DELIBERA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 15 ottobre 2018 

Estensione  degli  effetti  della  dichiarazione   dello   stato   di
emergenza, adottata con delibera del 29 dicembre 2017, in conseguenza
degli ulteriori eccezionali  eventi  meteorologici  verificatisi  nei
giorni dal 13 al 15 dicembre 2017 nel territorio  delle  Province  di
Piacenza, di Parma, di Reggio Emilia, di  Modena,  di  Bologna  e  di
Forli-Cesena. (18A07037) 
(GU n.255 del 2-11-2018)
 
 
                      IL CONSIGLIO DEI MINISTRI 
                 nella riunione del 15 ottobre 2018 
 
  Visto  il  decreto  legislativo  2  gennaio  2018,  n.  1,  ed   in
particolare l'art. 7, comma 1, lettera c) e l'art. 24; 
  Vista la direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri del 26
ottobre 2012 concernente  gli  indirizzi  per  lo  svolgimento  delle
attivita' propedeutiche alle deliberazioni del Consiglio dei ministri
e per la predisposizione delle ordinanze di  cui  all'art.  5,  della
legge  24  febbraio  1992,  n.  225,  e  successive  modificazioni  e
integrazioni, che, ai  sensi  dell'art.  15,  comma  5,  del  decreto
legislativo  citato  n.  1  del  2018,  resta  in  vigore  fino  alla
pubblicazione della nuova direttiva in materia; 
  Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 29  dicembre  2017
con la quale e' stato dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza
degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni dall'8
al 12 dicembre 2017 nel territorio delle  Province  di  Piacenza,  di
Parma, di Reggio Emilia, di Modena, di Bologna e di  Forli-Cesena  ai
sensi e per gli effetti dell'art. 5, commi 1 e 1-bis, della legge  24
febbraio 1992, n. 225, e successive modifiche ed integrazioni, ed  e'
stata stanziata la somma di euro 10.000.000,00 a valere sul Fondo per
le emergenze nazionali di cui all'art.  5,  comma  5-quinquies  della
legge 24 febbraio 1992, n. 225, per l'attuazione dei primi interventi
da effettuare nella vigenza dello  stato  di  emergenza,  nelle  more
della  ricognizione  in  ordine  agli  effettivi  ed   indispensabili
fabbisogni; 
  Considerato che la dichiarazione dello stato di emergenza e'  stata
adottata per fronteggiare situazioni che per intensita' ed estensione
richiedono l'utilizzo di mezzi e poteri straordinari; 
  Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 24 luglio 2018 con
la quale e' stato prorogato, di dodici mesi, lo stato di emergenza in
conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici  verificatisi  nei
giorni dall'8 al 12 dicembre 2017 nel territorio  delle  Province  di
Piacenza, di Parma, di Reggio Emilia, di  Modena,  di  Bologna  e  di
Forli-Cesena; 
  Vista l'ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile
del 26 gennaio 2018, n. 503, recante  «Primi  interventi  urgenti  di
protezione   civile   in   conseguenza   degli   eccezionali   eventi
meteorologici verificatisi nei giorni dall'8 al 12 dicembre 2017  nel
territorio delle Province di Piacenza, di Parma, di Reggio Emilia, di
Modena, di Bologna e di Forli-Cesena»; 
  Considerato che nei giorni dal 13 al  15  dicembre  2017  ulteriori
eccezionali eventi meteorologici, caratterizzati da fenomeni ventosi,
hanno  nuovamente  interessato  il  territorio  delle   Province   di
Piacenza, di Parma, di Reggio Emilia, di  Modena,  di  Bologna  e  di
Forli-Cesena, provocando danni alle coperture  di  edifici  pubblici,
l'abbattimento  di   alberature   con   forti   ripercussioni   sulla
viabilita'; 
  Considerato che i predetti eventi hanno determinato un aggravamento
della situazione di criticita' conseguente agli  eventi  verificatisi
dall'8 al 12  dicembre  2017  impattando  sul  sistema  regionale  di
protezione civile gia' impegnato nella gestione dei medesimi eventi e
causando una situazione di pericolo per l'incolumita' delle persone; 
  Viste le note del 29 marzo, del 18 luglio e del 6 agosto 2018,  con
cui il Presidente della Regione Emilia-Romagna - commissario delegato
ha chiesto  di  estendere  lo  stato  di  emergenza,  deliberato  dal
Consiglio dei ministri  nella  seduta  del  29  dicembre  2017,  agli
ulteriori eventi meteorologici verificatisi dal  13  al  15  dicembre
2017 ed un'integrazione delle risorse gia' stanziate  finalizzata  al
completamento delle somme urgenze gia'  effettuate  nel  corso  della
prima fase dell'emergenza e per la realizzazione  di  limitate  opere
indispensabili per il ripristino delle funzionalita' dei servizi; 
  Vista la nota del  Dipartimento  della  protezione  civile  del  28
settembre 2018, prot. n. CG/0055041; 
  Visti gli esiti dell'attivita' ricognitiva effettuata  dai  tecnici
del Dipartimento della protezione civile nei giorni 31  luglio  e  1°
agosto 2018; 
  Ritenuto, pertanto, necessario provvedere tempestivamente  a  porre
in essere tutte le iniziative di carattere straordinario  finalizzate
al superamento della grave situazione determinatasi a  seguito  degli
ulteriori eventi calamitosi in rassegna; 
  Tenuto conto che detta situazione di emergenza, per  intensita'  ed
estensione, non e' fronteggiabile con mezzi e poteri ordinari; 
  Ritenuto, quindi, che ricorrono, nella fattispecie,  i  presupposti
previsti dall'art. 7, comma 1, lettera c) e dall'art. 24  del  citato
decreto legislativo n. 1 del 2018, per la dichiarazione  dello  stato
di emergenza,  potendosi,  pertanto,  procedere  all'estensione  agli
eventi che hanno colpito nuovamente il territorio delle  Province  di
Piacenza, di Parma, di Reggio Emilia, di  Modena,  di  Bologna  e  di
Forli-Cesena nei giorni dal 13 al 15 dicembre 2017; 
  Su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri; 
 
                              Delibera: 
 
                               Art. 1 
 
  1. In considerazione di quanto esposto in premessa, ai sensi e  per
gli effetti dell'art. 7, comma 1,  lettera  c)  e  dell'art.  24  del
decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, gli effetti dello stato  di
emergenza, dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del  29
dicembre 2017 sono estesi in conseguenza degli ulteriori  eccezionali
eventi meteorologici verificatisi nei giorni dal 13  al  15  dicembre
2017 nel territorio delle Province di Piacenza, di Parma,  di  Reggio
Emilia, di Modena, di Bologna e di Forli-Cesena. 
  2. Per  la  realizzazione  degli  interventi  da  effettuare  nella
vigenza dello stato di emergenza,  il  commissario  delegato  di  cui
all'ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione  civile  del
26 gennaio 2018, n. 503,  assicura  il  necessario  raccordo  con  il
dispositivo gia' in essere per fronteggiare gli eventi  di  cui  alla
sopra citata delibera. 
  3. In considerazione di quanto esposto in premessa, ai sensi e  per
gli effetti dell'art. 24 del decreto legislativo 2 gennaio  2018,  n.
1, lo stanziamento di risorse di  cui  all'art.  1,  comma  4,  della
delibera del Consiglio dei ministri del 29 dicembre 2017 e' integrato
di euro 3.050.000,00 a valere sul Fondo per le emergenze nazionali di
cui all'art. 44, comma 1, del decreto legislativo 2 gennaio 2018,  n.
1. 
  La presente delibera  sara'  pubblicata  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana. 
 
    Roma, 15 ottobre 2018 
 
                                                  Il Presidente       
                                           del Consiglio dei ministri 
                                                      Conte