N. 8 ORDINANZA (Atto di promovimento) 27 febbraio 2014

Ordinanza del 27 febbraio 2014 della Corte d'appello di Firenze nel procedimento civile promosso da Cassibba Giovanni, Brafa Missicoro Maria e Gennaro Anna contro il Ministero della giustizia. Procedimento civile - Equa riparazione per violazione della ragionevole durata del processo - Computo della ┬źdurata ragionevole┬╗ dei procedimenti di equa riparazione previsti dalla legge n. 89 del 2001 - Applicabilita' delle previsioni che considerano rispettato il termine ragionevole se il processo non eccede la durata di tre anni in primo grado e di un anno nel giudizio di legittimita' o se il giudizio viene comunque definito in modo irrevocabile in un tempo complessivo non superiore a sei anni - Irragionevolezza di tali previsioni in rapporto al procedimento per equa riparazione - Incongrua estensione dei termini di ragionevole durata stabiliti per procedimenti di natura diversa - Contrasto con la precedente giurisprudenza della Corte di Strasburgo e della Corte di Cassazione che stabiliva in due anni il termine ragionevole per i procedimenti ex lege n. 89 - Violazione del principio costituzionale di ragionevole durata del processo - Contrasto con il diritto all'equo processo (nonche' con il diritto al ricorso effettivo davanti a un'istanza nazionale) e conseguente inosservanza degli obblighi internazionali derivanti dalla CEDU (Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo). - Legge 24 marzo 2001, n. 89, art. 2, commi 2-bis e 2-ter, aggiunti dall'art. 55, comma 1, lett. a), n. 2), del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134. - Costituzione, artt. 3, primo comma, 111, comma secondo, e 117, primo comma, in relazione all'art. 6 (e all'art. 13) della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle liberta' fondamentali. (15C00014) (GU 1a Serie Speciale - Corte Costituzionale n.7 del 18-2-2015)

mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.