DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 10 giugno 2019 

Sospensione del sig.  Luca  Barberini  dalla  carica  di  consigliere
regionale e assessore alla salute, alla coesione sociale e al welfare
della Regione Umbria. (19A04805) 
(GU n.170 del 22-7-2019)
 
 
 
                            IL PRESIDENTE 
                     DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 
 
  Visti gli articoli 7 e 8 del decreto legislativo 31 dicembre  2012,
n. 235; 
  Vista la nota della Prefettura di Perugia  -  Ufficio  territoriale
del Governo - Prot. n. 44380 del 18 aprile 2019, con  la  quale  sono
stati  inviati  gli  atti  trasmessi  dal  Giudice  per  le  indagini
preliminari  del  Tribunale  di  Perugia,   relativi   al   fascicolo
processuale n. 709/2018 a carico del sig. Luca Barberini, consigliere
e assessore regionale alla salute, alla coesione sociale e al welfare
della Regione Umbria, ai sensi  dell'art.  8,  comma  4,  del  citato
decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235; 
  Vista l'ordinanza con la quale  e'  stata  disposta  l'applicazione
della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa  in  data  9
aprile  2019,  dal  Giudice  delle  indagini  preliminari  presso  il
Tribunale di Perugia, ai sensi dell'art. 284 del codice di  procedura
penale,  nei  confronti  del  sig.  Luca  Barberini,  consigliere   e
assessore regionale alla salute, alla coesione sociale e  al  welfare
della Regione Umbria, per  le  fattispecie  delittuose  di  cui  agli
articoli 110 e 323 codice penale, articoli 81 cpv., 61 n. 2, 110, 112
n. 1 e 326 commi 1 e 3, art. 81 cpv., 110, 112 n. 1, 479 e 476  comma
2 del codice penale; 
  Considerata l'intervenuta entrata in vigore dal 5 gennaio 2013  del
decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235 che, all'art.  8,  comma
2, prevede la sospensione di  diritto  dalle  cariche  di  presidente
della giunta regionale, assessore e consigliere regionale, quando  e'
disposta  l'applicazione  della  misura   cautelare   degli   arresti
domiciliari, di cui all'art. 284 del codice di procedura penale; 
  Rilevato, pertanto, che dalla data di emanazione dell'ordinanza con
la quale e' stata  disposta  l'applicazione  della  misura  cautelare
degli arresti domiciliari, emessa in data 9 aprile 2019,  decorre  la
sospensione prevista dall'art. 8, comma 2 del decreto legislativo  31
dicembre 2012, n. 235; 
  Sentiti il Ministro per gli affari regionali e le  autonomie  e  il
Ministro dell'interno; 
 
                              Decreta: 
 
  Con effetto  a  decorrere  dal  9  aprile  2019,  e'  accertata  la
sospensione del sig. Luca Barberini, dalla carica  di  consigliere  e
assessore regionale alla salute, alla coesione sociale e  al  welfare
della Regione Umbria, ai sensi degli  articoli  7  e  8  del  decreto
legislativo 31 dicembre 2012, n. 235. 
  La sospensione cessa nel caso in cui nei confronti dell'interessato
venga meno l'efficacia della misura coercitiva  di  cui  al  comma  2
dell'art. 8 del decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235. 
 
    Roma, 10 giugno 2019 
 
                                                 Il Presidente: Conte