MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 26 marzo 2015 

Commissione onnicomprensiva da riconoscere alle banche per gli  oneri
connessi con le  operazioni  di  credito  agevolato  per  il  settore
fondiario-edilizio, per l'anno 2015. (15A02593) 
(GU n.79 del 4-4-2015)
 
 
 
              IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE 
 
  Vista la legge 5 agosto 1978, n. 457, recante norme per  l'edilizia
residenziale ed, in particolare, l'art.  26  riguardante  il  settore
dell'edilizia rurale; 
  Vista la legge 22 ottobre  1971,  n.  865  ed  in  particolare  gli
articoli  42  e   72   riguardanti,   rispettivamente   programmi   e
coordinamenti dell'edilizia residenziale convenzionata ed agevolata; 
  Visto  il  decreto-legge  16  marzo  1973,  n.  31  convertito  con
modificazioni dalla legge 17 maggio 1973, n. 205, recante provvidenze
a favore delle popolazioni  dei  comuni  delle  Marche,  dell'Umbria,
dell'Abruzzo e del Lazio colpiti dal terremoto nel  novembre-dicembre
1972  nonche'  norme  per  accelerare  l'opera  di  ricostruzione  di
Tuscania; 
  Visto il decreto-legge 6 settembre 1965, n.  1022,  convertito  con
modificazioni dalla legge 1° novembre 1965, n.  1179,  recante  norme
per l'incentivazione dell'attivita' edilizia; 
  Visto il decreto-legge 6  ottobre  1972,  n.  552,  convertito  con
modificazioni dalla legge 2 dicembre 1972, n. 734, recante  ulteriori
provvidenze a  favore  delle  popolazioni  dei  comuni  delle  Marche
colpite dal terremoto; 
  Vista la legge 4 novembre 1963, n. 1457, e successive modificazioni
ed  integrazioni,  concernente  provvidenze  a  favore   delle   zone
devastate dalla catastrofe del Vajont del 9 ottobre 1963  (proprieta'
unita' immobiliare); 
  Vista la delibera del CICR in data 3 marzo 1994; 
  Sentita la Banca d'Italia; 
 
                              Decreta: 
 
  La commissione onnicomprensiva da riconoscere alle banche  per  gli
oneri connessi alle operazioni di credito  agevolato  previste  dalle
leggi citate in premessa e' fissata per l'anno  2015  nelle  seguenti
misure: 
    a) 0,88 per cento per  i  contratti  condizionati  stipulati  nel
2015; 
    b) 0,88 per cento per i contratti definitivi stipulati nel 2015 e
relativi a contratti condizionati stipulati fino al 2014. 
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana. 
    Roma, 26 marzo 2015 
 
                                                  Il Ministro: Padoan