N. 69 SENTENZA 9 - 13 marzo 2009

Giudizio per conflitto di attribuzione fra poteri dello Stato. Radiotelevisione e servizi radioelettrici - Richiesta, con conseguente votazione nell'Assemblea degli azionisti RAI, della revoca di un consigliere di amministrazione da parte del Ministro dell'economia e delle finanze, d'intesa con il Presidente del Consiglio dei ministri - Conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato promosso dalla Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi nei confronti del Ministro e del Presidente del Consiglio dei ministri - Sussistenza sia del requisito soggettivo, limitatamente alla Commissione parlamentare e al Presidente del Consiglio dei ministri (e non anche al Ministro), sia del requisito oggettivo - Conferma dell'ammissibilita' del conflitto gia' ritenuta, in via delibativa, con ordinanza n. 61/2008. - Nota del Ministro dell'economia e delle finanze, indirizzata al Presidente del Consiglio dei ministri in data 11 maggio 2007; nota del Presidente del Consiglio dei ministri, indirizzata al Presidente della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi in pari data; nota del Ministro dell'economia e delle finanze, indirizzata al Direttore generale del Dipartimento del tesoro in pari data; nota del Direttore generale del Dipartimento del tesoro, indirizzata al Presidente del Consiglio di amministrazione e al Presidente del Consiglio sindacale della RAI S.p.A. in pari data. - Costituzione, art. 21; d.lgs. 31 luglio 2005, n. 117, art. 49; legge 11 marzo 1953, n. 87, art. 37. Radiotelevisione e servizi radioelettrici - Richiesta, con conseguente votazione nell'Assemblea degli azionisti RAI, della revoca di un consigliere di amministrazione da parte del Ministro dell'economia e delle finanze, d'intesa con il presidente del Consiglio dei ministri - Conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato promosso dalla Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi nei confronti del Ministro e del Presidente del Consiglio dei ministri - Illegittima menomazione delle attribuzioni del Parlamento che agisce, in materia di servizio radiotelevisivo, per il tramite della Commissione parlamentare di vigilanza - Non spettanza al Ministro dell'economia e delle finanze, d'intesa con il Presidente del Consiglio dei ministri, del potere esercitato, in assenza di previa deliberazione della Commissione parlamentare di vigilanza - Annullamento della impugnata nota 11 maggio 2007 del Ministro dell'economia e delle finanze, nonche' di tutti gli atti ¬ęconnessi e conseguenti¬Ľ. - Nota del Ministro dell'economia e delle finanze, indirizzata al Presidente del Consiglio dei ministri in data 11 maggio 2007; nota del Presidente del Consiglio dei ministri, indirizzata al Presidente della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi in pari data; nota del Ministro dell'economia e delle finanze, indirizzata al Direttore generale del Dipartimento del tesoro in pari data; nota del Direttore generale del Dipartimento del tesoro, indirizzata al Presidente del Consiglio di amministrazione e al Presidente del Consiglio sindacale della RAI S.p.A. in pari data. - Costituzione, art. 21; d.lgs. 31 luglio 2005, n. 117, art. 49. (009C0182) (GU 1a Serie Speciale - Corte Costituzionale n.11 del 18-3-2009)

mef Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Realizzazione Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.