UNIVERSITA' DI MILANO

CONCORSO

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto,
  categoria   EP,    a    tempo    indeterminato,    area    tecnica,
  tecnico-scientifica  ed   elaborazione   dati,   responsabile   del
  benessere animale, presso la direzione servizi  per  la  ricerca  e
  altre sedi di  Ateneo  site  in  Milano,  Citta'  Metropolitana  di
  Milano, da riservare prioritariamente alle categorie  di  volontari
  delle Forze armate. 
(GU n.53 del 6-7-2018)
 
    E' indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, ad un posto
di  categoria  EP   -   posizione   economica   EP1   area   tecnica,
tecnico-scientifica ed elaborazione dati, responsabile del  benessere
animale dell'Universita' degli  studi  di  Milano,  con  rapporto  di
lavoro subordinato a tempo indeterminato, presso la Direzione servizi
per la ricerca  e  altre  sedi  di  Ateneo  site  in  Milano,  Citta'
Metropolitana di Milano (codice 19366). 
    Il posto messo a concorso e' da riservare, prioritariamente, alle
categorie di volontari delle Forze armate in ferma breve o  in  ferma
prefissata di cui agli articoli 1014 e 678 del decreto legislativo 15
marzo 2010, n. 66. 
    I candidati che intendano avvalersi  dei  benefici  previsti  dal
decreto legislativo n. 66/2010 devono farne esplicita menzione  nella
domanda di partecipazione. 
    La partecipazione al concorso e' aperta anche ai candidati non in
possesso dei requisiti di cui al decreto legislativo n. 66/2010. 
    Nel caso in cui non vi siano, tra  gli  idonei,  soggetti  aventi
titolo alla riserva, l'Amministrazione provvedera' alla copertura del
posto, in base all'ordine della graduatoria generale di merito. 
    Esperienze professionali. 
    La figura professionale, in collaborazione con  il  dirigente  di
riferimento, sara' chiamata  ai  sensi  del  decreto  legislativo  n.
26/2014 a ricoprire il ruolo di responsabile  del  benessere  animale
degli stabilimenti di Ateneo. La figura  professionale  si  occupera'
del benessere e  dell'assistenza  degli  animali  negli  stabilimenti
utilizzatori e di allevamento dell'Ateneo e del  funzionamento  delle
attrezzature degli stabilimenti. 
    Competenze professionali richieste. 
    La figura richiesta dovra'  possedere  le  seguenti  capacita'  e
conoscenze: 
      conoscenza  della  normativa  relativa  alla  protezione  degli
animali utilizzati ai sensi del decreto legislativo n. 26/2014; 
      capacita' nella gestione manageriale di stabilimenti di  uso  e
di allevamento  di  animali  ai  sensi  del  decreto  legislativo  n.
26/2014; 
      conoscenza delle modalita' di gestione della sperimentazione  a
livello di biosicurezza 1, 2 e 3; 
      conoscenza e  applicazione  nella  gestione  manageriale  degli
stabilimenti del «Principio delle 3 R», del Risk assessment in animal
welfare e dei principali metodi alternativi; 
      conoscenza  della  normativa  relativa  alla  formazione  degli
addetti  e  dei  sistemi  di   certificazione,   accreditamento   dei
laboratori/stabilimenti utilizzatori e di allevamento; 
      conoscenza degli  stakeholder  nazionali,  esteri  e  capacita'
comprovata di gestione dei rapporti con gli stessi; 
      capacita'   comprovata   di   organizzazione   di   eventi   di
divulgazione rivolti ad ampio pubblico; 
      conoscenza della lingua inglese come lingua di lavoro; 
      attitudine a parlare in pubblico e gestire eventi  pubblici  in
lingua italiana e/o inglese in occasione di seminari, convegni, corsi
organizzati dall'Ateneo; 
      capacita'  relazionale  elevata  e  attitudine  al  lavoro   di
squadra,  coordinando  in  modo   sinergico   diversi   interlocutori
(ricercatori, studenti, personale tecnico-amministrativo). 
    Contenuti della posizione. 
    La  figura  richiesta  sara'  chiamata  a  svolgere  le  seguenti
attivita': 
      organizzare e coordinare il  personale  tecnico  amministrativo
coinvolto nelle attivita' riconducibili agli ambiti  di  applicazione
del decreto legislativo n. 26/2014. Tale attivita' verra'  svolta  in
stretta collaborazione con il dirigente di riferimento e i veterinari
designati di Ateneo; 
      organizzare  e   coordinare   la   gestione   operativa   degli
stabilimenti di Ateneo, monitorando che il personale coinvolto  operi
nel rispetto di quanto previsto dal decreto legislativo  n.  26/2014.
Tale compito prevedra' l'aggiornamento e la revisione costante  delle
procedure operative standard, la redazione e l'invio di comunicazioni
a tutto il personale impegnato negli stabilimenti; 
      partecipare alle attivita' dell'organismo preposto al benessere
degli animali; 
      monitorare, anche  attraverso  ispezioni  regolari  presso  gli
stabilimenti  d'Ateneo,  che  il  benessere  degli   animali   e   le
attrezzature in uso siano conformi alle normative vigenti; 
      coordinare la tenuta delle registrazioni previste dalla legge; 
      predisporre reportistica per gli organi di governo dell'Ateneo; 
      coordinare la definizione del budget necessario per la corretta
gestione operativa degli stabilimenti di  Ateneo  e  implementare  le
modalita' di gestione economico  finanziario  degli  stabilimenti  di
Ateneo; 
      coordinare i rapporti  con  i  fornitori  di  servizi  relativi
all'uso degli stabilimenti d'Ateneo; 
      collaborare per il possibile ottenimento di certificazioni ISO; 
      collaborazione alla stesura di programmi di training per  tutto
il personale interessato; 
      promuovere i rapporti  con  i  diversi  stakeholder  attraverso
l'organizzazione di eventi, congressi, workshop  anche  di  carattere
divulgativo; 
      collaborare con  il  dirigente  di  riferimento  e  gli  uffici
dell'Amministrazione  per  tutti  gli  altri  compiti  che   verranno
assegnati; 
      promuovere i rapporti  con  i  diversi  stakeholder  attraverso
l'organizzazione di eventi, congressi, workshop  anche  di  carattere
divulgativo; 
      collaborare con  il  dirigente  di  riferimento  e  gli  uffici
dell'Amministrazione  per  tutti  gli  altri  compiti  che   verranno
assegnati. 
    Conoscenza della normativa vigente in materia di  sperimentazione
animale: 
    Europa: 
      direttiva 2010/63/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del
22 settembre 2010 sulla protezione degli animali  utilizzati  a  fini
scientifici; 
      decisione 2012/707/CE della Commissione del 14  novembre  2012,
n. 707, che stabilisce un modello comune per  la  trasmissione  delle
informazioni ai sensi della  direttiva  2010/63/UE  sulla  protezione
degli animali utilizzati ai fini scientifici; 
      raccomandazione 2007/526/CE della  Commissione  del  18  giugno
2007 relativa a linee guida per la sistemazione  e  la  tutela  degli
animali impiegati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici; 
      National  Competent  Authorities  for  the  implementation   of
Directive 2010/63/EU on the protection of animals used for scientific
purposes - Corrigendum of Working  document  on  genetically  altered
animals - UE - 24 January 2013 - Brussels, 23-24 January 2013. 
    Italia: 
      decreto legislativo 4 marzo 2014, n.  26,  recante  «Attuazione
della direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali  utilizzati
a fini scientifici». 
    Regione Lombardia: 
      legge 2 marzo 2015, n. 4 della Regione Lombardia recante «Norme
in materia di protezione degli animali utilizzati ai fini di  ricerca
e sperimentazione e di promozione dei metodi alternativi». 
    Siti: 
      http://ec.europa.eu/environment/chemicals/lab_animals/news_en.h
tm 
      https://nc3rs.org.uk/ 
      http://www.felasa.eu/ 
      http://www.salute.gov.it/ 
    Titolo  di  studio:  diploma  di  laurea  conseguito  secondo  le
modalita' precedenti e successive all'entrata in vigore  del  decreto
ministeriale n. 509/1999  e  del  decreto  ministeriale  n.  270/2004
inerenti le Scienze biologiche o biotecnologiche  o  farmaceutiche  o
agrarie o  veterinarie  e  particolare  qualificazione  professionale
attinente al profilo descritto, ricavabile da  esperienza  lavorativa
di almeno 36  mesi  nello  svolgere  il  ruolo  di  responsabile  del
benessere  ai  sensi  del  decreto  legislativo  n.  26/2014   presso
Universita' o enti di ricerca. 
    Scadenza domande: trenta giorni a decorrere dal giorno successivo
a quello della  pubblicazione  del  presente  avviso  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica. Qualora  tale  termine  scada  in  giorno
festivo, la scadenza slitta al primo giorno feriale utile. 
    Si considerano prodotte in tempo utile solo le domande presentate
secondo una delle seguenti modalita' e  pervenute  entro  il  termine
perentorio suindicato: 
      a mano presso l'Ufficio  concorsi  personale  amministrativo  e
tecnico, via S. Antonio n. 12 - Milano, nei giorni e negli  orari  di
cui all'art. 11 del presente bando; 
      a mezzo raccomandata con avviso di  ricevimento  indirizzandola
all'Universita' degli studi di Milano, via Festa del Perdono n.  7  -
20122  Milano,  con  il  riferimento  «Ufficio   concorsi   personale
amministrativo e tecnico - codice concorso 19366».  A  tale  fine  fa
fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante; 
      a mezzo  posta  elettronica  certificata  (PEC),  inviando  dal
proprio indirizzo di PEC personale, all'indirizzo  unimi@postecert.it
entro il suddetto termine.  Non  sara'  ritenuta  valida  la  domanda
inviata da un indirizzo di posta elettronica  non  certificata  o  se
trasmessa da una casella di  posta  elettronica  certificata  diversa
dalla  propria.  Si  invita  ad  allegare  al  messaggio   di   posta
certificata  la  domanda  debitamente  sottoscritta  comprensiva  dei
relativi allegati e copia di un  documento  di  identita'  valido  in
formato PDF. Il messaggio dovra' riportare nell'oggetto  la  seguente
dicitura: «PEC Domanda di Concorso codice 19366». Si precisa  che  la
validita' della  trasmissione  del  messaggio  di  posta  elettronica
certificata  e'   attestata   rispettivamente   dalla   ricevuta   di
accettazione e  dalla  ricevuta  di  avvenuta  consegna  fornite  dal
gestore di posta elettronica ai sensi dell'art.  6  del  decreto  del
Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68. 
    Prove d'esame: 
      1ª prova scritta: la prova sara' svolta mediante l'utilizzo  di
personal computer, con programma Microsoft Word e consistera'  in  un
elaborato scritto sugli argomenti inerenti agli ambiti di  conoscenze
richieste alla figura professionale di cui all'art. 1 del bando; 
      2ª prova scritta a contenuto teorico-pratico:  la  prova  sara'
svolta  mediante  l'utilizzo  di  personal  computer,  con  programma
Microsoft Word e consistera' in quesiti a risposta aperta diretti  ad
accertare l'attitudine dei candidati ad analizzare e a dare soluzione
tecnica,  operativa,  organizzativa  e  gestionale  a   problematiche
attinenti alla figura professionale di cui all'art. 1 del bando; 
      prova orale: la prova  vertera'  sugli  argomenti  delle  prove
scritte e sull'accertamento della conoscenza della lingua inglese. 
    Diario delle prove: le prove si svolgeranno presso  l'Universita'
degli studi di Milano, secondo il seguente calendario: 
      1ª prova scritta: 1° ottobre 2018, ore 14:30 -  via  Festa  del
Perdono, 7 - Milano - Aula Manhattan; 
      2ª prova scritta a contenuto teorico-pratico: 2  ottobre  2018,
ore 14:30 - via Festa del Perdono, 7 - Milano - Aula Manhattan; 
      prova orale: 15 ottobre 2018, ore 10:00 - via Sant'Antonio,  12
- Milano - Sala della Stufa - Palazzo Greppi. 
    La pubblicazione del suddetto calendario delle prove  d'esame  ha
valore di notifica a tutti gli effetti. 
    Il testo integrale del bando, con allegato  il  fac-simile  della
domanda e' pubblicato  sul  sito  internet  dell'Ateno  all'indirizzo
http://www.unimi.it/concorsi/. 
    Per ulteriori informazioni gli  interessati  potranno  rivolgersi
all'Ufficio  concorsi  personale  amministrativo  e   tecnico   (tel.
025031.3074-3097; e-mail ufficio.concorsi@unimi.it;). 
    Responsabile del procedimento e' il dott.ssa  Anna  Canavese,  il
referente del procedimento e' la dott.ssa Maria Teresa Fiumano' (tel.
025031.3077 e-mail mariateresa.fiumano@unimi.it).