MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

CIRCOLARE 21 dicembre 2012, n. 38 

Trattenute mensili sugli stipendi dei  dipendenti  pubblici  mediante
l'istituto della delegazione  convenzionale  di  pagamento  -  Misura
degli oneri amministrativi  a  carico  degli  istituti  delegatari  -
Aggiornamento. (13A00462) 
(GU n.18 del 22-1-2013)
 
 Vigente al: 22-1-2013  
 
 
                            Alle Amministrazioni Centrali dello Stato 
                            Al Consiglio di Stato 
                            Alla Corte dei Conti 
                            All'Avvocatura Generale dello Stato 
                            Agli Uffici Centrali di  Bilancio  presso
                            le Amministrazioni Centrali 
                            Alle Ragionerie Territoriali dello Stato 
                            All'Agenzie delle Entrate 
                            All'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 
 
                            e p.c.: 
                            Alla   Presidenza   del   Consiglio   dei
                            Ministri 
                            All'Istituto  Nazionale   di   Previdenza
                            Sociale - INPS 
                            Alla Banca d'Italia 
                            Al   Dipartimento    dell'Amministrazione
                            Generale, del Personale e dei Servizi 
                            Al Dipartimento del Tesoro 
 
Premessa. 
  Con le circolari n. 1/RGS del 17 gennaio 2011 e n.  30/RGS  del  20
ottobre 2011 (pubblicate, rispettivamente, nella  Gazzetta  Ufficiale
n. 22 del 28 gennaio 2011 e n. 264 del 12 novembre 2011)  sono  state
fornite le istruzioni per la trattazione delle istanze di delegazione
convenzionale di pagamento formulate dai dipendenti  dello  Stato  in
relazione ai contratti di finanziamento e di assicurazione stipulati. 
  In siffatte fattispecie e' stato  esplicitato  che,  a  fronte  del
servizio prestato  dall'amministrazione,  l'istituto  delegatario  e'
tenuto a ristorare gli oneri amministrativi sopportati  dalla  stessa
amministrazione, in dipendenza dell'impiego di  risorse,  soprattutto
umane e strumentali, per lo svolgimento della relativa attivita'. 
  In particolare, gli oneri amministrativi da versare all'entrata del
bilancio dello Stato - sia nel caso di  partite  stipendiali  gestite
tramite  l'utilizzo  del  sistema   NoiPA   (ex   Service   Personale
Tesoro-SPT) sia nel caso di gestione con sistemi diversi - sono stati
calcolati sulla base  di  elementi  connessi  all'espletamento  delle
cennate attivita', tenendo conto dei tempi medi di  lavorazione,  del
numero  dei  dipendenti  addetti  al   servizio,   delle   spese   di
investimento, eccetera. 
  Per  tali  oneri  amministrativi,  quantificati   nella   ricordata
circolare n.  1/RGS  del  2011,  e'  stato  previsto  nella  medesima
circolare un aggiornamento con  cadenza  biennale,  alla  luce  delle
variazioni  eventualmente  intervenute  nella  resa   del   servizio,
ponendo, nella successiva circolare n. 30/RGS del 2011, quale  limite
massimo la variazione dell'indice nazionale dei prezzi al consumo per
le famiglie di operai ed impiegati (indice dei prezzi al consumo FOI)
rilevata dall'Istituto Centrate di Statistica-ISTAT. 
  Nello  specifico,  la  richiamata  circolare  n.  1/RGS  del   2011
stabilisce che il  Dipartimento  dell'Amministrazione  Generale,  del
Personale e  dei  Servizi  (DAG)  procede  all'aggiornamento  di  cui
trattasi,  fissando  il  termine  della  prima  rilevazione  per   la
rideterminazione della misura degli oneri in discorso alla  data  del
31 ottobre 2012, al fine di poter aggiornare gli stessi  a  far  data
dal 1° gennaio 2013, relativamente al biennio 2013-2014. 
1. Oneri amministrativi. 
  In  ottemperanza  alle  indicazioni   contenute   nelle   circolari
richiamate  in  Premessa,  si  e'  proceduto,  quindi,  ad  espletare
l'attivita'   di   verifica   circa   la   congruita'   degli   oneri
amministrativi dovuti dagli istituti delegatari. 
  In  proposito,  la  competente  Direzione  Centrale   dei   Sistemi
Informativi e dell'Innovazione del DAG ha comunicato come, sebbene la
variazione  dell'indice  dei  prezzi  al  consumo  FOI  nel   periodo
considerato abbia registrato un incremento pari al  5,1%,  la  misura
degli oneri amministrativi sia variata in misura  non  economicamente
apprezzabile,   anche   in   virtu'   della    razionalizzazione    e
dematerializzazione dei procedimenti svolti e di ottimizzazione delle
risorse impiegate, a seguito  della  centralizzazione  di  una  parte
delle attivita' in precedenza espletate nelle sedi periferiche. 
  Pertanto, possono essere confermati gli importi indicati nella piu'
volte richiamata circolare n. 1/RGS del 2011 e che, per  un'immediata
consultazione, si riportano nella tabella appresso riprodotta. 
    

|====================|===================|=============|============|
|      Tipologia     |      Attivita'    |    Onere    |Periodicita'|
|     delegazione    |                   |    (euro)   |            |
|====================|===================|=============|============|
|   Contratti di     |Ricezione istanze  |   € 18,00   | una tantum |
|   finanziamento    |ed istruttoria     |(diciotto/00)|   mensile  |
|                    |Trattenute, verifi-|   € 2,05    |            |
|                    |che periodiche,    |  (due/05)   |            |
|                    |variazioni, versa- |             |            |
|                    |menti e rendiconta-|             |            |
|                    |zione              |             |            |
|--------------------|-------------------|-------------|------------|
|   Contratti di     | Ricezione istanze |   € 9,00    | una tantum |
|  assicurazione e   | ed istruttoria    |  (nove/00)  |   mensile  |
| contribuzioni per  |Trattenute, versa- |   € 0,65    |            |
|     posizioni      |menti e rendiconta-|  (zero/65)  |            |
|   previdenziali    |zione              |             |            |
|    integrative     |                   |             |            |
|====================|===================|=============|============|

    
2. Note conclusive. 
  In coerenza con le istruzioni a suo tempo adottate, si  rappresenta
che la  prossima  valutazione  dei  suddetti  importi,  per  il  loro
eventuale aggiornamento in aumento  o  in  diminuzione  e  sempre  in
relazione  alle  variazioni  rilevate  degli   oneri   amministrativi
sostenuti per le attivita' connesse alle delegazioni convenzionali di
pagamento, dovra' essere effettuata con riferimento alla data del  31
ottobre 2014, al fine  di  poter  adeguare  -  qualora  ne  dovessero
ricorrere  i  presupposti  e  sempre  nei  limiti  delle  intervenute
variazioni  dell'indice  dei  prezzi  al  consumo  FOI  nel   periodo
considerato - la misura dovuta a titolo  di  ristoro  dagli  istituti
delegatari a far data dal 1° gennaio 2015, anche per  le  delegazioni
ancora in essere. 
  Con  l'occasione,  non  sembra  superfluo   confermare   la   piena
operativita' delle circolari n. 1/RGS  e  n.  30/RGS  del  2011,  con
eccezione,  ovviamente,  delle  indicazioni   fornite   per   l'ormai
terminata fase transitoria. 
  Da ultimo, stante pure le sollecitazioni pervenute in tal senso, si
espone che e' attualmente  allo  studio  la  concreta  fattibilita' -
tanto sotto il profilo  giuridico,  quanto  sotto  quello  tecnico  e
informatico, onde consentire una gestione in forma dematerializzata -
di poter estendere  l'istituto  della  delegazione  convenzionale  di
pagamento  anche  ad  altre  tipologie  contrattuali,  con   speciale
riguardo al contratto di assicurazione sulla  responsabilita'  civile
per i veicoli a motore (cd. «R.C. auto»)  e  alle  relative  garanzie
accessorie (furto, incendio, ecc.), laddove sia  previsto  un  premio
pagabile con rateizzazione a periodicita' mensile. 
    Roma, 21 dicembre 2012 
 
                           Il Ragioniere generale dello Stato: Canzio