MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 11 marzo 2015 

Modifiche  ed  integrazioni  al  decreto  27  giugno  2014,   recante
strumenti per favorire la cessione dei crediti certificati  ai  sensi
dell'articolo 37 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito,
con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89. (15A03975) 
(GU n.120 del 26-5-2015)
 
 
 
                      IL MINISTRO DELL'ECONOMIA 
                           E DELLE FINANZE 
 
  Visto l'art. 37, comma 1, del decreto-legge 24 aprile 2014,  n  66,
convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89,  il
quale ha previsto - al fine di assicurare il  completo  ed  immediato
pagamento di tutti i debiti  di  parte  corrente  certi,  liquidi  ed
esigibili  per  somministrazioni,  forniture   ed   appalti   e   per
prestazioni professionali - strumenti per favorire  la  cessione  dei
crediti certificati delle  pubbliche  amministrazioni  diverse  dallo
Stato, con le modalita' specificate nel medesimo art. 37; 
  Visto, in  particolare,  il  comma  4  del  predetto  art.  37  del
decreto-legge n. 66/2014, il quale ha istituito presso  il  Ministero
dell'economia e delle finanze un  apposito  Fondo  di  garanzia,  con
patrimonio autonomo e separato,  volto  alla  copertura  degli  oneri
determinati  dal  rilascio  della  garanzia  dello  Stato,  cui  sono
attribuite risorse pari  a  euro  150  milioni,  e  previsto  che  la
gestione del Fondo puo' essere affidata a norma dell'art.  19,  comma
5,  del  decreto-legge  1°  luglio  2009,  n.  78,  convertito,   con
modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102; 
  Visto il decreto del Ministero dell'economia e delle finanze del 27
giugno 2014, pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica
italiana n. 162 del 15 luglio 2014, con il quale sono stati  definiti
termini e modalita' tecniche  di  attuazione  delle  misure  previste
dall'art. 37, commi 1 e 3, condizioni e modalita' di  intervento  del
Fondo stabilite dal  comma  4  dello  stesso  articolo  del  predetto
decreto-legge n. 66/2014; 
  Ritenuta l'opportunita' di  procedere  ad  una  nuova  formulazione
dell'art. 1, comma 1, lettera g), del predetto decreto  ministeriale,
al fine di favorire  ulteriormente  le  operazioni  di  cessione  dei
crediti certificati nei confronti delle pubbliche amministrazioni, in
coerenza con la finalita' della norma di legge volta a facilitare  lo
smobilizzo dei predetti crediti; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
  1. All'art. 1, comma 1, lettera g),  del  decreto  ministeriale  27
giugno 2014 di  cui  in  premessa,  dopo  le  parole  «operazione  di
cessione,» sono aggiunte le seguenti parole: «180 giorni  dalla  data
di cessione, ovvero» e dopo le  parole  «nella  certificazione»  sono
aggiunte le seguenti parole: «del credito, se questa e' successiva  a
180 giorni dalla data di cessione». 
  Il presente decreto  sara'  inviato  agli  organi  di  controllo  e
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. 
    Roma, 11 marzo 2015 
 
                                                  Il Ministro: Padoan 

Registrato alla Corte dei conti il 13 aprile 2015 
Ufficio controllo atti Ministero economia e finanze, reg.ne prev.  n.
876