DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 aprile 2016 

Inserimento degli Uffici di statistica dell'Agenzia  delle  dogane  e
dei monopoli e dell'Istituto per la valutazione del sistema educativo
di istruzione e  di  formazione  (Invalsi)  nell'ambito  del  Sistema
statistico nazionale. (16A04169) 
(GU n.129 del 4-6-2016)
 
                            IL PRESIDENTE 
                     DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 
 
  Visto il decreto legislativo 6  settembre  1989,  n.  322,  recante
«Norme sul Sistema  statistico  nazionale  e  sulla  riorganizzazione
dell'Istituto nazionale di statistica, ai sensi  dell'art.  24  della
legge 23 agosto 1988, n. 400» e,  in  particolare,  gli  articoli  2,
comma 1, lettera g), e 4, riguardanti la  partecipazione  al  Sistema
statistico nazionale (Sistan) degli uffici di statistica  di  enti  e
organismi pubblici; 
  Visto il decreto legislativo 20 luglio 1999, n. 258, che stabilisce
la trasformazione  in  Istituto  nazionale  per  la  valutazione  del
sistema dell'istruzione (Invalsi) del Centro europeo  dell'educazione
(CEDE), a sua  volta  istituito  con  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 31 maggio 1974, n. 419; 
  Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che istituisce
l'Agenzia delle dogane, nonche' il decreto-legge 6  luglio  2012,  n.
95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135,
con cui l'Agenzia delle dogane, dal 1° dicembre 2012, ha  incorporato
l'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, assumendo la  nuova
denominazione di Agenzia delle dogane e dei monopoli; 
  Viste le istanze  di  ingresso  nel  Sistema  statistico  nazionale
avanzate all'Istituto nazionale di statistica dall'Istituto nazionale
per  la  valutazione  del  sistema  educativo  di  istruzione  e   di
formazione  (Invalsi)  prot.  0002108  (P)  del  13  marzo   2015   e
dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli prot. 42879  del  21  aprile
2015; 
  Vista la nota SP/466 del 1° settembre 2015 con la quale  l'Istituto
nazionale  di  statistica  ha  comunicato  l'esito   positivo   delle
istruttorie condotte ai fini dell'accoglimento delle  citate  istanze
presentate dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli  e  dall'Istituto
nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di
formazione (Invalsi); 
  Considerato il contributo che i richiedenti possono fornire per  lo
sviluppo dell'informazione statistica ufficiale sotto il profilo  del
potenziamento della capacita' informativa e organizzativa del Sistema
statistico  nazionale   nonche'   della   valorizzazione   dei   dati
amministrativi, con conseguenti economie  nella  realizzazione  delle
indagini; 
  Considerato il parere favorevole espresso dal Comitato di indirizzo
e coordinamento dell'informazione statistica (Comstat)  nella  seduta
del 22 giugno 2015; 
  Sentiti  il  Ministro  dell'istruzione,  dell'universita'  e  della
ricerca,  titolare  di  funzioni  di  vigilanza  sull'Invalsi,  e  il
Ministro dell'economia e delle finanze, titolare  della  funzione  di
vigilanza sull'Agenzia delle dogane e dei monopoli; 
  Sentito il Presidente dell'Istituto nazionale di statistica; 
  Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri  del  23
aprile 2014 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 122 del 28  maggio
2014, con il quale e'  stata  conferita  la  delega  di  funzioni  al
Ministro  senza  portafoglio  Maria  Anna   Madia   in   materia   di
semplificazione e pubblica amministrazione e, in particolare,  l'art.
1, comma 5, lettera g), relativa all'attuazione  del  citato  decreto
legislativo 6 settembre 1989, n. 322; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
  1.  Gli  uffici  di  statistica  dell'Istituto  nazionale  per   la
valutazione del sistema  educativo  di  istruzione  e  di  formazione
(Invalsi) e dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli e sono  inseriti
nell'ambito del Sistema statistico nazionale. 
  Il presente decreto e' inviato ai competenti organi di controllo  e
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. 
    Roma, 20 aprile 2016 
 
                          p. Il Presidente del Consiglio dei ministri 
                               Il Ministro per la semplificazione     
                                 e la pubblica amministrazione        
                                            Madia                     

Registrato alla Corte dei conti il 19 maggio 2016 
Ufficio controllo atti P.C.M. Ministeri giustizia  e  affari  esteri,
reg.ne prev. n. 1287