AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI LODI

CONCORSO

Avviso  pubblico per il conferimento dell'incarico quinquennale di un
posto   di   dirigente  medico  di  struttura  complessa  (disciplina
geriatria) nell'ambito del presidio unico.
(GU n.24 del 25-3-2003)
    In  esecuzione  della deliberazione 14 novembre 2002, n. 680, del
commissario   straordinario   e'   indetto  avviso  pubblico  per  il
conferimento  dell'incarico  quinquennale  di  un  posto di dirigente
medico di struttura complessa (disciplina: geriatria) nell'ambito del
presidio unico dell'Azienda ospedaliera della provincia di Lodi.
    Al   posto   e'  attribuito  il  trattamento  economico  previsto
dall'accordo  di  lavoro  in  vigore  al  momento  dell'assunzione in
servizio.  Gli assegni si intendono al lordo delle ritenute erariali,
previdenziali ed assistenziali previste dalle norme vigenti.
Requisiti per l'ammissione.
    I  requisiti  generali  e  specifici  di  ammissione ai sensi del
combinato  disposto  di  cui  agli  articoli 5  e 15, commi 2 e 3 del
decreto del Presidente della Repubblica 10 dicembre 1997 n. 484, sono
i seguenti:
      cittadinanza  italiana  - sono equiparati ai cittadini italiani
gli  italiani non appartenenti alla Repubblica. Per i cittadini degli
Stati  membri  della  Comunita'  economica  europea  si richiamano le
disposizioni  di  cui  all'art. 37 deI decreto legislativo 3 febbraio
1993, n. 29;
      idoneita'  fisica  all'impiego  (che  verra'  accertata, a cura
dell'amministrazione, prima dell'immissione in servizio);
      iscrizione   all'albo   del  rispettivo  ordine  professionale,
attestata  da  certificato  in data non anteriore a sei mesi rispetto
alla  scadenza  del bando, ovvero l'iscrizione al corrispondente albo
professionale  di  uno  dei  paesi dell'Unione europea con obbligo di
iscrizione all'albo in Italia prima dell'assunzione in servizio;
      anzianita'  di  servizio  di  sette  anni,  di cui cinque nella
disciplina   o  disciplina  equipollente,  e  specializzazione  nella
disciplina  o  in  una  disciplina  equipollente ovvero anzianita' di
servizio di dieci anni nella disciplina;
      curriculum  attestante una specifica attivita' professionale ed
adeguata  esperienza  nonche'  le  attivita'  di studio e direzionali
organizzative.   Fino   all'emanazione   dei   provvedimenti  di  cui
all'art. 6,  comma  1,  del  decreto  del Presidente della Repubblica
n. 484/97, per l'incarico di 2o livello dirigenziale si prescinde dal
requisito della specifica attivita' professionale;
      attestato  di formazione manageriale. Fino all'espletamento del
primo  corso  di  formazione manageriale di cui all'art. 7 del D.P.R.
n. 484/97,   l'incarico   di  secondo  livello  e'  attribuito  senza
l'attestato  di  formazione  manageriale, fermo restando l'obbligo di
acquisire l'attestato nel primo corso utile.
    Limitatamente  ad  un quinquennio dalla data di entrata in vigore
dei  decreto  del Presidente della Repubblica n. 484/1997, coloro che
sono  impossesso  dell'idoneita'  conseguita  in  base  al  pregresso
ordinamento,  possono  accedere  agli  incarichi  di  secondo livello
dirigenziale   nella  corrispondente  disciplina  anche  in  mancanza
dell'attestato  di  formazione manageriale, fermo restando l'obbligo,
in  caso  di  assunzione  dell'incarico, di acquisire l'attestato nel
primo corso utile.
    I  requisiti  prescritti  devono  essere  posseduti  alla data di
scadenza   del   termine   stabilito   dal   presente  bando  per  la
presentazione delle domande di ammissione all'avviso.
    A  seguito  della legge 16 maggio 1997, n. 127, la partecipazione
ai  concorsi  indetti  da pubbliche amministrazioni non e' soggetta a
limiti di eta'. Tenuto conto dei limiti di eta' per il collocamento a
pensione del dipendenti e della durata quinquennale del contratto, al
conferimento del primo incarico si procedera' solo qualora il termine
finale   dei   cinque   anni   coincida  o  non  superi  comunque  il
sessantacinquesimo anno di eta'.
    I   requisiti   sopra  richiamati  vanno  comprovati  con  idonea
documentazione  da  allegarsi  alla domanda di ammissione al presente
incarico  quinquennale  e  da  prodursi,  comunque,  entro il termine
perentorio  di  scadenza  fissato  nel  presente  bando.  L'eventuale
riserva di invio successivo di documenti e' priva d'effetto.
    Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la
non ammissione all'incarico quinquennale.
    Non  possono  accedere all'avviso di incarico quinquennale coloro
che  siano esclusi dall'elettorato attivo politico e coloro che siano
stati  destituiti  o  dispensati  dall'impiego  presso  una  pubblica
amministrazione.
Domanda di ammissione all'avviso.
    Le   domande   di  ammissione,  redatte  su  carta  semplice,  ed
indirizzate  al  direttore generale dell'Azienda ospedaliera - Piazza
Ospedale,  10  -  Lodi  -  dovranno  pervenire  all'Ufficio  concorsi
dell'ente  entro le ore 12 del trentesimo giorno successivo alla data
di pubblicazione del bando di concorso nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
    Non   saranno   considerate   le   domande  inviate  prima  della
pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale.
    La  domanda  di  ammissione  sara'  considerata prodotta in tempo
utile  anche  se  spedita  a  mezzo  di  raccomandata  con  avviso di
ricevimento  entro  il  termine  indicato.  A  tal fine fara' fede il
timbro e la data dell'ufficio postale di partenza.
    Il  termine  fissato  per  la  presentazione  delle domande e dei
documenti  e'  perentorio; l'eventuale riserva di invio successivo di
documenti e' priva di effetto.
    Nella  domanda  di  ammissione,  redatta  in  carta semplice, gli
aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilita'
      a) nome e cognome;
      b) la data, il luogo di nascita e la residenza;
      c)  il  possesso  della  cittadinanza  italiana  o equivalente,
ovvero  di  essere  cittadini  di  uno degli Stati membri dell'Unione
europea;
      d)  il  comune  di  iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i
motivi  della  non  iscrizione  o  della  cancellazione  dalle  liste
medesime;
      e) le eventuali condanne penali riportate;
      f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
      g)  il  possesso,  con  dettagliata  descrizione, dei requisiti
specifici di ammissione;
      h)  i  servizi  prestati  presso pubbliche amministrazioni e le
cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
      i)  il  domicilio  presso  il  quale deve essere fatta, ad ogni
effetto, ogni necessaria comunicazione;
      j) il   consenso  al  trattamento  dei  dati  personali  (legge
n. 675/1996).
    I  candidati  di cittadinanza diversa da quella italiana dovranno
dichiarare,  inoltre,  di  godere dei diritti civili e politici anche
nello  Stato  di  appartenenza  o di provenienza, ovvero i motivi del
mancato  godimento  dei diritti stessi e di avere adeguata conoscenza
della lingua italiana.
    La domanda dovra' essere datata e firmata dal candidato.
    L'omissione  anche  parziale  delle  dichiarazioni succitate e la
mancata  sottoscrizione  della  domanda  di partecipazione comportano
l'esclusione    dall'avviso   per   il   conferimento   dell'incarico
quinquennale.
      L'Amministrazione  declina ogni responsabilita' per dispersione
di  comunicazioni  dipendenti da inesatta indicazione del recapito da
parte  dell'aspirante  o  da mancata oppure tardiva comunicazione del
cambiamento  di  indirizzo  indicato  nella  domanda, o per eventuali
disguidi    postali    o   telegrafici   non   imputabili   a   colpa
dell'amministrazione stessa.
    Ai  sensi  dell'art. 1  della  legge  23  agosto 1988, n. 370, la
domanda   ed   i   documenti   per   la  partecipazione  all'incarico
quinquennale non sono soggetti all'imposta di bollo.
    Ai  sensi  dell'art. 10  della  legge 31 dicembre 1996, n. 675, i
dati  personali  forniti  dai candidati saranno raccolti dall'ufficio
competente  per  le  finalita' inerenti la gestione della procedura e
saranno trattati presso una banca dati sia automatizzata che cartacea
anche  successivamente  all'eventuale  instaurazione  del rapporto di
lavoro, per finalita' inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
    Il  conferimento  di  tali  dati  e'  obbligatorio  ai fini della
valutazione   dei  requisiti  di  partecipazione,  pena  l'esclusione
dall'avviso per il conferimento dell'incarico quinquennale.
Documentazione da allegare alla domanda.
    I concorrenti dovranno produrre in allegato alla domanda:
      1) diploma di laurea in medicina e chirurgia;
      2) diploma di specializzazione nella disciplina a concorso;
      3)    certificato   di   servizio   comprovante   il   possesso
dell'anzianita' richiesta per l'ammissione all'avviso;
      4)  iscrizione  all'albo  del  rispettivo ordine professionale,
attestata  da certificato rilasciato in data non anteriore a sei mesi
rispetto a quello di scadenza dell'avviso;
      5)  curriculum professionale, redatto in carta semplice, datato
e   firmato   dal   concorrente,  che  dovra'  essere  documentato  e
concernente   le  attivita'  professionali,  di  studio,  direzionali
organizzative, con riferimento:
        a) alla  tipologia  delle  istituzioni  cui  sono allocate le
strutture  presso  le quali il candidato ha svolto la sua attivita' e
alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime;
        b) alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed
alle  sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di
autonomia professionale con funzioni di direzione;
        c)   alla   tipologia   qualitativa   e   quantitativa  delle
prestazioni effettuate dal candidato;
        d)  ai  soggiorni  di studio o di addestramento professionale
per   attivita'  inerenti  alla  disciplina  in  rilevanti  strutture
italiane  o  estere di durata non inferiore a tre mesi con esclusione
dei tirocini obbligatori;
        e) alla  attivita'  didattica  presso  corsi di studio per il
conseguimento    di   diploma   universitario,   di   laurea   o   di
specializzazione  ovvero presso scuole per la formazione di personale
sanitario con indicazione delle ore annue di insegnamento;
        f) alla   partecipazione   a  corsi,  congressi,  convegni  e
seminari   anche   effettuati   all'estero,  nonche'  alle  pregresse
idoneita' nazionali;
      6)  ricevuta  dal  pagamento  della  tassa  di concorso di Euro
15,50,  non  rimborsabili,  effettuato  al Tesoriere dell'Ente "Banca
Popolare  di Lodi" mediante versamento diretto allo stesso o mediante
il  c/c  postale  dell'Azienda  ospedaliera  n. 19625862;  la mancata
presentazione  della  ricevuta  di concorso comporta l'esclusione dal
concorso;
      7)  un elenco dettagliato, in triplice copia, datato e firmato,
dei documenti e dei titoli presentati;
      8)  elenco  in  carta  semplice  delle pubblicazioni presentate
datato  e  firmato  dal  concorrente  e  numerate progressivamente in
relazione  al  corrispondente  titolo,  da cui risulti il titolo e la
data  dalla  pubblicazione,  la rivista che l'ha pubblicata o la casa
editrice e, se fatta in collaborazione, il nome dei collaboratori.
    Nella  valutazione  del  curriculum  e'  presa in considerazione,
altresi',  la  produzione  scientifica  strettamente  pertinente alla
disciplina,    pubblicata    in   riviste   italiane   e   straniere,
caratterizzate  da  criteri  di  filtro  dell'accettazione dei lavori
nonche' il suo impatto sulla comunita' scientifica.
    La  documentazione relativa ai requisiti specifici di ammissione,
i  titoli  preferenziali,  nonche'  tutti  i  titoli  che i candidati
ritengano   opprtuno   presentare  agli  effetti  della  valutazione,
potranno  essere autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla
normativa  vigente  (D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) ovvero prodotti
in originale o in copia autenticata a norma di legge.
    Nella  autocertificazione  devono essere descritti analiticamente
tutti  gli  elementi  necessari  all'esatta individuazione del titolo
autocertificato.   Qualora   il   titolo  autocertificato  non  fosse
chiaramente  descritto  o  mancasse di elementi essenziali per la sua
valutazione, non sara' tenuto in considerazione.
    Si precisa che le suindicate dichiarazioni sostitutive attestanti
titoli  valutabili  e/o  requisiti  specifici di ammissione, verranno
accettate  solo  se  redatte  in  modo conforme a quanto previsto dal
decreto  del Presidente della Repubblica n. 445/2000, anche in ordine
all'assunzione di responsabilita' delle dichiarazioni rese.
    A   tal   fine  si  informa  che  la  modulistica  relativa  alla
dichiarazione  sostitutiva  di  certificazione  e  alla dichiarazione
sostitutiva  di  atto  di  notorieta' e' disponibile presso l'Ufficio
concorsi  dell'Azienda  ospedaliera,  Piazza  Ospedale, 10 - Lodi, al
quale   puo'   essere   richiesta   tramite   e-mail   all'indirizzo:
ufficio.concorsi@ao.lodi.it  inoltre  e'  possibile prenderne visione
sul sito internet: www.ao.lodi.it
    Nella  certificazione,  o sulla dichiarazione sostitutiva di atto
di  notorieta', relativa ai servizi prestati deve essere attestato se
ricorrono  o  meno le condizioni di cui all'ultimo comma dell'art. 46
del  D.P.R.  20  dicembre  1979,  n. 761,  in presenza delle quali il
punteggio  di  anzianita'  deve  essere  ridotto.  In  caso  positivo
l'attestazione   deve   precisare   la  misura  della  riduzione  del
punteggio.  Devono inoltre essere indicati l'Azienda presso cui si e'
prestato   o   si   presta  servizio,  le  qualifiche  ricoperte,  le
discipline,  le  date  iniziali  e  finali  dei  relativi  periodi di
attivita'   e   la   tipologia   del   rapporto   di   lavoro  (tempo
determinato/indeterminato   -   tempo  pieno/parziale).  Non  saranno
valutate  le  dichiarazioni  non  complete  o  imprecise.  In caso di
produzione di certificati originali saranno valutati esclusivamente i
servizi   le   cui   attestazioni   siano   rilasciate   dal   legale
rappresentante dell'Ente presso cui gli stessi sono prestati.
    La  domanda  di  partecipazione  all'avviso, nonche' le eventuali
dichiarazioni   sostitutive   prodotte,  devono  essere  sottoscritte
dall'interessato   in   presenza   del   dipendente  addetto,  ovvero
sottoscritte   e   presentate  unitamente  a  copia  fotostatica  non
autenticata di documento di identita' pena la non ammissione.
    Le  pubblicazioni,  edite a stampa, vanno prodotte in originale o
in  copia  autenticata o autocertificata a norma di legge e descritte
in  un  apposito elenco dattiloscritto, da cui risulti il titolo e la
data  di  pubblicazione,  la  rivista  che  l'ha pubblicata o la casa
editrice e, se fatta in collaborazione, il nome dei collaboratori.
    Per  coloro  che effettuano autocertificazioni viene sottolineato
che:
      chiunque  rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne
fa  uso,  e' punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali
in materia (art. 76);
      l'Amministrazione  e'  tenuta  ad  effettuare  idonei controlli
sulla  veridicita' delle dichiarazioni sostitutive rese (art. 71) con
le modalita' di cui all'art. 43 (Accertamenti d'ufficio);
      qualora dal controllo effettuato dall'Amministrazione emerga la
non  veridicita' delle dichiarazioni sostitutive rese, il dichiarante
decade   dai  benefici  eventualmente  conseguenti  al  provvedimento
emanato  dall'Amministrazione  stessa  sulla base delle dichiarazioni
non veritiere (art. 75).
    Alla  domanda  deve  essere  unito, in triplice copia ed in carta
semplice un elenco dettagliato dei documenti e dei titoli presentati.
Commissione e selezione.
    La  Commissione,  costituita  come  stabilito  dall'art.  15  del
decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, modificato dall'art. 13
del  decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229., accerta l'idoneita'
dei candidati sulla base:
      del   colloquio   diretto   alla  valutazione  delle  capacita'
professionali   del   candidato   nella   specifica   disciplina  con
riferimento  anche alle esperienze professionali documentate, nonche'
all'accertamento  delle  capacita'  gestionali,  organizzative  e  di
direzione  del  candidato  stesso  con  riferimento  all'incarico  da
svolgere;
      della valutazione del curriculum professionale.
    La  data  e  da sede del colloquio saranno resi noti ai candidati
con raccomandata con avviso di ricevimento.
    I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel
giorno,   nell'ora   e   nella  sede  stabilita,  saranno  dichiarati
rinunciatari  all'avviso,  qualunque sia la causa dell'assenza, anche
se non dipendente dalla volonta' dei singoli concorrenti.
Conferimento incarico.
    Il conferimento dell'incarico e' disposto dal direttore generale,
sulla  base dell'elenco degli idonei predisposto dalla commissione di
cui sopra.
    L'aspirante  dovra' dichiarare, sotto la propria responsabilita',
di  non  avere  altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non
trovarsi  in  nessuna delle situazioni di incompatibilita' richiamate
dall'art. 58  del  d.lgs.  n.  29/1993  e successive modificazioni ed
integrazioni.  In  caso  contrario,  unitamente  ai documenti, dovra'
essere  espressamente  presentata  la  dichiarazione  di  opzione per
l'instaurazione   del   rapporto  li  lavoro  presso  questa  Azienda
sanitaria,  fatto  salvo  quanto  previsto dall'art. 27, comma 5, del
CCNL  5 dicembre  1996  relativamente ai dirigenti gia' in servizio a
tempo indeterminato presso un'azienda o un ente del comparto.
    ll  candidato al quale verra' conferito l'incarico sara' invitato
a  produrre, nel termine di trenta giorni dalla comunicazione e sotto
pena  di decadenza, i documenti comprovanti il possesso dei requisiti
generali e specifici richiesti per il conferimento dell'incarico.
    L'incarico  verra'  attribuito  senza  l'attestato  di formazione
manageriale,  fermo  restando  l'obbligo di acquisire l'attestato nel
primo corso utile.
    L'incarico,  di durata quinquennale, puo' essere rinnovato previa
verifica  positiva  da  effettuarsi, da parte di apposita commissione
costituita   ai   sensi   dell'art.  15,  terzo  comma,  del  decreto
legislativo  30 dicembre  1992, n. 502, e successive modificazioni ed
integrazioni.  Il dirigente non confermato nell'incarico e' destinato
ad  altra  funzione con la perdita del relativo specifico trattamento
economico.
    L'amministrazione  garantisce  parita'  e  pari  opportunita' tra
uomini  e  donne  per  l'accesso all'impiego e per il trattamento sul
luogo di lavoro cosi' come disposto dall'art. 7, comma 1, del decreto
legislativo n. 29/1993, e successive modificazioni ed integrazioni.
    L'Azienda  ospedaliera  si  riserva  la  facolta'  di  prorogare,
sospendere  o  revocare  il  presente avviso, qualora ne rilevasse la
necessita'  per  ragioni  di  pubblico  interesse, dandone tempestiva
comunicazione agli interessati.
    Per  quanto  non  espressamente previsto dal presente bando si fa
riferimento  alla  normativa  vigente  ed  in  particolare  al  d.lgs
30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni ed integrazioni,
ed al decreto del Presidente della Repubblica 484/1997.
    Il  bando  integrale  sara'  pubblicato  nel Bollettino ufficiale
della Regione Lombardia, serie inserzioni concorsi, n. 10 del 5 marzo
2002.
    Per  ulteriori  informazioni  gli  aspiranti  dovranno rivolgersi
all'Ufficio  concorsi dell'Azienda ospedaliera - P.zza Ospedale, 10 -
Lodi  (tel. 0371/372485)  orario  al pubblico dal lunedi' al venerdi'
dalle ore 11 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 16.
      Lodi, 26 febbraio 2003
                                       Il direttore generale: Messina
Il direttore amministrativo: Mariani