REGIONE ABRUZZO

CONCORSO

Avviso  pubblico  per  il  conferimento  di  incarico quinquennale di
direzione  di  struttura  complessa  nella  disciplina di anestesia e
rianimazione, presso l'azienda sanitaria locale Lanciano-Vasto.
(GU n.25 del 31-3-2006)
    In esecuzione della delibera del direttore generale n. 160 del 27
marzo  2006,  e'  indetto  avviso  per  il conferimento dell'incarico
quinquennale  a  direttore di struttura complessa nella disciplina di
Ā«anestesia  e  rianimazioneĀ»,  ricompresa  nell'area  della  medicina
diagnostica  e  dei servizi presso l'U.O. di anestesia e rianimazione
dell'ospedale   di   Lanciano,  ai  sensi  dell'art. 15  del  decreto
legislativo   n. 502/1992  cosi'  come  modificato  dall'art. 13  del
decreto  legislativo  n. 229  del  19 giugno  1999  e dal decreto del
Presidente della Repubblica n. 484 del 10 dicembre 1997.
    L'amministrazione  garantisce  parita'  e  pari  opportunita' tra
uomini  e  donne per l'accesso al lavoro e al trattamento sul lavoro,
art. 7, comma 1, del decreto legislativo n. 29/1993.
    I requisiti specifici richiesti per l'ammissione sono:
      A) Cittadinanza  italiana.  Salve  le  equiparazioni  stabilite
dalle  leggi  vigenti,  o  cittadinanza  in uno dei paesi dell'Unione
europea;
      B) Iscrizione  all'albo  dell'ordine  dei  medici  attestato da
certificato  non  anteriore  a sei mesi rispetto a quello di scadenza
dell'avviso.  Iscrizione  al corrispondente albo professionale di uno
dei  paesi  dell'Unione europea consente la partecipazione all'avviso
fermo  restando  l'obbligo  dell'iscrizione all'albo professionale in
Italia, prima dell'assunzione in servizio;
      C) Anzianita'  di  servizio  di sette anni, di cui cinque nella
disciplina e specializzazione in anestesia e rianimazione;
      D) un  curriculum  professionale  ai sensi dell'art. 8, comma 3
del  decreto  del  Presidente della Repubblica n. 484/1997 in cui sia
documentata   una   specifica  attivita'  professionale  ed  adeguata
esperienza  ai  sensi  dell'art. 6  del citato decreto del Presidente
della Repubblica;
      E) Attestato di formazione manageriale. Fino all'emanazione dei
provvedimenti  di cui all'art. 6, comma 1, del decreto del Presidente
della   Repubblica   n. 484/1997,  per  l'incarico  di  direttore  di
struttura  complessa  si  prescinde  dal  requisito  della  specifica
attivita'  professionale  - ai sensi dell'art. 15, comma 3 del citato
decreto  del  Presidente  della Repubblica. Fino all'espletamento del
primo  corso  di formazione manageriale di cui all'art. 7 del decreto
del  Presidente della Repubblica n. 484/1997, l'incarico di direttore
medico  di  struttura  complessa  e'  attribuito senza l'attestato di
formazione   manageriale,   fermo  restando  l'obbligo  di  acquisire
l'attestato nel primo corso utile.
      F) Eta'  non  superiore  a  60  anni alla data del conferimento
dell'incarico  quinquennale  ai  sensi  della circolare del Ministero
della  salute  del 10 maggio 1996, n. 1221, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale  -  n. 113 del 22 maggio 1996 - l'incarico quinquennale non
potra' comunque essere conferito qualora il termine finale dei cinque
anni   superi  il  sessantacinquesimo  anno  di  eta'  del  candidato
prescelto,  salvi i casi particolari previsti dalla vigente normativa
in materia.
    Nella  domanda  gli  aspiranti devono dichiarare sotto la propria
personale   responsabilita',  consapevoli  delle  conseguenze  penali
derivanti  nell'ipotesi di dichiarazioni mendaci ai sensi del decreto
del Presidente della Repubblica n. 445/2000 quanto segue:
      1. Cognome e nome;
      2. Il luogo e la data di nascita nonche' la residenza;
      3. Il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
      4. Il comune nelle cui liste elettorali si e' iscritti ovvero i
motivi  della  non  iscrizione  o  della  cancellazione  dalle  liste
medesime;
      5. Le eventuali condanne penali riportate;
      6.  I servizi prestati presso le pubbliche amministrazioni e le
cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
      7. L'idoneita' fisica all'impiego;
      8. Il possesso dei diritti politici;
      9. La posizione nei riguardi degli obblighi militari;
      10. Il possesso della laurea in medicina e chirurgia;
      11. L'iscrizione all'ordine dei medici.
    I  requisiti  specifici  d'ammissione  devono  essere documentati
mediante  apposita  certificazione  da  allegare  alla domanda ovvero
autocertificazione   ai   sensi  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica  28 dicembre  2000,  n. 445  con  allegato  una  fotocopia
fronte-retro di un documento di riconoscimento.
    Non  possono  accedere all'impiego coloro che siano stati esclusi
dall'elettorato   attivo  e  coloro  che  siano  stati  destituiti  o
dispensati dall'impiego presso pubbliche amministrazioni.
    I  suddetti  requisiti  devono  essere  posseduti  alla  data  di
scadenza   del   termine   stabilito   dal   presente  bando  per  la
presentazione delle domande d'ammissione.
    Le   domande  di  partecipazione  all'avviso,  redatte  in  carta
semplice  ed  indirizzate  al  birettore generale dell'azienda U.S.L.
Lanciano-Vasto  -  via  S.  Spaventa  n. 37 - 66034 Lanciano in plico
chiuso,  a  mezzo servizio postale mediante raccomandata con ricevuto
di ritorno oppure a mano, quest'ultima possibilita' va esercitata dal
lunedi'  al  venerdi'  feriali dalle ore 9 alle ore 13. Il termine di
presentazione   delle   domande  scade  entro  il  trentesimo  giorno
successivo  dalla  data  di  pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale -
serie  concorsi.  Qualora  detto  giorno  sia  festivo, il termine e'
prorogato al primo giorno successivo non festivo.
    La   firma   apposta   in   calce   alla  domanda  non  necessita
autenticazione, ai sensi della legge 15 maggio 1997, n. 127.
    Le  domande  si  considerano  comunque prodotte in tempo utile se
spedite  a  mezzo  raccomandata  con  avviso  di ricevimento entro il
termine  indicato.  A tale fine fa fede il timbro a data dell'ufficio
postale accettante.
    Alla  domanda  il  candidato  dovra'  indicare  espressamente  il
domicilio  presso  il  quale  deve  essere  fatta  ogni comunicazione
inerente al presente avviso.
    Il   curriculum   professionale  dovra'  essere  documentato  con
riferimento sia all'attivita' assistenziale correlata alla disciplina
e  sia  alle attivita' professionali, di studio e alle pubblicazioni,
per le quali assumono valenza precipua quei valori afferenti l'area o
il  settore  di specifico interesse in relazione al posto di funzione
da ricoprire.
    Alla  domanda  di  partecipazione possono essere allegati tutti i
titoli  certificazioni  ed  altro che i candidati ritengono opportuno
presentare ai fini della valutazione.
    I   titoli  devono  essere  prodotti  in  originale  o  in  copia
autenticata ai sensi di legge.
    I  contenuti  del  curriculum, escluse la tipologia qualitativa e
quantitativa  delle  prestazioni  tuate  e  le pubblicazioni, possono
essere  autocertificati  dal candidato ai sensi della legge 4 gennaio
1968,  n. 15,  e  successive  modificazioni:  dette  dichiarazioni  e
certificazioni  devono  essere rese secondo le modalita' previste dal
decreto  del  Presidente  della  Repubblica  n.  403/1998,  allegando
fotocopia di un valido documento di riconoscimento.
    Per una corretta e puntuale valutazione di titoli autocertificati
si   raccomanda   una   analitica  descrizione  del  contenuto  delle
dichiarazioni  e  si  consiglia,  a  tale  riguardo,  di allegare una
fotocopia semplice dei suddetti titoli.
    Qualora   dai   controlli   emerga   la   non  veridicita'  delle
dichiarazioni,  il  dichiarante  decadra'  dai benefici eventualmente
conseguiti,  ferma  restando  la  responsabilita'  penale,  ai  sensi
dell'art. 11 del decreto del Presidente della Repubblica n. 403/1998.
L'amministrazione  declina  ogni  responsabilita'  per dispersione di
comunicazioni  dipendenti da inesatte indicazioni di recapito fornite
dall'aspirante   o   da  mancata  oppure  tardiva  comunicazione  del
cambiamento  di  indirizzo  indicato  stilla  domanda o per eventuali
disguidi    postali    o   telegrafici   non   imputabili   a   colpa
dell'amministrazione stessa.
    Il  direttore  generale  provvedera'  a  nominare, con successivo
atto,  la  commissione  di  esperti  cui  compete  l'accertamento del
possesso   dei  requisiti  richiesti  per  l'ammissione  -  ai  sensi
dell'art. 5,  comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica n.
484/1997.   Alla  commissione  compete  altresi'  la  predisposizione
dell'elenco  dei  candidati idonei, previa valutazione del curriculum
professionale e colloquio con i candidati istanti.
    La commissione di esperti accerta l'idoneita' dei candidati sulla
base del colloquio e della valutazione del curriculum professionale.
    Il   colloquio   e'  diretto  alla  valutazione  delle  capacita'
professionali   del   candidato   nella   specifica   disciplina  con
riferimento  anche alla esperienze professionali documentate, nonche'
all'accertamento  delle  capacita'  gestionali,  organizzative  e  di
direzione  del  candidato  stesso  con  riferimento  all'incarico  da
svolgere.
    La  commissione  al termine del colloquio e della valutazione del
curriculum  professionale,  stabilisce  sulla base di una valutazione
complessiva, l'idoneita' del candidato all'incarico.
    L'incarico,  che  ha durata quinquennale ed e' rinnovabile, sara'
conferito  dal direttore generale secondo i criteri e le modalita' di
cui  all'art. 15  del  decreto  legislativo  n.  502/1992  cosi' come
riformulato dal decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229.
    Il  trattamento  economico  corrisposto  sara' disciplinato dalla
normativa   di  cui  al  contratto  collettivo  nazionale  di  lavoro
dell'apposita  area  di  contrattazione  per  la  dirigenza  medica e
veterinaria  e  relative  tipologie  professionali del SSN siglato in
data 3 novembre 2005.
    Per  quanto  non previsto si fa riferimento alla normativa di cui
al decreto legislativo 30 dicembre 1992 n. 502 e successive modifiche
e  integrazioni  - ivi compreso il decreto legislativo 19 giugno 1999
n. 229   -   nonche'  al  decreto  del  Presidente  della  Repubblica
10 dicembre  1997,  n. 484.  Per  le  discipline  equipollenti  si fa
riferimento  al  decreto  del  Ministero della sanita' del 30 gennaio
1998.  pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 1998
(supplemento ordinario n. 25) e successive integrazioni.
    I    candidati    potranno   chiedere   la   restituzione   della
documentazione  presentata  per la partecipazione all'avviso entro un
anno  dalla  formulazione  dell'elenco  degli  idonei  da parte della
commissione  giudicatrice  costituita in base all'art. 15 del decreto
legislativo   n. 502/1992,   cosi'   come   modificato   dal  decreto
legislativo n. 229/1999.
    I  dati  personali  trasmessi  dai  concorrenti con le domande di
partecipazione  all'avviso,  ai  sensi  della  legge 31 dicembre 1996
n. b675  e successive modificazioni ed integrazioni, saranno trattati
per  le  finalita'  di  gestione  della procedura concorsuale e della
eventuale conseguente assunzione.
    L'amministrazione   si   riserva   la   facolta'   di  prorogare,
sospendere,  modificare,  revocare  o riaprire i termini del presente
avviso  qualora,  a  suo  insindacabile  giudizio,  ne  rilevasse  la
necessita' o l'opportunita'.
    Per  ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi al
servizio  personale  - ufficio concorsi - sedi di Lanciano e di Vasto
da   lunedi'   al   venerdi',   dalle   ore   9  alle  ore  13.  Tel.
0872/706728/76/63 - 0873/308669/79 fax. 0872/706726.
    In  esecuzione  della deliberazione del direttore generale n. 155
del  20  marzo  2006  immediatamente  eseguibile,  si comunica che la
procedura  dell'avviso per il conferimento dell'incarico quinquennale
a  direttore  di  struttura complessa nella disciplina di anestesia e
rianimazione  presso  il  presidio  ospedaliero  di Lanciano e' stata
revocata.
                                 Il direttore generale: Caporossi