MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI E PER IL TURISMO
Segretariato Regionale per il Piemonte

Sede: piazza S. Giovanni n. 2 - 10122 Torino (TO), Italia
Codice Fiscale: 08446190012

(GU 5a Serie Speciale - Contratti Pubblici n.67 del 12-6-2020)

 
                  Bando di gara - Appalto di lavori 
 
                CUP F92C17000120001 - CIG 8223107291 
 

  SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 
  I.1. Denominazione: Ministero per i beni e le attivita' culturali e
per il turismo - Segretariato regionale per il Piemonte. 
  I.2. Indirizzo:  piazza  san  Giovanni,  2  -  10122  Torino,  c.f.
08446190012,  codice  NUTS  ITC11.  Autorita'  governativa  centrale.
Principale attivita' esercitata: tutela beni culturali. 
  I.3. Punti di contatto: Tel. 011/5220421 - Fax 011/5220433  -  Pec:
mbac-sr-pie@mailcert.beniculturali.it            -             Email:
sr-pie@beniculturali.it,  sr-pie.appalti@beniculturali.it,  Indirizzo
internet: www.piemonte.beniculturali.it. 
  SEZIONE II: OGGETTO DELL'APPALTO 
  II.1.  Tipo  di  appalto:  appalto  di  lavori  denominato   "Piano
strategico  Ā«Grandi  Progetti  Beni  culturaliĀ»  annualita'  2017   -
annualita' 2018 - D.M. 02/12/2016. Restauro  e  valorizzazione  delle
residenze sabaude: Castello ducale di Aglie'.  Restauro  fontana  dei
fiumi e beni mobili collezioni". 
  II.2. Luogo di esecuzione: Aglie'. Codice NUTS ITC11 
  II.3. Vocabolario comune per  gli  appalti:  45454100-5  Lavori  di
restauro 
  II.4. Divisione in lotti: no 
  II.5. Descrizione dell'appalto: 
  II.5.1.   Lavori:   l'intervento   prevede   la   conservazione   e
valorizzazione dell'emiciclo con specchiature decorate con intonaci e
mursi, dei gruppi scultorei e del locale di  servizio  retro  fontana
costituenti la fontana  dei  Fiumi  di  Filippo  e  Ignazio  Collino,
nell'ambito del parco del castello di Aglie'  (To).  E'  previsto  un
intervento di manutenzione straordinaria di altri beni mobili tra cui
la collezione orientale, gli arredi ed  il  nucleo  di  terrecotte  e
gessi di Benedetto Cacciatori, legata al riallestimento  di  percorsi
espositivi  interni  al  castello.  In  ogni  caso,  i  lavori   sono
dettagliatamente descritti nel progetto esecutivo cui si rinvia. 
  Categoria prevalente  (e  unica):  OS  2-A  class.  III  (superfici
decorate di beni immobili del patrimonio culturale e  beni  culturali
mobili   di   interesse   storico,   artistico,    archeologico    ed
etnoantropologico).  La  categoria  OS  2-A  e'  da  considerarsi   a
qualificazione obbligatoria e di rilevante complessita' tecnica. 
  II.5.2.          Importo          dell'appalto:          566.603,24
(cinquecentosessantaseimilaseicentotre'/24) euro,  oltre  I.V.A.,  di
cui 381.082,46 (trecentottantunomilaottantadue/46)  euro  per  lavori
sul         sito          della          fontana,          146.356,54
(centoquarantaseimilatrecentocinquantasei/54)  euro  per   interventi
conservativi      sui       beni       mobili       e       39.164,24
(trentanovemilacentosessantaquattro/24) euro per oneri  speciali  per
la sicurezza non soggetti a ribasso. L'appalto e' stipulato in  parte
a corpo (per 218.127,98 euro) e in parte  a  misura  (per  348.475,26
euro). 
  II.6.  Durata  dell'appalto:  tempo   di   esecuzione   complessivo
dell'appalto stimato in 210 (duecentodieci) giorni solari consecutivi
decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori. 
  II.7. Varianti: non ammesse. 
  SEZIONE  III:  INFORMAZIONI  DI  CARATTERE  GIURIDICO,   ECONOMICO,
FINANZIARIO E TECNICO 
  III.1. Cauzioni e garanzie richieste: 
  garanzia provvisoria ex art.  93,  d.  lgs.  n.  50/2016;  garanzia
definitiva ex art. 103, d. lgs. n. 50/2016; 
  in caso di aggiudicazione: polizza di assicurazione  ex  art.  103,
VII c., d. lgs. n. 50/2016. L'importo della somma  da  assicurare  e'
fissato in 2.000.000,00 (duemilioni/00) euro.  Il  massimale  per  la
responsabilita'  civile  per  danni  causati  a   terzi   nel   corso
dell'esecuzione    dei    lavori    e'    fissato    in    500.000,00
(cinquecentomila/00) euro. 
  III.2. Condizioni di partecipazione:  operatori  economici  di  cui
all'art. 45, d.  lgs.  n.  50/2016,  in  possesso  dei  requisiti  di
idoneita' professionale,  di  capacita'  economica  e  finanziaria  e
tecniche e professionali per i  quali  non  sussistano  i  motivi  di
esclusione di cui all'art. 80, d. lgs. n. 50/2016.  Il  possesso  dei
requisiti di qualificazione e' provato dal possesso  di  attestazione
da parte degli appositi  organismi  di  diritto  privato  autorizzati
dall'ANAC in corso di validita', nella categoria prevalente (e unica)
OS 2-A (a qualificazione obbligatoria  e  di  rilevante  complessita'
tecnica) nella classifica adeguata ai lavori da assumere. 
  Non trova applicazione l'istituto dell'avvalimento,  ex  art.  146,
III c., d. lgs. n. 50/2016. 
  SEZIONE IV: PROCEDURA 
  IV.1. Procedura di aggiudicazione: procedura aperta, ex art. 60, d.
lgs.  n.  50/2016,  svolta  in  modalita'  telematica  attraverso  la
piattaforma                raggiungibile                all'indirizzo
https://mbac-sr-pie.acquistitelematici.it/. 
  IV.2.  Criterio  di  aggiudicazione:  offerta  economicamente  piu'
vantaggiosa   individuata   sulla   base   del    miglior    rapporto
qualita'/prezzo, i cui criteri e la loro ponderazione - ivi inclusi i
criteri ambientali minimi - sono indicati nel disciplinare  di  gara,
pubblicato sul sito www.piemonte.beniculturali.it e sulla piattaforma
telematica. 
  IV.3.  Informazioni  di   carattere   amministrativo:   sopralluogo
obbligatorio       da       richiedere       sulla        piattaforma
https://mbac-sr-pie.acquistitelematici.it/ entro il 26 giugno 2020 ed
eseguirsi entro il 7 luglio 2020. Le richieste di chiarimento  devono
essere effettuate entro il 7 luglio 2020.  I  termini  indicati  sono
perentori. 
  IV.3.2. Documenti di gara e documenti  progettuali  disponibili  in
formato  digitale,  previa  registrazione,  al  seguente   indirizzo:
https://mbac-sr-pie.acquistitelematici.it/. 
  IV.3.3. Lingua utilizzabile per la redazione dei documenti di gara:
italiano. 
  IV.3.4. Il contratto non conterra' clausola compromissoria. 
  IV.4. Termine per il ricevimento delle offerte: 15 luglio 2020  ore
12. 
  IV.4.1. Indirizzo al  quale  trasmettere  le  domande:  in  formato
telematico     collegandosi     alla     piattaforma     dal     link
https://mbac-sr-pie.acquistitelematici.it/.      A      pena       di
inammissibilita', le offerte dovranno pervenire esclusivamente per il
tramite della piattaforma telematica. Non saranno  accettate  offerte
pervenute in qualsivoglia altra modalita'. 
  IV.4.2. Data, ora e luogo di apertura delle offerte: 16 luglio 2020
ore  10   (apertura   dei   plichi   contenenti   la   documentazione
amministrativa), in  modalita'  telematica  e  da  remoto,  senza  la
presenza fisica degli  operatori  economici  a  causa  dell'emergenza
sanitaria in corso. 
  IV.5. Periodo minimo durante il quale l'offerente e' vincolato alla
propria offerta: 180 giorni decorrenti dalla  data  di  scadenza  del
termine di presentazione delle offerte. 
  SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI 
  VI.1. Fatturazione: esclusivamente in formato elettronico. Ciascuna
fattura dovra' riportare il CUP ed il  CIG  ed  essere  intestata  a:
Segretariato regionale del  Ministero  per  i  beni  e  le  attivita'
culturali e per il turismo per il Piemonte, piazza San  Giovanni,  n.
2, 10122 Torino - C.F. 08446190012 - codice IPA JA3AGD. 
  VI.2. Finanziamento: l'appalto non e' connesso ad un  progetto  e/o
programma finanziato dall'Unione Europea. Esso e' compreso nel  Piano
strategico  "Grandi  Progetti  Beni  culturali"  annualita'  2017   -
annualita'  2018,  approvato  con  D.M.  del  02/12/2016,   n.   556,
registrato alla Corte dei Conti il 15/12/ 2016 al foglio n. 4450. 
  VI.3. Persone autorizzate ad assistere alle operazioni di apertura:
alle fasi della procedura di gara che si svolgono in seduta pubblica,
gli  operatori  economici  possono  assistere  da   remoto,   secondo
modalita' che saranno rese note sulla piattaforma. Sono  verbalizzate
e riferite direttamente al  concorrente  le  sole  dichiarazioni  dei
rappresentanti degli operatori economici che partecipino alle  sedute
pubbliche mediante un proprio rappresentante o delegato. 
  VI.4. Organo responsabile delle  procedure  di  ricorso:  Tribunale
Amministrativo Regionale per il Piemonte, via Confienza, n. 10,  cap.
10121 Torino. Avverso il presente bando e' ammesso ricorso all'organo
indicato  entro  il   termine   perentorio   di   30   giorni   dalla
pubblicazione. 
  VI.5. Data di invio dell'avviso: 10 giugno 2020. 
  VI.6. Responsabile  unico  del  procedimento:  Daniela  Sanseverino
daniela.sanseverino@beniculturali.it. 
  VI.7. Validazione del progetto: 17 giugno 2019. 
  VI.8. Determina a contrarre: decreto dirigenziale 9 giugno 2020, n.
73 
  VI.9. Documentazione di gara: il presente bando, il disciplinare di
gara e i modelli per la partecipazione alla procedura sono pubblicati
sul        profilo        del        committente        all'indirizzo
www.piemonte.beniculturali.it sezione "Amministrazione trasparente  -
bandi di gara e contratti", oltreche' sulla piattaforma all'indirizzo
https://mbac-sr-pie.acquistitelematici.it/.  Su   quest'ultima   sono
presenti altresi' gli elaborati progettuali. 

               Il segretario regionale per il Piemonte 
                dott.ssa Beatrice Bentivoglio-Ravasio 

 
TX20BFC12805
mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.