DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 7 dicembre 2018, n. 138 

Regolamento recante ulteriori modifiche al decreto del Presidente del
Consiglio dei ministri 15 settembre 2016, n. 187, recante i criteri e
le modalita' di attribuzione e di utilizzo  della  Carta  elettronica
prevista dall'articolo 1, comma 979, della legge 28 dicembre 2015, n.
208. (18G00165) 
(GU n.296 del 21-12-2018)
 
 Vigente al: 5-1-2019  
 
 
              IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 
 
                           di concerto con 
 
                       IL MINISTRO PER I BENI 
                      E LE ATTIVITA' CULTURALI 
 
                                  e 
 
                      IL MINISTRO DELL'ECONOMIA 
                           E DELLE FINANZE 
 
  Vista la legge 28 dicembre 2015, n. 208 recante  «Disposizioni  per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello  Stato  (legge
di stabilita' 2016)» e, in particolare, l'articolo  1,  commi  979  e
980; 
  Vista la legge 11 dicembre  2016,  n.  232,  recante  «Bilancio  di
previsione  dello  Stato  per  l'anno  finanziario  2017  e  bilancio
pluriennale per il triennio 2017-2019» e, in particolare,  l'articolo
1, comma 626; 
  Vista la legge 27 dicembre  2017,  n.  205,  recante  «Bilancio  di
previsione  dello  Stato  per  l'anno  finanziario  2018  e  bilancio
pluriennale per il triennio 2018-2020» e, in particolare, la  Tabella
n. 13  dello  stato  di  previsione  del  Ministero  delle  attivita'
culturali e del turismo che al  capitolo  1430  ha  stanziato,  nella
sezione II, per gli anni 2018 e 2019 e per  le  stesse  finalita'  la
dotazione finanziaria di cui all'articolo 1, comma 979,  della  legge
n. 208 del 2015; 
  Visto il decreto-legge 1°  luglio  2009,  n.  78,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102; 
  Visto il decreto-legge 22  giugno  2012,  n.  83,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134 e,  in  particolare,
gli articoli da 19 a 22; 
  Visto il decreto-legge 12 luglio 2018, n. 86, recante «Disposizioni
urgenti di riordino delle attribuzioni dei Ministeri dei beni e delle
attivita'  culturali  e  del  turismo,   delle   politiche   agricole
alimentari e forestali e dell'ambiente e della tutela del  territorio
e del mare, nonche' in materia  di  famiglia  e  disabilita'»  e,  in
particolare, l'articolo 1; 
  Visto il decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, recante  «Proroga  di
termini previsti da  disposizioni  legislative»  e,  in  particolare,
l'articolo 7; 
  Vista la legge 24 dicembre 2007, n. 244, recante «Disposizioni  per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato»  (Legge
finanziaria 2008)»; 
  Vista la legge 7 agosto 1990,  n.  241,  recante  «Nuove  norme  in
materia di procedimento amministrativo e di  diritto  di  accesso  ai
documenti amministrativi»; 
  Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; 
  Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; 
  Visto il decreto legislativo  7  marzo  2005,  n.  82,  recante  il
«Codice dell'amministrazione digitale»; 
  Visto il decreto  legislativo  30  giugno  2003,  n.  196,  recante
«Codice in materia di protezione dei dati personali»; 
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n.
223, recante «Approvazione del  nuovo  regolamento  anagrafico  della
popolazione residente»; 
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre  2000,
n. 445, recante il «Testo  unico  delle  disposizioni  legislative  e
regolamentari in materia di documentazione amministrativa»; 
  Visto il decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  15
settembre 2016, n. 187, recante «Regolamento recante i criteri  e  le
modalita' di attribuzione  e  di  utilizzo  della  Carta  elettronica
prevista dall'articolo 1, comma 979, della legge 28 dicembre 2015, n.
208»; 
  Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 agosto
2017, n. 136, recante «Regolamento recante modifiche al  decreto  del
Presidente del Consiglio dei ministri  15  settembre  2016,  n.  187,
recante i criteri e le modalita' di attribuzione e di utilizzo  della
Carta elettronica prevista dall'articolo 1, comma 979, della legge 28
dicembre 2015, n. 208»; 
  Visto il decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  24
ottobre 2014, recante «Definizione delle caratteristiche del  sistema
pubblico per la  gestione  dell'identita'  digitale  di  cittadini  e
imprese (SPID), nonche' dei tempi e delle modalita' di  adozione  del
sistema  SPID  da  parte  delle  pubbliche  amministrazioni  e  delle
imprese»; 
  Sentito il Garante per la protezione dei dati personali; 
  Visto l'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400; 
  Acquisito il parere del Consiglio di Stato; 
 
                               Adotta 
                      il seguente regolamento: 
 
                               Art. 1 
 
          Modifiche al decreto del Presidente del Consiglio 
               dei ministri 15 settembre 2016, n. 187 
 
  1.  Al  decreto  del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  15
settembre 2016, n. 187, sono apportate le seguenti modificazioni: 
    a) nelle  premesse,  dopo  il  quinto  «Visto»  sono  inseriti  i
seguenti: 
  «Vista la legge 27 dicembre  2017,  n.  205  recante  "Bilancio  di
previsione  dello  Stato  per  l'anno  finanziario  2018  e  bilancio
pluriennale per il triennio 2018-2020" e, in particolare  la  Tabella
n. 13  dello  stato  di  previsione  del  Ministero  delle  attivita'
culturali e del turismo che al capitolo 1430 ha  stanziato,  per  gli
anni 2018 e 2019 e per le stesse finalita' la  dotazione  finanziaria
di cui all'articolo 1, comma 979, della legge n. 208 del 2015»; 
  «Visto il decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, recante "Proroga  di
termini previsti da  disposizioni  legislative"  e,  in  particolare,
l'articolo 7»; 
  «Visto  il  decreto-legge  12   luglio   2018,   n.   86,   recante
"Disposizioni urgenti di riordino delle  attribuzioni  dei  Ministeri
dei beni e delle attivita' culturali e del turismo,  delle  politiche
agricole alimentari e forestali e dell'ambiente e  della  tutela  del
territorio e del mare, nonche' in materia di famiglia e  disabilita'"
e, in particolare l'articolo 1»; 
  b) all'articolo 3, al comma 1, le  parole:  «nell'anno  2017»  sono
sostituite dalle seguenti: «e negli anni 2017 e 2018»; 
  c) all'articolo 4, al comma 2, le parole: «e 2017» sono  sostituite
dalle seguenti: «, 2017 e 2018»; 
  d) all'articolo 5: 
  1) al comma 1, alla fine del  secondo  periodo,  sono  aggiunte  le
seguenti: «, nonche' fino al 30 giugno 2019  per  i  beneficiari  che
compiono diciotto anni nell'anno 2018»; 
  2) al comma 2-bis, le  parole:  «nell'anno  2017»  sono  sostituite
dalle seguenti: «negli anni 2017 e 2018»; 
  e) all'articolo 6, al comma 1, dopo  le  parole:  «nell'anno  2017»
sono aggiunte le seguenti:  «,  nonche'  entro  e  non  oltre  il  31
dicembre 2019 da parte dei beneficiari  che  compiono  diciotto  anni
nell'anno 2018»; 
  f) all'articolo 7, al  comma  2,  le  parole:  «giugno  2018»  sono
sostituite dalle seguenti: «giugno 2019»; 
  g) all'articolo 10, al comma 1, dopo le  parole:  «del  2016»  sono
inserite le seguenti: «, nonche', per l'anno  2018,  dalla  legge  27
dicembre 2017, n. 205.»; 
  h) all'articolo 11, al comma 1, e' aggiunto, in fine,  il  seguente
periodo:  «Per  l'anno  2018  si  provvede  a  valere  sulle  risorse
disponibili sul capitolo 1430 dello stato di previsione del Ministero
dei beni e delle attivita' culturali e del  turismo  ai  sensi  della
legge n. 205 del 2017, da impegnare entro il 31 dicembre 2018.»; 
  i) le parole «Ministero per  i  beni  e  le  attivita'  culturali»,
«Ministro  per  i  beni  e  le   attivita'   culturali»   e   «MIBAC»
sostituiscono, ad ogni effetto e ovunque  presenti,  rispettivamente,
le seguenti: «Ministero dei beni e delle attivita'  culturali  e  del
turismo», «Ministro dei  beni  e  delle  attivita'  culturali  e  del
turismo» e «MIBACT». 
  Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare. 
    Roma, 7 dicembre 2018 
 
              Il Presidente del Consiglio dei ministri 
                                Conte 
 
                       Il Ministro per i beni 
                      e le attivita' culturali 
                              Bonisoli 
 
                      Il Ministro dell'economia 
                           e delle finanze 
                                Tria 
 
Visto, il Guardasigilli: Bonafede 

Registrato alla Corte dei conti il 19 dicembre 2018, n. 2247