MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

DECRETO 24 luglio 2007 

Riconoscimento,   alla   prof.ssa   Vetiola  Rustemi,  di  titolo  di
formazione,   acquisito   in  Paese  non  comunitario,  quale  titolo
abilitante all'esercizio in Italia della professione di insegnante.
(GU n.197 del 25-8-2007)

                        IL DIRETTORE GENERALE
                   per gli ordinamenti scolastici
  Visti: la legge 19 novembre 1990, n. 341; la legge 5 febbraio 1992,
n.  91;  il  decreto  legislativo 27 gennaio 1992, n. 115; il decreto
ministeriale  28 maggio  1992; il decreto legislativo 16 aprile 1994,
n. 297; il decreto ministeriale 21 ottobre 1994, n. 298, e successive
modificazioni;  il  decreto  ministeriale  30 gennaio 1998, n. 39; il
decreto ministeriale 26 maggio 1998; il decreto legislativo 25 luglio
1998,  n.  286;  il decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto
1999,  n.  394  e  successive  modificazioni;  il decreto legislativo
30 luglio  1999,  n.  300; il decreto del Presidente della Repubblica
28 dicembre  2000,  n.  445; il decreto legislativo 30 marzo 2001, n.
165;  il  decreto  interministeriale  4 giugno  2001;  il decreto del
Presidente  della Republica 18 gennaio 2002, n. 54; la legge 28 marzo
2003, n. 53; il decreto legislativo 8 luglio 2003, n. 277; il decreto
legislativo  19 febbraio  2004,  n.  59;  la  circolare  ministeriale
21 marzo  2005,  n.  39;  il  decreto-legge  18 maggio  2006  n.  181
convertito nella legge 17 luglio 2006, n. 233;
  Viste l'istanza, presentata ai sensi dei commi 2 degli articoli 1 e
37 della citata legge n. 286/1998 e dell'art. 49, comma 1, del citato
decreto   del   Presidente   della   Repubblica   n.   394/1999,   di
riconoscimento    di   titolo   di   formazione   professionale   per
l'insegnamento  acquisito  in  Paese  non  comunitario dalla prof.ssa
Vetiola  Rustemi,  la  documentazione prodotta a corredo dell'istanza
medesima,  rispondente ai requisiti prescritti, relativa al titolo di
formazione   sottoindicato,   nonche',  la  conoscenza  della  lingua
italiana;
  Rilevato  che il riconoscimento e' richiesto ai fini dell'esercizio
della  professione  corrispondente  a  quella  cui  l'interessata  e'
abilitata nel Paese che ha rilasciato il titolo;
  Rilevato,  altresi', che l'esercizio della professione in argomento
e'  subordinato,  sia  nell'altro Paese che in Italia, al possesso di
una  formazione  comprendente  un  ciclo  di  studi post-secondari di
durata  minima  di tre anni, per cui alla fattispecie si applicano le
disposizioni  di  cui  al  citato  decreto  legislativo  n.  115/1992
compatibilmente  con  la  natura,  la  composizione e la durata della
formazione  professionale  conseguita  (art.  49, comma 2, del citato
decreto del Presidente della Repubblica n. 394/1999);
  Tenuto  conto  della  valutazione espressa in sede di conferenza di
servizi  nella  seduta  del  18 gennaio  2006, indetta ai sensi degli
articoli 49,   comma 3,  del  citato  decreto  del  Presidente  della
Repubblica  n. 394/1999 e 12, comma 4, del citato decreto legislativo
n. 115/1992;
  Visto  il  decreto  direttoriale  datato 21 febbraio 2006 (prot. n.
1785)  che subordina al superamento di misure compensative (tirocinio
di   adattamento),   il   riconoscimento  del  titolo  di  formazione
professionale in argomento;
  Vista  la  nota  datata 6 luglio 2007 (prot. n. 14194) con la quale
l'ufficio  scolastico  provinciale di Roma ha fatto conoscere l'esito
favorevole del tirocinio di adattamento imposto;
  Accertato  che  sussistono  i  presupposti  per  il  riconoscimento
incondizionato, atteso che il titolo posseduto dall'interessata, come
integrato  dalla  detta  misura compensativa, comprova una formazione
professionale  adeguata  per natura, composizione e durata e soddisfa
le condizioni poste dal citato decreto legislativo n. 115;
                              Decreta:
  Il  titolo  di  formazione  ┬źDiplome  -  Specialiste e Gjuhes dhe e
Kultures  Frenge┬╗ (Laurea di lingue straniere con specializzazione in
francese)  rilasciato  il  2 luglio 2001 dalla Universite' di Tirana,
posseduto  dalla  cittadina  albanese  Rustemi  Vetiola,  nata Tirana
(Albania)    il   18 ottobre   1978,   comprovante   una   formazione
professionale  al  cui possesso la legislazione dello Stato albanese,
che  lo  ha  rilasciato,  subordina  l'esercizio della professione di
insegnante,  costituisce, per la medesima, ai sensi e per gli effetti
di  cui  all'art.  49  del  decreto  del  Presidente della Repubblica
31 agosto 1999, n. 394, integrato dalla misura compensativa di cui al
decreto  direttoriale  citato  in  premessa,  titolo  di abilitazione
all'esercizio  in Italia della professione di docente nelle scuole di
istruzione secondaria nelle classi di concorso:
    45/A - Lingua straniera - francese;
    46/A - Lingue e civilta' straniere - francese.
  Il  presente  decreto,  per  quanto dispone l'art. 12, comma 7, del
citato  decreto  legislativo  n.  115,  e'  pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale.
    Roma, 24 luglio 2007
                                         Il direttore generale: Dutto