N. 136 ORDINANZA (Atto di promovimento) 6 maggio 2013

Ordinanza del 6 maggio 2013 emessa dalla Corte di cassazione - sez. unite nel procedimento civile promosso da Lorenzoni Piero contro Senato della Repubblica. Giurisdizione domestica - Controversie concernenti il rapporto di impiego dei dipendenti delle Camere parlamentari - Disciplina contenuta nel Regolamento del Senato della Repubblica - Attribuzione al Senato stesso (e, in particolare, al Consiglio di Presidenza) dell'autodichia sui propri dipendenti - Ingiustificata esclusione di una categoria di cittadini dalla tutela giurisdizionale in ragione di un elemento (l'essere dipendenti del Senato) non significativo per discriminarli - Lesione del diritto di agire in giudizio e della difesa come "diritto inviolabile" - Violazione del divieto di istituire nuovi giudici speciali - Violazione dei principi del giusto processo e del contraddittorio davanti ad un giudice terzo e imparziale, nonche' della garanzia del ricorso in Cassazione contro le "sentenze" per violazione di legge - Contrasto con il diritto alla tutela giurisdizionale contro gli atti e i provvedimenti della pubblica amministrazione - Riferimento alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo 28 aprile 2009 (Savino e altri c. Italia). - Regolamento del Senato della Repubblica 17 febbraio 1971, Ā«e successive modificheĀ», art. 12. - Costituzione, artt. 3, 24, 102, comma secondo, 111, commi primo, secondo e settimo, e 113, primo comma. (13C00218) (GU 1a Serie Speciale - Corte Costituzionale n.24 del 12-6-2013)

mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.