DELIBERA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 15 ottobre 2021 

Ulteriore stanziamento  per  la  realizzazione  degli  interventi  in
conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi  nei  giorni  16,
17, 20 e 21 novembre, 2 e 3 dicembre 2020 nel territorio  dei  Comuni
di Vibonati, di Torre Orsaia, di Ispani, di Santa Marina, di Centola,
di  Cicerale,  di  Sapri,  di  Roccagloriosa  e  di  Montecorice,  in
Provincia di Salerno. (21A06505) 
(GU n.264 del 5-11-2021)

 
                      IL CONSIGLIO DEI MINISTRI 
                 nella riunione del 15 ottobre 2021 
 
  Visto il decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 ed in particolare
l'art. 24, comma 2; 
  Vista la delibera del Consiglio dei ministri del  9  febbraio  2021
con cui e' stato dichiarato, per dodici mesi, lo stato  di  emergenza
in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi nei giorni 16,
17, 20 e 21 novembre, 2 e 3 dicembre 2020 nel territorio  dei  Comuni
di Vibonati, di Torre Orsaia, di Ispani, di Santa Marina, di Centola,
di  Cicerale,  di  Sapri,  di  Roccagloriosa  e  di  Montecorice,  in
Provincia di Salerno  e  con  la  quale  sono  stati  stanziati  euro
2.800.000,00 a valere sul Fondo per le  emergenze  nazionali  di  cui
all'art. 44, comma 1, del suddetto decreto legislativo n. 1 del 2018; 
  Vista l'ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile
del 2 marzo 2021, n. 748 recante: ┬źDisposizioni urgenti di protezione
civile in conseguenza degli  eventi  meteorologici  verificatisi  nei
giorni 16, 17, 20 e 21 novembre, 2 e 3 dicembre 2020  nel  territorio
dei Comuni di Vibonati, di Torre Orsaia, di Ispani, di Santa  Marina,
di Centola, di Cicerale, di Sapri, di Roccagloriosa e di Montecorice,
in Provincia di Salerno┬╗; 
  Visto l'art. 24, comma 2, del citato decreto legislativo n.  1  del
2018 dove e' previsto, tra l'altro, che a seguito  della  valutazione
dell'effettivo    impatto    dell'evento    calamitoso,    effettuata
congiuntamente dal  Dipartimento  della  protezione  civile  e  dalle
regioni e province autonome interessate, sulla base di una  relazione
del Capo del Dipartimento della protezione civile, il  Consiglio  dei
ministri individua,  con  una  o  piu'  deliberazioni,  le  ulteriori
risorse finanziarie necessarie per il completamento  delle  attivita'
di cui all'art. 25, comma 2, lettere a), b) e c), e per l'avvio degli
interventi piu' urgenti di cui alla lettera d) del medesimo comma  2,
autorizzando  la  spesa  nell'ambito  del  Fondo  per  le   emergenze
nazionali; 
  Viste le note dell'8 giugno 2021 e del 9 agosto 2021 con  le  quali
il Commissario delegato di cui alla sopra citata ordinanza n. 748 del
2021 ha  trasmesso  la  ricognizione  delle  misure  urgenti  per  il
completamento delle attivita' di cui alle  lettere  a)  e  b)  e  per
quelle relative alle lettere c), d) ed e) del comma  2  dell'art.  25
del citato decreto legislativo n. 1 del 2018; 
  Considerato, altresi', che il Fondo per le emergenze  nazionali  di
cui all'art. 44, comma 1, del richiamato decreto legislativo n. 1 del
2018, iscritto nel bilancio autonomo della Presidenza  del  Consiglio
dei ministri, presenta le necessarie disponibilita'; 
  Vista la nota del  Dipartimento  della  protezione  civile  del  28
settembre 2021, prot. n. UL/0041680; 
  Ritenuto, quindi, che ricorrono, nella fattispecie,  i  presupposti
previsti dal citato art. 24, comma 2, del decreto  legislativo  n.  1
del 2018, per la delibera di integrazione delle risorse; 
  Su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri; 
 
                              Delibera: 
 
                               Art. 1 
 
  1. In considerazione di quanto esposto in premessa, ai sensi e  per
gli effetti dell'art. 24, comma 2, del decreto legislativo 2  gennaio
2018, n. 1, lo stanziamento di risorse di cui all'art.  1,  comma  3,
della delibera del Consiglio dei ministri del  9  febbraio  2021,  e'
integrato di euro 2.037.000,00 a valere sul Fondo  per  le  emergenze
nazionali di  cui  all'art.  44,  comma  1,  del  richiamato  decreto
legislativo n. 1 del 2018, per gli interventi di cui alle lettere  b)
e c) del comma 2 dell'art. 25 del medesimo decreto legislativo. 
  La presente delibera  sara'  pubblicata  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana. 
 
                                          Il Presidente del Consiglio 
                                                dei ministri          
                                                   Draghi