MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI

DECRETO 1 febbraio 2019 

Dichiarazione di notevole  interesse  pubblico  dell'area  denominata
«Zona a nord dell'abitato di Magliano  in  Toscana  -  Colline  della
Capitana», in Magliano in Toscana. (Rep. n. 13/2019). (19A02008) 
(GU n.71 del 25-3-2019)
 
                      LA COMMISSIONE REGIONALE 
              per il patrimonio culturale della Toscana 
 
  Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165  recante  «Norme
generali  sull'ordinamento   del   lavoro   alle   dipendenze   delle
amministrazioni pubbliche»; 
  Visto il decreto  legislativo  20  ottobre  1998,  n.  368  recante
«Istituzione del Ministero per i beni e  le  attivita'  culturali,  a
norma dell'art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59», come modificato
dal   decreto   legislativo   8   gennaio   2004,   n.   3    recante
«Riorganizzazione del Ministero per i beni e le attivita'  culturali,
ai sensi dell'art. 1 della legge 6 luglio 2002, n. 137»; 
  Visto il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n.  42  e  successive
modificazioni ed integrazioni, recante «Codice per i  beni  culturali
ed il paesaggio, ai sensi dell'art. 10 della legge 6 luglio 2002,  n.
137»; 
  Visto il decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  29
agosto 2014,  n.  171  recante  «Regolamento  di  organizzazione  del
Ministero dei beni e delle attivita' culturali e del  turismo,  degli
uffici della diretta collaborazione  del  Ministro  e  dell'Organismo
indipendente di valutazione della performance, a norma dell'art.  16,
comma 4 del  decreto-legge  24  aprile  2014  n.  66  convertito  con
modificazioni dalla legge 23 giugno 2014 n. 89»; 
  Visto  il   decreto   ministeriale   27   novembre   2014   recante
«Articolazione degli uffici di livello non dirigenziale del Ministero
del beni e delle attivita' culturali e del turismo»; 
  Visto il decreto  ministeriale  23  gennaio  2016,  n.  44  recante
«Riorganizzazione del Ministero dei beni e delle attivita'  culturali
e del turismo ai  sensi  dell'art.  1,  comma  237,  della  legge  28
dicembre 2015, n. 208»; 
  Visto il decreto-legge 12 luglio 2018, n. 86 recante  «Disposizioni
urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei  Ministeri  dei
beni e delle attivita'  culturali  e  del  turismo,  delle  politiche
agricole alimentari e forestali e dell'ambiente e  della  tutela  del
territorio e del mare, nonche' in materia di famiglia e disabilita'»; 
  Visto il D.D.G. del 17 maggio  2017,  con  il  quale  il  Direttore
generale  Bilancio  ha  conferito  alla  dott.ssa  Giorgia   Muratori
l'incarico di  funzione  dirigenziale  di  livello  non  generale  di
Segretario  regionale  del  Ministero  dei  beni  e  delle  attivita'
culturali per la Toscana; 
  Vista la proposta di dichiarazione di notevole interesse  pubblico,
ai sensi dell'art. 136, comma 1, lettera d) del Codice sopra  citato,
presentata per un esame preliminare dalla Soprintendenza archeologia,
belle arti e paesaggio per le Province di Siena,  Grosseto  e  Arezzo
alla Commissione regionale per il patrimonio  culturale  in  data  19
aprile 2016 con nota prot.  n.  9759,  relativa  alla  «Zona  a  nord
dell'abitato di  Magliano  in  Toscana  -  Colline  della  Capitana»,
situata in Comune di Magliano in Toscana, in provincia di Grosseto; 
  Vista la documentazione illustrativa della suddetta proposta, cosi'
come  aggiornata  sulla  base  delle   valutazioni   espresse   dalla
competente Commissione regionale per il patrimonio culturale in  fase
di esame preliminare nelle sedute tenutesi  in  data  4  maggio  e  7
settembre 2016, trasmessa dalla Soprintendenza con nota prot. n. 6911
del 22 settembre 2016 e costituita da planimetria  su  CTR  in  scala
1:25.000, documentazione  fotografica,  scheda  analitico-descrittiva
(Sez. 1) e scheda critico-propositiva (Sez. 4); 
  Considerato che tale proposta  si  configura  come  ampliamento  ed
estensione di un precedente  provvedimento  di  tutela  paesaggistica
relativo al «Zona a  nord  dell'abitato  di  Magliano  in  Toscana  -
Colline della Capitana» emesso ai sensi dell'ex  legge  n.  1497/1939
decreto ministeriale del  7  dicembre  1973  pubblicato  in  Gazzetta
Ufficiale l'11 febbraio 1974; 
  Vista la nota del 30 settembre 2016 prot. n. 11253, con la quale il
Segretariato regionale del MiBAC per la Toscana ha trasmesso gli atti
relativi alla suddetta proposta alla  Commissione  regionale  per  il
paesaggio istituita presso la Regione Toscana, ai sensi dell'art. 137
del decreto legislativo n. 42/2004, per le valutazioni di competenza; 
  Viste le note prot. n. 16148 del 29 dicembre 2016 e n. 3927 del  30
marzo 2017 inviate alla stessa Commissione regionale per il paesaggio
rispettivamente dalla Soprintendenza e dal Segretariato regionale per
sollecitare l'esame della proposta e rimaste senza riscontro; 
  Vista la comunicazione di  avvio  del  procedimento  inviata  dalla
Soprintendenza con nota prot. n. 24130 del 24 agosto 2017,  ai  sensi
dell'art. 141,  comma  1  del  decreto  legislativo  n.  42/2004,  ai
competenti organi ministeriali, alla Regione Toscana, alla  Provincia
di Grosseto e al Comune di Magliano in Toscana; 
  Visto che  la  proposta  di  dichiarazione  di  notevole  interesse
pubblico ai sensi dell'art. 136 comma 1 lettera d) della «Zona a nord
dell'abitato di Magliano in Toscana -  Colline  della  Capitana»,  e'
stata affissa all'albo pretorio del Comune  di  Magliano  in  Toscana
(GR) dal 7 settembre al 4 dicembre 2017, corredata  dalla  pertinente
documentazione illustrativa costituita da Relazione,  Cartografia  in
scala 1:25.000 riportante la perimetrazione dell'area  oggetto  della
proposta,   Descrizione   dei   confini,   Norme    prescrittive    e
Documentazione fotografica; 
  Considerato  che  la  Soprintendenza  archeologia,  belle  arti   e
paesaggio per le Province di Siena, Grosseto e Arezzo ha provveduto a
dare notizia  dell'avvenuta  pubblicazione  della  proposta  medesima
nella stampa locale e nazionale (Il Tirreno il 30 settembre 2017 e la
Nazione il 29 e 30 settembre 2017) e sul proprio sito informatico; 
  Visti i n. 4 documenti contenenti osservazioni presentate ai  sensi
dell'art. 139, comma 5 del decreto legislativo n. 42/2004 da parte di
enti e soggetti privati: Regione Toscana (nota prot. n. 66281  del  7
febbraio 2018), Provincia di Grosseto (nota prot.  n.  34459  del  12
dicembre 2017), Comune di Magliano in Toscana (nota prot. n. 112  del
5 gennaio 2018) e sig.  Diego  Cinelli,  ex  Sindaco  del  Comune  di
Magliano in Toscana (nota del 3 gennaio 2018); 
  Viste le controdeduzioni della  Soprintendenza  archeologia,  belle
arti e paesaggio per le Province  di  Siena,  Grosseto  e  Arezzo  in
merito alle osservazioni presentate, di cui alle note prot.  n.  3085
del 1° febbraio 2018, prot. n. 3526 del 6 febbraio 2018  e  prot.  n.
5435 del 26 febbraio 2018 (che formano,  insieme  alle  osservazioni,
l'Allegato n. 5 al presente decreto), in base alle quali la  proposta
di vincolo e' stata  confermata  con  alcune  modifiche  in  parziale
accoglimento delle osservazioni presentate; 
  Vista la documentazione aggiornata, trasmessa dalla  Soprintendenza
archeologia, belle  arti  e  paesaggio  per  le  Province  di  Siena,
Grosseto e  Arezzo  con  nota  prot.  n.  7804  del  20  marzo  2018,
costituita dai seguenti elaborati: Relazione, Cartografia  su  C.T.R.
in scala 1:25.000  riportante  la  perimetrazione  dell'area  oggetto
della proposta (Scheda Vincolo Sezione 3),  Descrizione  dei  confini
(Scheda  Vincolo  Sezione  1),  Norme  prescrittive  (Scheda  Vincolo
Sezione 4) e Documentazione fotografica; 
  Visti i pareri favorevoli alla  trasmissione  della  documentazione
aggiornata  ai  competenti  organi   ministeriali,   espressi   dalla
Commissione regionale per il patrimonio culturale istituita presso il
Segretariato regionale del MiBAC per la  Toscana,  come  risulta  dai
verbali delle riunioni dell'11 aprile 2018 e del 19 luglio 2018; 
  Vista la nota della Direzione generale  Archeologia  Belle  Arti  e
Paesaggio prot. n. 3115 del 31 gennaio 2019 nella quale si  ritengono
fondate sotto il profilo tecnico scientifico le motivazioni  proposte
e si richiede alla Commissione regionale per il patrimonio  culturale
della Toscana di procedere alla definizione in termini positivi della
proposta di dichiarazione di notevole interesse pubblico  per  l'area
in questione; 
  Visto che in data 1° febbraio 2019 la Commissione regionale per  il
patrimonio   culturale   ha   verificato   la    completezza    della
documentazione  e  la  sua  correttezza  sotto   il   profilo   della
procedibilita' amministrativa; 
  Acquisito il parere di approvazione della Commissione regionale per
il patrimonio culturale istituita presso  il  Segretariato  regionale
per la Toscana, reso ai sensi dell'art. 39, comma 2, lettera  g)  del
decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 171/2014, di cui
al verbale della riunione del 1° febbraio 2019; 
  Considerato  che  l'area  oggetto  del  presente  provvedimento  di
dichiarazione  di  notevole  interesse  pubblico  e'  contenuta   nei
seguenti confini, coincidenti in  gran  parte  con  corsi  d'acqua  e
strade, come di seguito indicati in senso orario a partire: 
    «Da sud, dall'incrocio della linea retta  di  perimetrazione  sul
lato nord-ovest del provvedimento  di  cui  al  decreto  ministeriale
07/12/1973 con il torrente Patrignone, segue il  corso  del  torrente
Patrignone verso  nord  fino  alla  confluenza  con  il  Fosso  delle
Capriolaie, segue il Fosso delle Capriolaie e continua lungo il Fosso
della Porcareccia fino all'incrocio con la  strada  consortile  della
Capitana, segue la strada consortile della Capitana  fino  alla  loc.
Podere Bestialino fino all'intersezione con il percorso del  sentiero
fino all'intersezione con l'altro tracciato diretto verso  il  Podere
Mandrione del Drago; da questa intersezione si dirige verso il Podere
San Domenico, superato il quale si incrocia con il Fosso del  Trogolo
seguendone il percorso fino  a  coincidere  con  la  linea  retta  di
perimetrazione sul  lato  nord-ovest  del  provvedimento  di  cui  al
decreto ministeriale 07/12/1973»; 
  Ritenuto che detta area, delimitata  come  nell'unita  planimetria,
presenta il notevole interesse pubblico di cui all'art. 136, comma 1,
lettera d) del decreto legislativo n. 42/2004, per i motivi  indicati
nella  nota  di   avvio   del   procedimento   della   Soprintendenza
archeologia, belle  arti  e  paesaggio  per  le  Province  di  Siena,
Grosseto e Arezzo, in quanto: 
    «La zona a nord  dell'abitato  di  Magliano,  attraversata  dalla
strada consortile della Capitana, ha notevole interesse  pubblico  ai
sensi del D. Lgs 22 gennaio 2004, n. 42 poiche'  si  configura  quale
comprensorio della campagna intorno a Magliano in Toscana, importante
centro storico della Maremma circondato da mura medievali, che domina
in posizione piu' elevata le  colline  circostanti,  Il  comprensorio
degradando verso la pianura, ne forma  una  naturale  quinta,  avente
caratteristiche tipiche della campagna maremmana  ricca  di  oliveti,
vigneti e pascoli, cosi' costituendo un quadro panoramico di notevole
rilevanza paesaggistica. Detta zona si pone in continuita' con l'area
di vincolo che circonda l'abitato  di  Magliano,  estendendosi  verso
nord in posizione panoramica da e verso l'abitato  e  la  circostante
campagna; riconosciuto che la zona  predetta  ha  notevole  interesse
pubblico perche' costituisce una zona paesistica e naturale di grande
rilievo  per  l'aspetto  panoramico  ed  ambientale,  godibile  dalla
viabilita' che la attraversa, con punti di vista verso  l'abitato  di
Magliano, e si erge con la cinta muraria  su  una  vallata  ricca  di
oliveti, e verso la campagna maremmana sino al mare dell'Argentario»; 
 
                              Dichiara: 
 
  Che l'area qualificata come «Zona a nord dell'abitato  di  Magliano
in  Toscana  -  Colline  della  Capitana»,   meglio   individuata   e
perimetrata nell'allegata Scheda Vincolo Sezione 1 - Descrizione  dei
confini, presenta notevole interesse pubblico  ai  sensi  e  per  gli
effetti dell'art. 136, comma 1, lettera d) del decreto legislativo n.
42/2004, e rimane quindi sottoposta a tutte le disposizioni di tutela
contenute nella Parte Terza del predetto decreto legislativo, tra cui
l'obbligo, da  parte  del  proprietario,  possessore  o  detentore  a
qualsiasi titolo degli immobili ricompresi in tale area, di acquisire
l'autorizzazione di cui all'art. 146 del citato decreto per qualunque
intervento di modifica dello stato dei luoghi, fatti salvi i casi  di
esclusione previsti in base alla normativa vigente. 
  Il presente provvedimento sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana e nel Bollettino  Ufficiale  della  Regione
Toscana, a  cura  della  Soprintendenza  archeologia,  belle  arti  e
paesaggio per le Province di Siena,  Grosseto  e  Arezzo,  unitamente
alla Scheda analitico-descrittiva, la cartografia, la Scheda  Vincolo
Sezione 4 contenente le Norme prescrittive d'uso. 
  La documentazione, di cui all'elenco allegati riportato  in  calce,
fa parte integrante del presente provvedimento. 
  Il  presente  provvedimento,  corredato  di  tutti  gli   elaborati
elencati sara' consultabile sui siti  informatici  istituzionali  del
Ministero e sara' inserito a cura della Regione Toscana  nella  Carta
dei Vincoli della medesima. 
  Ai sensi e per gli effetti dell'art.  141,  comma  4,  del  decreto
legislativo n. 42/2004, la Soprintendenza archeologia, belle  arti  e
paesaggio per le Province di Siena,  Grosseto  e  Arezzo  provvedera'
alla notifica della dichiarazione presso il  Comune  di  Magliano  in
Toscana (GR)  del  numero  della  Gazzetta  Ufficiale  contenente  la
presente  dichiarazione   unitamente   ai   relativi   allegati.   La
Soprintendenza vigilera' sull'adempimento  da  parte  del  Comune  di
quanto prescritto  dall'art.  140,  comma  4,  del  predetto  decreto
legislativo dandone comunicazione al Ministero. 
  Avverso  il  presente  provvedimento  e'  ammessa  proposizione  di
ricorso giurisdizionale a norma  del  decreto  legislativo  2  luglio
2010, n. 104, ovvero ricorso straordinario al  Capo  dello  Stato  ai
sensi del decreto del Presidente della Repubblica 24  novembre  1971,
n. 1199. 
 
    Firenze, 1° febbraio 2019 
 
                                                Il Presidente         
                                          della Commissione regionale 
                                                   Muratori           

                            ____________ 
 
Avvertenze: 
 
    Il  testo  integrale  del  decreto,  comprensivo  di  tutti   gli
allegati,  sono   pubblicati   integralmente   sul   sito   internet:
www.sabap-siena.beniculturali.it nonche' sul  sito  del  Segretariato
regionale del Ministero per i beni e le attivita'  culturali  per  la
Toscana  all'indirizzo  www.toscana.beniculturali.it  nella   sezione
Paesaggio - Aree paesaggistiche di notevole interesse pubblico.