LIBERA UNIVERSITA' DI LINGUE E COMUNICAZIONE DI MILANO

CONCORSO

Costituzione  delle  commissioni  giudicatrici  per varie valutazioni
comparative
(GU n.94 del 27-11-2007)
                             IL RETTORE
    Visto  lo statuto di autonomia della Libera universita' di lingue
e  comunicazione  -  IULM,  approvato  con  decreto rettorale in data
27 febbraio 1998, n. 10207, e successive modificazioni;
    Vista la legge 3 luglio 1998, n. 210;
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 ottobre 1998,
n. 390;
    Visto  l'atto  d'intesa sottoscritto dal MURST e della Conferenza
dei rettori, in data 4 marzo 1999;
    Visto  il  decreto  ministeriale  19 marzo  1999  che  designa il
comitato  tecnico  per  la  validazione  della procedura elettorale a
livello nazionale;
    Vista la legge 19 ottobre 1999, n. 370;
    Visto  il  decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 2000,
n. 117 ┬źRegolamento recante modifiche al regolamento 19 ottobre 1998,
n. 390,  concernente modalita' di espletamento delle procedure per il
reclutamento  dei professori universitari di ruolo e dei ricercatori,
a   norma   dell'art. 1  della  legge  3 luglio  1998,  n. 210┬╗,  con
particolare riferimento all'art. 7;
    Visto il bando di valutazione comparativa relativo alla copertura
di  posti  di  ricercatore  presso  la Libera universita' di lingue e
comunicazione - IULM, emesso con decreto rettorale e pubblicato entro
i  termini  previsti  dal  MIUR per la partecipazione alla I sessione
elettorale 2007;
    Viste  le  diverse  note MIUR che contengono indicazioni relative
alle   modalita'   di   voto  e  di  costituzione  delle  commissioni
giudicatrici;
    Visto  il  proprio  precedente decreto n. 14351 in data 28 giugno
2007 che indice le elezioni relative alla I sessione di voto 2007 per
la  costituzione  delle  commissioni  giudicatrici per le valutazioni
comparative;
    Visti i verbali delle operazioni di voto e di scrutinio;
    Constatata la regolarita' delle operazioni svolte;
                              Decreta:
    1.  Sono  approvati  gli  atti relativi alle elezioni di cui alle
premesse del presente decreto.
    2. Risultano costituite le seguenti commissioni:

               ---->  Vedere tabella a pag. 90   <----

    3.  Dalla  data  di  pubblicazione  nella  Gazzetta Ufficiale del
decreto rettorale di nomina della commissione giudicatrice decorre il
termine   previsto  dall'art. 9  del  decreto-legge  21 aprile  1995,
n. 120,  convertito,  con  modificazioni, dalla legge 21 giugno 1995,
n. 236,  per  la presentazione al rettore, da parte dei candidati, di
eventuali istanze di ricusazione dei commissari. Decorso tale termine
e,  comunque,  dopo l'insediamento della commissione non sono ammesse
istanze   di  ricusazione  dei  commissari.  Le  eventuali  cause  di
incompatibilita'  e  le  modifiche  dello stato giuridico intervenute
successivamente alla nomina non incidono sulla qualita' di componente
delle commissioni giudicatrici.
    4.  Il procedimento deve concludersi entro sei mesi dalla data di
pubblicazione  del  decreto rettorale di nomina. La partecipazione ai
lavori  delle  commissioni  costituisce un obbligo inderogabile per i
componenti, fatti salvi giustificati e documentati motivi. Il rettore
puo' prorogare, per una sola volta e per non piu' di quattro mesi, il
termine   per  la  conclusione  della  procedura  per  comprovati  ed
eccezionali  motivi  segnalati  dal presidente della commissione. Nel
caso  in  cui  i  lavori  non  si  siano conclusi dopo la proroga, il
rettore,  con  provvedimento  motivato,  avvia  le  procedure  per la
sostituzione  dei  componenti  cui  siano  imputabili  le  cause  del
ritardo,  stabilendo nel contempo un nuovo termine per la conclusione
dei lavori.
      Milano, 5 novembre 2007
                                              Il rettore: Puglisi