MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 28 luglio 2004 

Scioglimento  della  societa' cooperativa edilizia «C.I.C.A. a r.l.»,
in Terracina.
(GU n.187 del 11-8-2004)
                 IL DIRETTORE PROVINCIALE DEL LAVORO
                              di Latina
  Visto l'art. 2545-septiesdecies del codice civile;
  Vista la legge 17 luglio 1975, n. 400;
  Visto  il  decreto  del  direttore  generale della cooperazione del
6 marzo  1996 che ha decentrato a livello provinciale le procedure di
scioglimento  d'ufficio  ai  sensi  dell'art.  2545-septiesdecies del
codice civile, limitatamente a quelle senza nomina di liquidatore;
  Vista   la  convenzione  del  30 novembre  2001  stipulata  tra  il
Ministero  del  lavoro e delle politiche sociali e il Ministero delle
attivita' produttive;
  Esaminato  il verbale d'ispezione ordinaria eseguito sull'attivita'
della  societa'  cooperativa appresso indicata, da cui risulta che la
medesima     trovansi    nelle    condizioni    previste    dall'art.
2545-septiesdecies del codice civile;
  Visto  il  decreto  17 luglio  2003  del  Ministero delle attivita'
produttive;
  Acquisito   il  parere  di  massima  favorevole  della  Commissione
centrale  per  le  cooperative  espresso nella riunione del 15 maggio
2003;
                              Decreta:
  La societa' cooperativa sottoelencata e' sciolta ai sensi dell'art.
2545-septiesdecies  del codice civile, senza dar luogo alla nomina di
un  commissario  liquidatore,  in  virtu'  dell'art.  2  della  legge
17 luglio  1975,  n.  400: societa' cooperativa edilizia «C.I.C.A.» a
r.l.  con  sede  in  Terracina (Latina), costituita per rogito notaio
Carla  Quattrociocchi  in  data  10 maggio  1980, repertorio n. 116 -
Busc: 1850.
    Latina, 28 luglio 2004
                                 Il direttore provinciale: Trinchella