COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 14 febbraio 2002 

Contratto  di programma tra il Ministero delle attivita' produttive e
la Pirelli cavi e sistemi S.p.a. (Deliberazione n. 7/2002).
(GU n.124 del 29-5-2002)
                    IL COMITATO INTERMINISTERIALE
                   PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

  Visto  il  decreto-legge  22 ottobre  1992, n. 415, convertito, con
modificazioni,   nella  legge  19  dicembre  1992,  n.  488,  recante
modifiche  alla  legge  1  marzo  1986,  n. 64, in tema di disciplina
organica dell'intervento nel Mezzogiorno;
  Visto  il  decreto  legislativo  3 aprile  1993, n. 96, relativo al
trasferimento   delle   competenze   gia'   attribuite  ai  soppressi
Dipartimento  per  il  Mezzogiorno  e Agenzia per la promozione dello
sviluppo  del Mezzogiorno, in attuazione dell'art. 3 della suindicata
legge n. 488/1992;
  Visto l'art. 2, commi 203 e seguenti, della legge 23 dicembre 1996,
n. 662, recante disposizioni in materia di programmazione negoziata;
  Visto  il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, sulla riforma
dell'organizzazione  del  Governo,  e  in  particolare  l'art. 27 che
istituisce il Ministero delle attivita' produttive, nonche' l'art. 28
che ne stabilisce le attribuzioni;
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 26 marzo 2001,
n.  175, recante il regolamento di organizzazione del Ministero delle
attivita' produttive;
  Visto   il  decreto  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri
10 aprile  2001  recante  adempimenti  necessari per il completamento
della riforma dell'organizzazione del Governo e in particolare l'art.
2  sull'operativita'  delle disposizioni di cui al citato art. 28 del
decreto legislativo n. 300/1999;
  Visto  il  decreto-legge  12  giugno  2001, n. 217, convertito, con
modificazioni,  nella  legge 3 agosto 2001, n. 317, recante modifiche
al  decreto  legislativo  n.  300/1999,  nonche' alla legge 30 luglio
1988, n. 400, in materia di organizzazione del Governo;
  Vista  la  comunicazione della Commissione europea sulla disciplina
intersettoriale degli aiuti regionali destinati ai grandi progetti di
investimento (G.U.C.E. n. C/107 del 7 aprile 1998) in particolare per
quanto riguarda gli obblighi di notifica;
  Vista  la  nota della Commissione europea in data 13 marzo 2000, n.
SG(2000)  D/102347  (G.U.C.E. n. C175/11 del 24 giugno 2000) che, con
riferimento  alla  Carta  degli  aiuti  a  finalita' regionale per il
periodo  2000-2006,  comunica  gli  esiti favorevoli dell'esame sulla
compatibilita'  rispetto  alla  parte  della  Carta  che  riguarda le
regioni italiane ammissibili alla deroga prevista dall'art. 87, 3, a)
del trattato C.E.;
  Vista  la  nota della Commissione europea in data 2 agosto 2000, n.
SG(2000) D/105754, con cui e' stata autorizzata la proroga del regime
di  aiuto  della  citata legge n. 488/1992, per il periodo 2000-2006,
nonche'   l'applicabilita'  dello  stesso  regime  nel  quadro  degli
strumenti di programmazione negoziata;
  Visto   il  testo  unico  delle  direttive  per  la  concessione  e
l'erogazione  delle agevolazioni alle attivita' produttive nelle aree
depresse,  ai  sensi  dell'art.  1,  comma  2  del  decreto-legge  n.
415/1992,  convertito,  con  modificazioni,  nella legge n. 488/1992,
approvato  con  decreto  del Ministro dell'industria, del commercio e
dell'artigianato   in  data  3 luglio  2000  (Gazzetta  Ufficiale  n.
163/2000);
  Vista la propria deliberazione 25 febbraio 1994 (Gazzetta Ufficiale
n.  92/1994), riguardante la disciplina dei contratti di programma, e
le  successive  modifiche  introdotte dal punto 4 della deliberazione
21 marzo  1997  (Gazzetta  Ufficiale  n.  105/1997)  e  dal  punto 2,
lettera B) della deliberazione n. 127 dell'11 novembre 1998 (Gazzetta
Ufficiale n. 4/1999);
  Vista  la  propria  deliberazione  23 aprile  1997, n. 86 (Gazzetta
Ufficiale  n. 163/1997) concernente il riparto di 258,228 Meuro delle
risorse  destinate  alle  aree depresse per l'anno 1997, a valere sui
fondi  di cui all'art. 1, comma 1 del decreto-legge 25 marzo 1997, n.
67,  convertito  nella  legge  23 maggio 1997, n. 135, che destina ai
contratti di programma la somma di 619,748 Meuro;
  Vista  la  propria  deliberazione  17 marzo  1998,  n. 32 (Gazzetta
Ufficiale  n. 98/1998) con la quale sono state integrate e rimodulate
le  risorse  per le aree depresse, nonche' le successive assegnazioni
di cui alle deliberazioni 9 luglio 1998, n. 70 (Gazzetta Ufficiale n.
195/1998) e 22 gennaio 1999, n. 4 (Gazzetta Ufficiale n. 47/1999);
  Vista  la  propria  deliberazione  4 agosto  2000, n. 103 (Gazzetta
Ufficiale  n. 8/2001) con la quale e' stato approvato il contratto di
programma   tra  il  Ministero  del  tesoro,  del  bilancio  e  della
programmazione  economica  e  la Pirelli cavi e sistemi S.p.a. per la
realizzazione   di   un  programma  di  investimenti  industriali  da
realizzarsi  nelle  due  unita'  produttive:  F.O.S.  di  Battipaglia
(Salerno)  e  Pirelli  cavi  e sistemi S.p.a. di Arco Felice (Napoli)
negli anni 2000-2002, per un importo complessivo pari a 69,839 Meuro.
L'onere  a  carico  della  finanza  pubblica  e' stato determinato in
39,364  Meuro, di cui 19,682 Meuro a carico dello Stato e la restante
somma  a  carico  della regione Campania. L'occupazione, a regime, e'
stata prevista in 280 addetti di cui 180 di nuova assunzione;
  Vista  la  propria deliberazione 21 dicembre 2000, n. 154 (Gazzetta
Ufficiale  n.  79/2001)  con  la  quale  e'  stato approvato il primo
aggiornamento  al contratto di programma sopra indicato, in merito al
potenziamento  della  capacita'  produttiva  di  fibra  ottica  della
stabilimento  F.O.S. di Battipaglia mediante un maggiore investimento
di 44,570 Meuro, un onere addizionale a carico della finanza pubblica
pari  a  22,180  Meuro, di cui 11,090 Meuro a carico dello Stato e la
restante   somma   a   carico   della   regione  Campania  prevedendo
un'occupazione aggiuntiva pari a 50 unita' tutte di nuova assunzione;
  Vista  la  propria  deliberazione  4  aprile  2001, n. 42 (Gazzetta
Ufficiale  n.  182/2001)  con  la quale e' stato approvato il secondo
aggiornamento  del  contratto  di programma sopra indicato, in merito
all'ulteriore  potenziamento  della  capacita'  produttiva  di  fibra
ottica  dello stabilimento F.O.S. di Battipaglia mediante un maggiore
investimento  di  67,656  Meuro.  L'onere  addizionale a carico della
finanza pubblica, pari a Meuro 21,046, viene coperto per Meuro 10,523
con  risorse  statali  e  per un pari importo con fondi della regione
Campania. Si prevede un'occupazione aggiuntiva di 86 nuovi assunti;
  Vista  la  nota  n.  900052  del  7 febbraio  2002, con la quale il
Ministero  delle attivita' produttive ha sottoposto a questo Comitato
la  proposta  di  un  terzo aggiornamento del contratto di programma,
concernente  la  rinuncia  all'investimento  precedentemente previsto
nell'unita'  produttiva  Pirelli cavi e sistemi, stabilimento di Arco
Felice (Napoli), comportante una riduzione dell'investimento previsto
dal  contratto  pari  a 14,670 Meuro, cui corrisponde una diminuzione
dell'onere  per la finanza pubblica pari a 7,725 Meuro (di cui 3,8625
a  carico  dello  Stato  e  la  restante somma a carico della regione
Campania),   e   una  riduzione  dell'incremento  occupazionale  gia'
previsto  di  105  unita'. E' invece confermato il mantenimento degli
impegni  per  investimenti  e  occupazione  relativamente  all'unita'
produttiva F.O.S. con stabilimento in Battipaglia;
  Tenuto  conto  che, con verbale in data 25 ottobre 2001, sono state
definite  le modalita' di trasferimento delle attivita' in materia di
programmazione  negoziata dal Ministero dell'economia e delle finanze
al Ministero delle attivita' produttive;
  Considerato  che la regione Campania si e' dichiarata disponibile a
un   concorso  partecipativo  pari  al  50%  dell'ammontare  pubblico
concesso, nei limiti dei massimali di intensita' degli aiuti di Stato
previsti dalla vigente normativa comunitaria;
  Considerato che il Ministero delle attivita' produttive conferma la
validita'   dell'iniziativa   anche   decurtata   degli  investimenti
afferenti all'unita' produttiva Pirelli cavi e sistemi di Arco Felice
(Napoli);
  Tenuto  conto che, a causa del prolungarsi dei tempi di stipula del
contratto  in  argomento,  il  Ministero  competente  ha provveduto a
ricalcolare  il  contributo  a  favore  del  contratto  di programma,
proponendo    la    concessione    dell'agevolazione   nella   misura
dell'80,39605%    del   contributo   massimo   concedibile,   nonche'
l'articolazione dell'agevolazione in due rate anziche' in tre;
  Ritenuto che, per la situazione sopra delineata, si rende opportuna
l'emanazione  di  un  nuovo provvedimento complessivo in sostituzione
delle citate deliberazioni n. 103/2000, n. 154/2000 e n. 42/2001;
  Su proposta del Ministro delle attivita' produttive;
                              Delibera:
  1.   La   presente   deliberazione   sostituisce  integralmente  le
deliberazioni  n.  103/2000,  n.  154/2000  e  n.  42/2001  citate in
premessa.
  2.  Il  Ministero  delle  attivita'  produttive  e'  autorizzato  a
sottoscrivere  con  la  Pirelli cavi e sistemi S.p.a. il contratto di
programma  avente  quale  oggetto  la  realizzazione di un articolato
piano  di  investimenti  industriali  nel settore della produzione di
fibra  ottica,  da  realizzarsi  nello  stabilimento F.O.S. S.p.a. di
Battipaglia  (Salerno), area compresa nell'obiettivo 1, coperta dalla
deroga   dell'art.   87,  3,  a)  del  trattato  C.E.  Il  contratto,
sottoscritto  nei  termini  di  seguito  indicati e con le necessarie
precisazioni  e prescrizioni attuative nel rispetto delle limitazioni
imposte  dall'Unione  europea,  individuando gli specifici obblighi e
responsabilita'  facenti  capo  a ciascun gruppo, verra' trasmesso in
copia  alla  segreteria  di  questo  Comitato  entro  30 giorni dalla
stipula.
    2.1.  Gli  investimenti  ammessi, tutti di carattere industriale,
sono pari a Euro 167.394.000 e saranno realizzati dalla F.O.S. S.p.a.
societa' interamente posseduta da Pirelli cavi e sistemi S.p.a.
    2.2.   Le  agevolazioni  finanziarie,  in  conformita'  a  quanto
previsto   dalla   decisione  della  commissione  europea  citata  in
premessa,  per  gli  investimenti  industriali  sono  calcolate nella
misura dell'80,39605% del contributo massimo concedibile (35% ESN).
    2.3.   L'onere   globale  a  carico  della  finanza  pubblica  e'
determinato  in Euro 74.916.900. L'onere massimo a carico dello Stato
e' determinato in Euro 37.458.450 da finanziarsi con risorse a valere
sull'assegnazione   di  Meuro  619,748  a  favore  dei  contratti  di
programma  effettuata  con  il riparto di cui alla delibera 23 aprile
1997  citata  in  premessa.  La  restante  somma sara' a carico della
regione  Campania. Il finanziamento sara' erogato in due annualita' a
decorrere dal 2002 e sara' pari a Euro 37.458.450 per ciascun anno.
    2.4.  Eventuali  variazioni  dell'importo  degli investimenti non
potranno   comportare  aumenti  degli  oneri  a  carico  dello  Stato
quantificati,  nel  limite  di  cui  al  punto  2.3,  dal  decreto di
concessione delle agevolazioni.
    2.5.   Gli  investimenti  industriali  previsti  dovranno  essere
realizzati entro il 31 gennaio 2003.
    2.6.  Le iniziative, a regime, dovranno realizzare un'occupazione
non inferiore a 311 addetti, di cui 211 di nuova assunzione.
    2.7.   Il  Ministero  delle  attivita'  produttive  curera',  ove
necessari, i conseguenti adempimenti comunitari.
    Roma, 14 febbraio 2002
                                     Il Presidente delegato: Tremonti
Registrato  alla  Corte  dei  conti  il  13  maggio  2002  Ufficio di
controllo  sui Ministeri economico-finanziari, registro n. 3 Economia
e finanze, foglio n. 80