DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 dicembre 2004 

Proroga  degli  stati  di  emergenza  ambientale  determinatisi nelle
citta'  di  Milano  e  Palermo  nel  settore  del  traffico  e  della
mobilita'.
(GU n.304 del 29-12-2004)

              IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

  Visto l'art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
  Visto l'art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
  Visto  il  decreto-legge  7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
  Visto  il  decreto  del  Presidente  del Consiglio dei Ministri del
15 novembre  2001,  con  il  quale  e'  stato  dichiarato la stato di
emergenza  determinatosi  nel  settore del traffico e dalla mobilita'
nella  citta'  di Milano fino al 31 dicembre 2003, prorogato, fino al
31 dicembre  2004,  con  decreto  del  Presidente  del  Consiglio dei
Ministri in data 19 dicembre 2003;
  Visto  il  decreto  del  Presidente  del Consiglio dei Ministri del
18 ottobre   2002,   con  il  quale  e'  stato  dichiarata,  fino  al
31 dicembre  2003,  lo  stato  di  emergenza ambientale determinatosi
nella  citta'  di Palermo nel settore del traffico e della mobilita',
successivamente  prorogato, fino al 31 dicembre 2004, con decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri in data 13 gennaio 2004;
  Vista  la  nota  del  12 novembre  2004  del  Sindaco  di Palermo -
Commissario delegato;
  Vista  la  nota  del  27 settembre  2004  del  Sindaco  di Milano -
Commissario delegato;
  Considerato  che i Sindaci Commissari delegati hanno evidenziato la
ineludibile  esigenza,  al  fine  di  completare con ogni urgenza gli
interventi indispensabili al superamento dei contesti emergenziali di
cui   trattasi,   di  fruire  di  un'ulteriore  proroga  dello  stato
d'emergenza   per   assicurare  la  permanenza  di  un  unico  centro
commissariale   di   approvazione   delle   ulteriori  iniziative  di
completamento;
  Vista  la  direttiva  del  Presidente del Consiglio dei Ministri in
data  22 ottobre  2004  recante  ┬źIndirizzi  in materia di protezione
civile   in  relazione  all'attivita'  contrattuale  riguardante  gli
appalti  pubblici  di  lavori,  di  servizi e di forniture di rilievo
comunitario┬╗;
  Ritenuto  quindi necessario disporre un'ulteriore proroga di dodici
mesi  esclusivamente per assicurare il completamento delle iniziative
gia'  intraprese,  con  ogni  conseguente  limitazione  del  contesto
derogatorio dell'ordinamento giuridico vigente;
  Acquisita l'intesa della regione Siciliana;
  Acquisita l'intesa della regione Lombardia;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 23 dicembre 2004;
                              Decreta:

  Ai  sensi e per gli effetti di cui all'art. 5, comma 1, della legge
24 febbraio  1992,  n.  225,  per le motivazioni e con le limitazioni
degli ambiti derogatori di cui in premessa, sono prorogati sino e non
oltre   il  31 dicembre  2005,  gli  stati  di  emergenza  ambientale
determinatisi nel settore del traffico e della mobilita' nelle citta'
di Milano e Palermo.
  Il  presente  decreto  verra'  pubblicato  nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
    Roma, 23 dicembre 2004
                                            Il Presidente: Berlusconi