MINISTERO DELL'INTERNO

DECRETO 3 luglio 2015 

Differimento dal  31  luglio  al  31  ottobre  2015  del  termine  di
presentazione del Documento unico di  programmazione  (D.U.P.)  degli
enti locali. (15A05288) 
(GU n.157 del 9-7-2015)
 
                      IL MINISTRO DELL'INTERNO 
 
  Visto  l'articolo  151,  comma  1,  del  testo  unico  delle  leggi
sull'ordinamento degli enti locali (T.U.E.L.), approvato con  decreto
legislativo 18 agosto 2000, n. 267, il quale fissa al  31  luglio  il
termine per la presentazione del Documento  Unico  di  Programmazione
(D.U.P) riferito ad un orizzonte temporale almeno triennale da  parte
degli enti locali e dispone che il termine per la  presentazione  del
D.U.P. puo' essere differito con decreto del  Ministro  dell'interno,
d'intesa con il Ministro dell'economia e delle  finanze,  sentita  la
Conferenza Stato-citta' ed autonomie locali, in presenza di  motivate
esigenze; 
  Considerato che il Documento unico di  programmazione  e'  adottato
dalla generalita' degli enti locali per la prima volta nel  2015,  in
quanto introdotto dal decreto legislativo 23  giugno  2011,  n.  118,
coordinato con il decreto legislativo 10 agosto 2014, n. 126, che  ha
aggiornato il testo unico delle  leggi  sull'ordinamento  degli  enti
locali; 
  Visto il decreto del Ministro dell'interno in data 13 maggio  2015,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 115 del 20 maggio 2015, con il
quale il termine per la deliberazione del bilancio di  previsione  da
parte degli enti locali  e'  stato  ulteriormente  differito  dal  31
maggio al 30 luglio 2015; 
  Considerato che il termine per la  deliberazione  del  bilancio  di
previsione per l'anno 2015 va quasi a coincidere con il  termine  per
la presentazione del  Documento  unico  di  programmazione,  relativo
almeno ad un triennio decorrente  dall'anno  2016,  e  che  cio'  non
consentirebbe di elaborare in modo utile la sezione strategica  e  la
sezione operativa di cui e' composto lo stesso documento; 
  Ritenuto pertanto necessario e urgente differire, per  il  suddetto
motivo, il termine  per  la  presentazione  del  Documento  unico  di
programmazione, per il 2015,  al  fine  di  consentire  una  corretta
attivita' di programmazione almeno triennale degli enti locali; 
  Acquisito il parere favorevole  della  Conferenza  Stato-citta'  ed
autonomie locali nella seduta del 18 giugno 2015, previa  intesa  con
il Ministro dell'economia e delle finanze; 
 
                              Decreta: 
 
 
                           Articolo unico 
 
 
Differimento del termine per la presentazione del Documento unico  di
                  programmazione degli enti locali 
 
  1.  Il  termine  per  la  presentazione  del  Documento  unico   di
programmazione degli enti locali,  relativo  almeno  ad  un  triennio
decorrente dall'anno 2016, e' differito al 31 ottobre 2015. 
    Roma, 3 luglio 2015 
 
                                                  Il Ministro: Alfano