A.L.E.R. MILANO

(GU 5a Serie Speciale - Contratti Pubblici n.87 del 27-7-2012)

 
                 Bando di lavori per accordo quadro 
 

  SEZIONE I): AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 
  I.1) Denominazione, indirizzi e  punti  di  contatto  Denominazione
ufficiale: A.L.E.R. Milano - Punti di  contatto:  UFFICIO  APPALTI  -
Indirizzo: V.le  Romagna,  26  -  20133  Milano  -  Paese:  Italia  -
Telefono:  02/7392.1  -  fax:  02/70125520   -   Posta   elettronica:
appa@aler.mi.it     Indirizzo     internet:     www.aler.mi.it      e
www.centraleacquisti.regione.lombardia.it.  Il  plico  contenente  la
sola documentazione amministrativa va inviato a:  A.L.E.R.  Milano  -
Ufficio Protocollo  -  V.le  Romagna,  26  -20133  MILANO.  L'offerta
economica  va  inviata   esclusivamente   in   modalita'   telematica
attraverso  la  piattaforma  di  Regione  Lombardia  SINTEL  al  sito
www.centraleacquisti.regione.lombardia.it.     I.2)      Tipo      di
amministrazione aggiudicatrice: Organismo di diritto pubblico. 
  SEZIONE II): OGGETTO DELL'APPALTO 
  II.1) Descrizione II.1.1) Denominazione conferita all'appalto dalla
amministrazione  aggiudicatrice:  Repp.   nn.   49รท51/2012   -   CUP:
I46I11000460002 - CPV: 45454000-4. II.1.2) Tipo di appalto e luogo di
esecuzione:  interventi  di  riordino  e/o  adeguamento  alloggi   di
proprieta' del Comune di Milano che si renderanno sfitti da assegnare
in regime di locazione in Milano (quartieri vari) ambito territoriale
Milano sud - ovest,  filiali  1,  2  e  3.  II.1.3)  Accordi  quadro:
istituzione di un accordo quadro da stipularsi con un solo  operatore
economico per ogni singolo lotto. II.1.8)  Divisione  in  lotti:  SI.
II.1.9) Ammissibilita' di varianti: NO. II.2) Quantitativo o  entita'
dell'appalto  II.2.1)  Quantitativo  o  entita'  totale:  Il   valore
complessivo   stimato   dell'accordo   quadro   e'   pari   ad   Euro
2.349.000,00.= (duemilionitrecentoquarantanovemilaeuro/00) (al  netto
dell'IVA), cosi' suddiviso: 
  a) Rep. n. 49/2012 - LOTTO Filiale 1  (CIG:  4245174C65)  -  valore
dell'accordo quadro  Euro  783.000,00.=  di  cui:  Euro  768.000,00.=
importo a base d'asta per lavori ed Euro 15.000,00.= per oneri  della
sicurezza (non soggetti a ribasso). 
  b) Rep. n. 50/2012 - LOTTO Filiale 2  (CIG:  424519910A)  -  valore
dell'accordo quadro  Euro  783.000,00.=  di  cui:  Euro  768.000,00.=
importo a base d'asta per lavori ed Euro 15.000,00.= per oneri  della
sicurezza (non soggetti a ribasso). 
  c) Rep. n. 51/2012 - LOTTO Filiale 3  (CIG:  424522567D)  -  valore
dell'accordo quadro  Euro  783.000,00.=  di  cui:  Euro  768.000,00.=
importo a base d'asta per lavori ed Euro 15.000,00.= per oneri  della
sicurezza (non soggetti a ribasso). II.2.2)  Opzioni:  La  durata  e'
commisurata all'importo della spesa massima  possibile,  pertanto  il
contratto si riterra' risolto in caso di esaurimento anticipato delle
somme a disposizione. Nel caso in cui, raggiunta la scadenza naturale
del contratto, dovessero risultare delle somme residue, la durata del
contratto si riterra' prorogata sino all'esaurimento dell'importo  di
spesa massima e comunque non oltre gg. 360 (trecentosessanta)  giorni
dalla data  del  verbale  di  consegna  generale  dei  lavori.  II.3)
Categorie richieste ai sensi del D.P.R. 34/2000 e s.m.i. 
  Per ciascun lotto: 
  - OG1 - Class. III - PREVALENTE 
  Per ciascun lotto, l'opera da eseguire e' cosi' suddivisa: 
  Opera prevalente Euro Class. D.P.R.34/2000 
  CAT OG1 555.930,00.= II 
  Opere scorporabili 
  CAT OS3 113.535,00.= I 
  CAT OS30 113.535,00.= I 
  II.4) Termine di esecuzione (di  ciascun  lotto):  ciascun  accordo
quadro avra' durata di gg. 180 (centottanta) naturali e  consecutivi,
decorrenti dalla data del verbale di consegna generale dei lavori. 
  SEZIONE  III):  INFORMAZIONI  DI  CARATTERE  GIURIDICO,  ECONOMICO,
FINANZIARIO E TECNICO III.1) Condizioni relative all'appalto III.1.1)
Cauzioni e garanzie richieste: 2% del valore dell'accordo quadro  del
lotto per cui si intende concorrere, o, nel caso di partecipazione  a
piu' lotti, cauzione unica adeguata al lotto di importo piu' elevato,
presentata secondo le  modalita'  previste  all'art.  75  del  D.Lgs.
163/2006 e s.m.i. III.1.2) Principali modalita' di finanziamento e di
pagamento: Comune di Milano (mandato  con  rappresentanza).  III.1.3)
Soggetti ammessi alla procedura di gara: Imprese singole, consorzi  o
RTC ai sensi degli artt. 34, 35, 36, 37 e 49 del  D.Lgs.  163/2006  e
s.m.i. e degli artt. 92, 93 e 94 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i.  III.2)
Condizioni  di  partecipazione.  III.2.1)  Requisiti   di   carattere
generale: possesso dei requisiti di cui agli artt. 38 e 39 del D.Lgs.
163/2006  e  s.m.i.  III.2.2)  Capacita'  economica,  finanziaria   e
tecnica: 
  Per ciascun lotto,  gli  operatori  economici  dovranno  essere  in
possesso di attestazione SOA che riporti: 
  - la categoria prevalente OG1- Classifica III; 
  - la certificazione del sistema di qualita' aziendale conforme alle
norme europee della serie UNI EN ISO 9000, ai sensi degli artt. 4 del
D.P.R. 34/2000 e 63 del D.P.R. 207/2010 e s.m.i. 
  SEZIONE IV): PROCEDURE. 
  IV.1) Tipo di procedura: aperta ai sensi dell'art.  55  del  D.Lgs.
163/2006 e s.m.i. al fine di concludere  un  accordo  quadro  con  un
unico operatore economico per ciascun lotto, autorizzata con delibera
consiliare  n.  MI/102/12   del   29/05/2012.   IV.2)   Criterio   di
aggiudicazione:  prezzo  piu'  basso  determinato  mediante   ribasso
sull'elenco prezzi posto a  base  di  gara  ai  sensi  del  combinato
disposto dell'art. 82, comma 2, lettera a) del  D.  Lgs.  163/2006  e
s.m.i. e dell'art. 118, comma 1, lettera a)  del  D.P.R.  207/2010  e
s.m.i.  IV.3)  Informazioni  di  carattere   amministrativo   IV.3.1)
Condizioni per ottenere il fascicolo d'appalto  e  la  documentazione
complementare: la documentazione d'appalto e'  disponibile  sul  sito
Internet www.aler.mi.it nella sezione "Appalti" e sul  sito  Internet
www.centraleacquisti.regione.lombardia.it;  per   la   richiesta   di
informazioni sull'uso del Sistema, i concorrenti potranno  contattare
l'Help  Desk  raggiungibile  al  numero  verde  800.116.738  o   fare
riferimento al sito  www.centraleacquisti.regione.lombardia.it,  alla
voce  di  menu  contatti.  L'Aler,   pertanto,   non   prendera'   in
considerazione ai sensi dell'art. 71, comma 1, del D.Lgs.  n.163/2006
e s.m.i., le richieste d'invio dei documenti di gara. IV.3.2) Termine
per il ricevimento delle offerte:  13/09/2012-  ore:  10.00.  IV.3.3)
Lingue utilizzabili per la  presentazione  delle  offerte:  ITALIANO.
IV.3.4) Periodo minimo durante  il  quale  l'offerente  e'  vincolato
dalla  propria  offerta:  180  giorni  dal  termine  ultimo  per   il
ricevimento  delle  offerte.  IV.3.5)  Modalita'  di  apertura  delle
offerte: data 19/09/2012- ore: 10.00 - luogo: ALER - Viale Romagna 26
- MILANO. Persone ammesse ad assistere all'apertura delle offerte: le
sedute  di  gara  sono  pubbliche  ma  la  facolta'   di   rilasciare
dichiarazioni e di interloquire durante  le  operazioni  di  gara  e'
riconosciuta esclusivamente ai legali rappresentanti degli  operatori
economici concorrenti e ai loro delegati, muniti di procura  scritta,
previa autorizzazione dell'organo di gara. 
  SEZIONE V): ALTRE INFORMAZIONI 
  V.1) Informazioni complementari: 
  a) Ai sensi degli artt.  9  e  72  del  D.Lgs.  163/2006  e  s.m.i.
ciascuna informazione  relativa  alla  presente  gara  sara'  fornita
previo  pagamento  di  un  corrispettivo  pari  a  Euro  30,00.=   da
effettuarsi a mezzo bonifico bancario presso  la  Banca  Popolare  di
Sondrio, IBAN IT21D0569601608000004000X52, indicando come causale  il
numero di repertorio e l'oggetto dell'appalto. Eventuali richieste di
informazioni complementari e/o di chiarimenti  sull'oggetto  e  sugli
atti della procedura  e  ogni  richiesta  di  notizia  utile  per  la
partecipazione alla procedura o sullo  svolgimento  di  essa  possono
essere presentate in lingua italiana e trasmesse ad Aler  di  Milano,
unitamente a  copia  del  sopra  citato  bonifico,  per  mezzo  della
funzione "Comunicazioni della procedura" presente  sulla  piattaforma
Sintel entro il perentorio termine del giorno 03/09/2012. Le risposte
ai chiarimenti saranno comunicate all'operatore economico  attraverso
la funzionalita' "Comunicazioni della procedura" entro e non oltre il
giorno 06/09/2012. La Stazione Appaltante, ove ritenga che i  quesiti
pervenuti siano di carattere generale, provvedera'  a  pubblicare  le
risposte   fornite   sul   portale    della    stazione    appaltante
"www.aler.mi.it"            nonche'            sul            portale
"www.centraleacquisti.regione.lombardia.it".  Eventuali  integrazioni
alla documentazione di gara verranno pubblicate sui siti internet  di
cui al punto I.1); 
  b) la documentazione amministrativa,  inviata  in  forma  cartacea,
dovra' pervenire  all'indirizzo  indicato  al  punto  I.1)  entro  il
termine perentorio di cui al punto IV.3.2);  le  imprese  concorrenti
dovranno  inserire  nella  piattaforma  Sintel   entro   il   termine
perentorio di cui al  punto  IV.3.2)  del  presente  bando  l'offerta
economica debitamente firmata digitalmente; 
  c)  ciascun  concorrente,  secondo  le  modalita'   descritte   nel
Disciplinare  di  gara,  dovra'  contattare  il  R.U.P.  al  fine  di
effettuare il  sopralluogo  assistito  (ossia  alla  presenza  di  un
tecnico interno dell'Azienda); 
  d) per ciascun lotto, si procedera' all'esclusione automatica delle
offerte anormalmente basse  secondo  quanto  previsto  dal  combinato
disposto degli artt. 122, comma 9, e 253, comma  20-bis,  del  D.Lgs.
163/2006 e s.m.i.; qualora il numero delle  offerte  ammesse  per  il
singolo lotto sara'  inferiore  a  dieci  e  di  conseguenza  non  si
procedera'   all'esclusione   automatica   delle   offerte   e   alla
determinazione della soglia  di  anomalia,  si  procedera'  ai  sensi
dell'articolo 86, comma 3, del codice. In tal caso ai sensi dell'art.
88, comma 7, del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., la Stazione Appaltante
si riserva la facolta' di procedere contemporaneamente alla  verifica
di anomalia delle migliori offerte, non oltre la quinta; 
  e) ogni singolo concorrente non  potra'  aggiudicarsi  piu'  di  un
lotto e dovra' presentare singola offerta per  ogni  lotto  alla  cui
aggiudicazione intende concorrere; nel caso in cui le Imprese ammesse
alla gara fossero in numero inferiore rispetto al  numero  dei  lotti
(n.3), la Stazione Appaltante si riserva la facolta'  di  aggiudicare
il/i  lotto/i  che  rimarrebbe/ro  scoperto/i  alle  imprese  ammesse
ancorche' gia' aggiudicatarie di  altro  lotto  ed  in  possesso  dei
requisiti previsti; 
  f) l'ordine di aggiudicazione dei lotti verra' deciso per sorteggio
in sede di gara; 
  g)  verranno  stipulati  distinti  contratti  quadro  per   singoli
repertori (lotti); 
  h) per ciascun lotto si effettuera' l'aggiudicazione anche nel caso
di una sola offerta valida; l'Amministrazione, ai sensi dell'art. 81,
comma 3, del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., si riserva la facolta' di  non
procedere all'aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o
idonea in relazione all'oggetto del contratto; 
  i)  per  i  soggetti  non  aggiudicatari  la  cauzione  provvisoria
presentata a  garanzia  dell'offerta  non  verra'  restituita  ma  si
riterra' automaticamente  svincolata  con  la  comunicazione  di  cui
all'art. 79, comma 5 lett. a), del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.; 
  j) ciascun aggiudicatario dovra' prestare cauzione definitiva nella
misura e nei modi  previsti  dall'art.  113  del  D.Lgs.  163/2006  e
s.m.i., nonche' la polizza di cui all'art. 129, comma 1, del medesimo
Decreto e all'art. 125 del  D.P.R.  n.  207/2010  e  s.m.i.  Entrambe
dovranno essere redatte in conformita' agli schemi previsti dal  D.M.
123/2004; 
  k) la Stazione Appaltante si riserva la facolta'  di  escludere  le
ditte per le quali il Prefetto dovesse segnalare  pregressi  impieghi
di manodopera con modalita' irregolari, ovvero ricorsi ad illegittime
forme di intermediazione per il reclutamento della manodopera, e  per
le  quali  il  Prefetto  fornisca  informazioni  antimafia  ai  sensi
dell'art. 1 septies  del  D.L.  629/82,  ai  fini  delle  valutazioni
discrezionali ammesse dalla legge; 
  l) in caso di fallimento dell'appaltatore o di liquidazione  coatta
e concordato preventivo dello stesso o di risoluzione  del  contratto
ai sensi degli articoli 135 e 136 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.  o  di
recesso dal contratto ai sensi dell'articolo 11, comma 3, del  D.P.R.
3 giugno 1998, n. 252, la Stazione Appaltante si riserva la  facolta'
di applicare le disposizioni di cui all'art. 140 del suddetto  D.Lgs.
163/2006 e s.m.i.; 
  m) la Stazione Appaltante non provvede  al  pagamento  diretto  dei
subappaltatori e  dei  cottimisti  e  l'appaltatore  e'  obbligato  a
trasmettere alla stessa S.A., entro 20  gg.  dalla  data  di  ciascun
pagamento  effettuato  a  proprio   favore,   copia   delle   fatture
quietanzate relative ai pagamenti da  esso  corrisposti  ai  medesimi
subappaltatori  o  cottimisti,  con  l'indicazione  delle   eventuali
ritenute  di  garanzie  effettuate.  In  caso  di   inadempienza   si
applicheranno le sanzioni di cui all'art. 118, comma  3,  del  D.Lgs.
163/2006 e s.m.i. E' in ogni caso vietato affidare il  subappalto  ad
imprese che presenteranno autonoma offerta per il medesimo lotto; 
  n) ai sensi dell'art. 49, comma 6, del  D.Lgs.  163/2006  e  s.m.i.
ogni concorrente potra' avvalersi di una sola impresa ausiliaria  per
ciascuna categoria di  lavorazione;  restano  ferme  tutte  le  altre
previsioni di cui all'art. 49 del suddetto Decreto; 
  o) in  caso  di  difformita'  tra  le  prescrizioni  contenute  nei
documenti del fascicolo di appalto e quelle  contenute  nel  presente
bando di gara e nel disciplinare di gara, prevarranno queste ultime; 
  p) il presente bando di gara non vincola in alcun modo la  Stazione
Appaltante  all'espletamento   della   gara   ne'   alla   successiva
aggiudicazione; 
  q) la Stazione Appaltante si riserva espressamente la  facolta'  di
annullare la gara o di modificare i termini in qualsiasi momento ed a
suo insindacabile giudizio, senza che cio' comporti  la  possibilita'
di  alcuna  rivendicazione,   pretesa,   aspettativa,   risarcimento,
indennizzo o richiesta di sorta; 
  r)  l'aggiudicazione  della  presente  gara  e'  subordinata   alla
conferma del finanziamento da parte del Comune di Milano; 
  s) Responsabile del  Procedimento:  P.I.  Aurelio  D'Aloisio-  tel.
02/5681.4721; 
  V.2) Procedure  di  ricorso  V.2.1)  Organismo  responsabile  delle
procedure di ricorso  Denominazione  ufficiale:  TAR  Lombardia,  via
Corridoni,  39  -  20122  Milano  -   telefono:   02/799306.   V.2.2)
Presentazione di ricorso: ai sensi del combinato  disposto  dell'art.
245 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. e dell'art. 120, commi 2  e  5,  del
D.Lgs. 104/2010, eventuali ricorsi avverso il presente bando di  gara
devono essere notificati alla Stazione Appaltante entro 30 gg.  dalla
data di pubblicazione; avverso le  eventuali  esclusioni  conseguenti
all'applicazione  del  bando  di  gara  il  ricorso   dovra'   essere
notificato  entro  30  gg.  dal   ricevimento   dell'informativa   di
esclusione dalla gara. 

                    Il direttore legale e appalti 
                          avv. I. Comizzoli 

 
T12BFM13612
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.