dello Stato membro  per  il
riconoscimento  formale  di  eccezionalita'  degli  eventi  ai   fini
dell'attivazione degli interventi  compensativi  di  cui  al  decreto
legislativo n. 102/2004, possiede i requisiti tecnico  amministrativi
per procedere al riconoscimento di eccezionalita' degli eventi  anche
ai fini dell'attivazione delle misure di  ripristino  del  potenziale
produttivo e forestale danneggiati da eventi eccezionali; 
  Vista la delibera 6 dicembre 2021, n. 1290, con la quale la Regione
Toscana chiede il  riconoscimento  formale  di  eccezionalita'  delle
grandinate del settembre 2021 nella Provincia  di  Firenze,  ai  fini
dell'attivazione della sottomisura 5.2 del proprio PSR,  dalla  quale
risulta che le grandinate del settembre 2021  hanno  provocato  danni
superiori al 30% del potenziale agricolo,  riferito  alla  produzione
lorda vendibile del territorio interessato; 
  Preso atto che sussistono gli elementi per dichiarare il  carattere
di eccezionalita' dell'evento; 
  Ritenuto, pertanto, opportuno accogliere la richiesta della Regione
Toscana; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
                Riconoscimento formale del carattere 
             di eccezionalita' degli eventi atmosferici 
 
  E' riconosciuto il carattere di eccezionalita'  per  le  grandinate
del settembre 2021 che hanno colpito la  Provincia  di  Firenze,  nei
territori dei Comuni di Barberino  di  Mugello,  Borgo  San  Lorenzo,
Calenzano,  Cerreto  Guidi,  Dicomano,  Figline  e  Incisa  Valdarno,
Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul  Senio,  Reggello,  San  Godenzo,
Scarperia e San Piero, Vaglia, Vicchio, Vinci, per  l'attivazione  da
parte  della  Regione  Toscana  della  sottomisura  5.2  del  proprio
programma di sviluppo rurale 2014- 2022. 
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana. 
    Roma, 14 febbraio 2022 
 
                                              Il Ministro: Patuanelli